NEWS

DR 5.0: arriva la Turbo con il doppia frizione

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 20 novembre 2020

La DR 5.0 Turbo è spinta da un 4 cilindri 1.5 a benzina che eroga 154 CV. Questa versione, che costa 21.900 euro, ha anche una migliore dotazione.

DR 5.0: arriva la Turbo con il doppia frizione

PIÙ POTENZA E COPPIA - Dopo il debutto, lo scorso marzo, della DR 5.0, crossover del marchio italiano derivata dalla cinese Chery Tiggo 5X, è ora la volta della DR 5.0 Turbo che, al posto del motore 4 cilindri aspirato 1.5 da 116 CV, monta la versione dotata di turbo. La nuova unità ha 154 CV di potenza e 210 Nm di coppia, che dovrebbero garantire maggiore brillantezza e riprese più corpose, ed è abbinata a un cambio robotizzato a doppia frizione con 6 rapporti che trasmette il moto alle ruote anteriori (non è disponibile 4x4).

DOTAZIONE PIÙ RICCA - La DR 5.0 Turbo (nelle foto) è ordinabile con prezzi da 21.900 euro, 3.000 in più della versione con motore aspirato. A richiesta, c’è l’impianto Gpl, che costa 1.000 euro. La versione Turbo ha più contenuti di serie, perché offre il tetto panoramico, l’impianto audio con 6 diffusori, il freno di stazionamento elettrico ed i fari anteriori con funzione di accensione e spegnimento automatico, a seconda delle condizioni di luce all’esterno. Sono di serie anche gli airbag laterali a tendina, che fuoriescono dal soffitto per proteggere la testa dei passeggeri, e il sistema per selezionare la modalità di guida: sono la Eco, per risparmiare carburante, e la Sport, per avere più brillantezza. 

CAMBIA IL RETROTRENO - Infine, la DR 5.0 Turbo ha nuove sospensioni al retrotreno: al posto di quelle semi-indipendenti con barra di torsione della 1.5 aspirata, c’è il più raffinato schema a ruote indipendenti di tipo multlink. Il telaio è stato irrigidito, con l’obiettivo di incrementare la stabilità e la precisione di guida.

DR 5.0
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
22
10
18
14
30
VOTO MEDIO
2,8
2.787235
94




Aggiungi un commento
Ritratto di orlak
21 novembre 2020 - 07:52
Tranqui, non c’è assolutamente da avere nessuna paura in tal senso. Dovevano arrivare, anzi al tempo si parlava ci avrebbero imminentemente invaso con le loro auto, già da 15 anni fa. Ultimamente poi un tam-tam (parlo di questo forum, perché altrove l’argomento è ben che scaduto) di ora arrivano, ci dominano, non compreremo altro ecc.ecc. Ma in verità intanto VW che già in China dominava si è permessa il lusso di portarsi anche Skoda come secondo marchio a fare lì ulteriori profitti. Renault ci va a vendere le proprie low cost. Tesla è andata e di punto in bianco si è messa alla testa di quello che doveva essere il loro mercato auto assolutamente e indubbiamente presidiato, ossia le elettriche. Qua intanto di (auto) cinesi nemmeno l’ombra, e son 15 anni…
Ritratto di orlak
21 novembre 2020 - 07:53
Ecco forse l’unica paura che qualcuno potrebbe farsi venìre, è nell’immaginare che i Norvegesi invece che contribuire attivamente alla crescita dell’EU passino le loro giornate a guardarsi e riguardarsi il video youtube di qualche elettrochinacar (p.s. visualizzazioni dell’ordine dei 100k, comunque, sono poca roba, li fa anche il gattino che semplicemente miagola)
Ritratto di marcoluga
20 novembre 2020 - 22:27
2
Non è lui che non ragiona sei tu che devi ripassare un po’ di matematica delle scuole medie inferiori.
Ritratto di Road Runner Superbird
20 novembre 2020 - 20:53
La Cina dopo aver infettato il mondo andrebbe solo isolata da tutti, mettendo dazi del 100% sui loro prodotti.
Ritratto di Giuliopedrali
20 novembre 2020 - 21:25
Si mettendo dazi del 100% sui prodotti come i veri cog.ioni venderebbero lo stesso e ci distruggerebbero uguale, cioè già adesso producono 42 volte più di noi o 10 volte gli USA, poi sul virus posso anche essere d'accordo, ma sembra di parlare con gente che non vive l'epoca in cui viviamo,si vendiamo le nostre nuove Lancia Fulvia HF... Ma l'avete guardato qualche dato...
Ritratto di Road Runner Superbird
20 novembre 2020 - 23:37
Ma che vuoi che distruggano, sono bastate le esercitazioni congiunte indiane-giapponesi-australiane-americane a metterli in crisi e lo stralcio del libero scambio con gli USA. La Cina esiste solo perchè lo permette un'elite globalista cui fa comodo produrre a 4 soldi lì. Tant'è che poteva colpirci solo con un attacco non convenzionale battereologico. Mettigli dazi e regole precise sul commercio evitando concorrenza sleale, embarghi come li mettono a Cuba o al Venezuela, perchè di fatto la Cina è un regime comunista e vedi come calano le orecchie.
Ritratto di Giuliopedrali
21 novembre 2020 - 09:02
Commerciamo solo con Cuba e Venezuela allora, sai oltre ad americani, giapponesi, australiani e indiani c'erano anche gli antichi romani, l'esercito di Hitler, Gengis Kahn, l'Armata Rossa, le armate di Napoleone, gli Alleati e gli extraterrestri per metterli in crisi, l'hai detto come dire: sono bastati i sanmarinesi a metterli in crisi...
Ritratto di katayama
20 novembre 2020 - 19:18
In più, rispetto alla concorrenza, questa DR ha anche il posteriore multilink. Peccato solo per il logo sul portellone (ma anche quello sulla calandra non scherza). Io che sono un fanatico del delettering qui non avrei scampo. Sembra una "targa prova"... Potrebbero "curarlo" meglio. Comunque, dove abito io te le danno full optional e con le gomme 4seasons comprese nel prezzo, come negli USA.
Ritratto di Giuliopedrali
20 novembre 2020 - 19:36
Da noi vicino a Venezia il concessionario più riconoscibile è quello DR (peccato non importi e rimarchi ancora "cinesi" spettacolari), alcuni sono introvabili, quello Seat è dietro ad un'altro concessionario Renault e non lo vedi assolutamente, altri: FCA si stanno trasformando in multimarca e vendono proprio le XEV che sono le DR elettriche...
Ritratto di Andrea Zorzan
20 novembre 2020 - 19:26
UnA Dr KoNn MoToRe CiNkUeMiLaHaHaH!!!
Pagine