NEWS

DR F35: la gamma si espande

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 01 giugno 2020

La F35 è un'inedita crossover dallo stile curato, che prosegue l'espansione della gamma della DR. Il prezzo, come da tradizione, resta competitivo e parte da 23.900 euro.

DR F35: la gamma si espande

NUOVA FAMIGLIA - La DR prosegue il rinnovamento e l'espansione della sua gamma con la nuova DR F35, una crossover che si va a collocare in un settore del mercato molto combattuto, ma anche molto interessante in termine di volumi di vendita. La DR F35 è lunga 447 cm, larga 184 cm e alta 167 cm, dunque è una rivale di Hyundai Tucson e Nissan Qashqai. Il passo è generoso (267 cm), a tutto vantaggio dello spazio per i passeggeri, mentre il bagagliaio di 414 litri, con il divano in posizione d’uso, non è ai vertici della categoria (la Tucson può contare su 513 litri).

STILE PERSONALE - La DR F35 deriva dalla Chery Tiggo 7 in vendita in Cina e si distinguere per il look dinamico della carrozzeria. L’anteriore è piuttosto grintoso, grazie alle tante prese d’aria e ai fari a forma di ala. La fiancata è impreziosita da diverse nervature pensate per conferire slancio alla vettura, mentre la parte posteriore si caratterizza per i fanali a sviluppo orizzontale e gli scarichi integrati nel fascione. L’insieme è reso più dinamico anche dai codolini in plastica nei passaruota e dalle ampie ruote, di 19” (a richiesta di 20”). I due schermi, quello di 7” nel cruscotto e a sfioramento di 9” nella consolle, rendono moderna la plancia, dove fa bella mostra anche lo spesso tunnel; qui sono presenti due porta-bibita ed i tasti per alcuni servizi di bordo, oltre al pulsante per avviare e spegnere il motore. 

ANCHE A GPL - La DR F35 è dotata del motore 4 cilindri turbo benzina 1.5, da 156 CV e 230 Nm di coppia: è il medesimo della Chery Tiggo 7. La velocità massima è di 185 km/h e lo ‘0-100’ avviene in 10,5 secondi, per circa 12,8 km percorsi con un litro di benzina. Il cambio è manuale a 6 rapporti, ma si può avere anche il robotizzato con doppia frizione e 6 marce, la trazione è anteriore. Optional l’impianto a Gpl.

FULL OPTIONAL - Anche la F35, come le altre DR, è disponibile con un solo allestimento tutto compreso: costa 23.900 euro e sono di serie le ruote in lega di 19”, la vernice metallizzata, i sedili in ecopelle, il tetto aprile, il regolatore di velocità, la telecamera posteriore di parcheggio e lo schermo di 9” con funzionalità Android Auto e Apple Car Play. A 25.900 euro c’è la versione con cambio automatico, che aggiunge il clima automatico, i sedili anteriori riscaldabili, 6 airbag e le telecamere di parcheggio con visuale a 360°. Assenti però i più recenti sistemi di assistenza alla guida. L’impianto Gpl, ordinabile per entrambe le versioni, costa 1.000 euro.

DR F35
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
16
11
17
13
28
VOTO MEDIO
2,7
2.69412
85




Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
2 giugno 2020 - 12:38
Io ho visto le prove in USA delle Mopar FCA e tutte le altre sia americane che giap per non dire le tedesche sono migliori, poi in Svezia la prova dell'alce non è stata superata dalla Grand Cherokee che ripetuta con grossi SUV della concorrenza sembra solo di affrontare una normale curva un pò veloce.
Ritratto di remor
1 giugno 2020 - 13:57
In verità questa sembrerebbe fra le migliori viste da quel versante e qui giungibili : le altre allora che fine dovrebbero fare?
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2020 - 14:27
E' un auto medio bassa come prezzo anche se ampia di qualche anno fa del costruttore medio Chery, le Exceed della Chery si sarebbero per l'Europa e sono parecchi passi avanti.
Ritratto di alex_rm
1 giugno 2020 - 12:55
Anteriore orrendo e il resto insignificante,chi potrà mai comprare questo obbrobrio cinese(è la chery tiggo).in quel segmento c’è una vasta scelta di auto europee. Finché i giapponesi(dopo qualche buona vendita negli anni 90 inizio 2000)non sono riusciti a sfondare nei vari mercati europei nonostante prodotti validi in quanto gli europei sono molto legati ai marchi europei,per i giapponesi va meglio negli usa(dove fanno affidamento sull affidabilità) e in Asia,paesi arabi,Africa dove non ci sono costruttori locali affermati come in Europa.
Ritratto di remor
1 giugno 2020 - 14:08
15-20 anni fa hanno avuto una loro chance (c'era una certa benevolenza a concedergliela la chance anche da parte degli stessi media). Ma non sono riusciti laddove invece erano riusciti benissimo prima di loro sia giappo che koerani. Alla fine la loro funzione in questa dozzina di anni l'hanno svolta marchi che al tempo in Europa non vendevano praticamente nulla, come ad esempio Dacia ma anche la stessa Jeep
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2020 - 14:29
remor 15-20 anni fa cosa? di che blateri, non sai veramente niente. 20 anni fa era il 2000, bene nessuno di questi marchi manco esisteva, ora hanno prodotti incredibili, non queste Chery non ultimo modello, e comunque meglio di quelle pericolose Jeep.
Ritratto di Vincenzo1973
1 giugno 2020 - 17:51
la DR e' nata nel 2006. 14 anni fa, ha sbagliato di poco. sempre la stessa roba vende. anzi all'inizio ha venduto benino perche montava sulle sue auto i vecchi JTD Fiat, qualche SUV a metano e gpl e poi e' crollato. ora riprova con queste...auguri
Ritratto di Giuliopedrali
1 giugno 2020 - 18:24
Appunto è nata pochi anni fa e già ha più modelli di FCA.
Ritratto di Vincenzo1973
1 giugno 2020 - 21:25
La monarchia modelli di dubbia qualità cinese dai. Stai a criticare il renegade e mi osanni un SUV cinese..ma su dai.
Ritratto di Vincenzo1973
1 giugno 2020 - 21:26
*una gamma di modelli...
Pagine