NEWS

DR 5.0: arriva la Turbo con il doppia frizione

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 20 novembre 2020

La DR 5.0 Turbo è spinta da un 4 cilindri 1.5 a benzina che eroga 154 CV. Questa versione, che costa 21.900 euro, ha anche una migliore dotazione.

DR 5.0: arriva la Turbo con il doppia frizione

PIÙ POTENZA E COPPIA - Dopo il debutto, lo scorso marzo, della DR 5.0, crossover del marchio italiano derivata dalla cinese Chery Tiggo 5X, è ora la volta della DR 5.0 Turbo che, al posto del motore 4 cilindri aspirato 1.5 da 116 CV, monta la versione dotata di turbo. La nuova unità ha 154 CV di potenza e 210 Nm di coppia, che dovrebbero garantire maggiore brillantezza e riprese più corpose, ed è abbinata a un cambio robotizzato a doppia frizione con 6 rapporti che trasmette il moto alle ruote anteriori (non è disponibile 4x4).

DOTAZIONE PIÙ RICCA - La DR 5.0 Turbo (nelle foto) è ordinabile con prezzi da 21.900 euro, 3.000 in più della versione con motore aspirato. A richiesta, c’è l’impianto Gpl, che costa 1.000 euro. La versione Turbo ha più contenuti di serie, perché offre il tetto panoramico, l’impianto audio con 6 diffusori, il freno di stazionamento elettrico ed i fari anteriori con funzione di accensione e spegnimento automatico, a seconda delle condizioni di luce all’esterno. Sono di serie anche gli airbag laterali a tendina, che fuoriescono dal soffitto per proteggere la testa dei passeggeri, e il sistema per selezionare la modalità di guida: sono la Eco, per risparmiare carburante, e la Sport, per avere più brillantezza. 

CAMBIA IL RETROTRENO - Infine, la DR 5.0 Turbo ha nuove sospensioni al retrotreno: al posto di quelle semi-indipendenti con barra di torsione della 1.5 aspirata, c’è il più raffinato schema a ruote indipendenti di tipo multlink. Il telaio è stato irrigidito, con l’obiettivo di incrementare la stabilità e la precisione di guida.

DR 5.0
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
10
18
14
30
VOTO MEDIO
2,8
2.76344
93




Aggiungi un commento
Ritratto di Trecolpi
21 novembre 2020 - 15:41
1
Va bene cercare di spendere poco, l'ho fatto pure io.. Ne volevo una, costava troppo, ho lasciato perdere e sono passato ad un km0. Ma io ho visto una nuova dr5 quest'estate, e sopratutto quanto era Inc.... o il suo proprietario. Acqua dai finestrini, minimo su e giù, vibra come un frusta da montare la panna e non riescono a centrargli la convergenza. Sospettava fosse una vettura incidentale, ma l'ha pagata per nuova. TC.
Ritratto di Giuliopedrali
21 novembre 2020 - 17:44
A va ben una DR5... E' il clone della Toyota RAV fatto male nel 2007, credo che comunque una DR5.0 sia parecchio superiore e aspetta che importino quelle che fanno impallidire Lexus come qualità.
Ritratto di dr_watson
22 novembre 2020 - 01:04
C'è già la Duster in questa fascia e ha il 4x4.
Ritratto di Giuliopedrali
22 novembre 2020 - 09:42
A quanto pare questa DR 5.0 col multilink per non dire la "lussuosa" DR F35 da 27.000 Euro non sono più concorrenti della Duster o Ecosport, ma delle SUV di prezzo medio basso: Jeep, Hyundai, Captur, Puma etc, a me la prima impressione di questo spostamento verso l'alto di DR come prezzi e tecnologia è stata un impressione di flop, di passo più lungo della gamba, visto che non sono state importate dell belle Chery Exceed TX o Chery eQ5 davvero pazzesche e nuove e quelle si potresti farle pagare e gli italiani starebbero a sbavare come davanti a Belèn, ma sono state importate queste ex Chery di quelche anno fa "cinesi" nel senso deteriore del termine, eppure le vendite gli danno ragione, tanti costruttori giapponesi che ci sono da 40 anni qua si stanno ritirando dall'Italia e DR di isernia "la: Detroit, Wolfsburg o Chongching, Toyoda city italiana, o la Torino del Sud" ahahahah, li sta sostituendo agli stessi prezzi: aggiungere altro...
Ritratto di El Loco
24 novembre 2020 - 12:57
DAL WEB Che tipo di Motori installa la DR 5.0 turbo e la F35? Partiamo facendo lo spelling, trovandone il significato, della “denominazione” del marchio motore ACTECO: il significato dell’espressione della prima parte della sigla, “AC” del motore è: “A” : Austria-AVL (società di motori con sede a GRaz e stabilimenti in China ad Anhui; “C” : Cina Chery international Automobile. La seconda parte della sigla “TECO”, invece, significa: “T” : tecnologia; “ECO” : ecologico ed economico. ACTECO Engine On Chery A3 2010 Modello AVL sono i principali produttori di motori in Europa. https://www.avl.com/home , questo il sito della casa austriaca. Questo il link del sito relativo ai motori: https://www.avl.com/it/engine Dal 2005 Acteco, fornisce motori a tutta la gamma Chery. E QUINDI ANCHE DR MOTOR. I motori acteco si dividono in ACTECO-G (benzina) ed ACTECO-D (Diesel). I motori a benzina acteco, hanno tecnologia VVT: consiste in un sistema di distribuzione a variazione continua delle valvole d’aspirazione. Il marchio motore, ACTECO, rispetta gli ultimi standard di emissioni Euro V e utilizza tecnologie moderne, quali blocco motore e testate in lega di alluminio con l’iniezione diretta di carburante. “Questo sistema varia la fasatura delle valvole e del loro incrocio con le valvole di scarico, in funzione delle condizioni di funzionamento adattandosi alle esigenze del motore in modo da migliorare il suo funzionamento e garantire una combustione sempre ottimale, assicurando così un aumento della coppia nonché migliori valori di consumo e d’emissione, portando ad avere una combustione ottimale con temperature elevate dei gas, per ridurre la quantità di ossidi di azoto nei gas di scarico.” Inoltre, hanno superato anche importanti test di affidabilità: 3 milioni di km su strada e 10000 ore di banco prova. AVL si è attivata nel 2015 anche nel mondo della FORMULA 1: a partire dal febbraio 2015, l’ingegnere Mario Illien, il super-consulente fortemente imposto, alla Renault dalla Red Bull Racing per rivedere il 6 cilindri francese….poco affidabile e prestante; l’ingegnere, pare che stia usando come “base” proprio la AVL, l’azienda austriaca che sta cooperando anche allo sviluppo del motore Ferrari (ci sono una ventina di tecnici a Maranello) e ha fornito il nuovo modernissimo banco dinamico. Forse, proprio grazie alla AVL, la RED BULL, arriverà a costruire un motore di proprietà.
Ritratto di Issio
18 agosto 2021 - 08:52
Oggi sono andato a provarla; guida fluida, potenza adeguata, insonorizzata bene…direi test superato.
Pagine