NEWS

La DR si rilancia con 4 modelli

3 dicembre 2016

L’azienda molisana, dopo anni di crisi, nel 2017 ripropone una gamma con quattro modelli: le DR3, DR4, DR5 Evo e DR6.

La DR si rilancia con 4 modelli

NUOVE AMBIZIONI - Il fondatore della casa automobilistica DR, l’imprenditore Massimo Di Risio, intende rilanciare l'azienda dopo un periodo nero: il suo obiettivo consiste nel raggiungere quota 2% sul mercato italiano, quando nel periodo di massima fortuna non oltrepassò lo 0,25%. Per raggiungere un traguardo così ambizioso la DR passerà da 60 a 120 punti vendita e lascerà quattro nuovi modelli fra gennaio e giugno 2017: sono le DR3, DR4, DR4 Evo e DR6. I nuovi modelli nascono dalla collaborazione fra la DR e le aziende cinesi Chery e Jac, si potranno ordinare anche con la trasmissione automatica e avranno una serie di elementi che Di Risio auspica possano far presa sul pubblico: il prezzo contenuto, la carrozzeria suv o crossover e la doppia alimentazione benzina Gpl o benzina metano.

DR3

Il modello più compatto fra quelli di nuova introduzione (nella foto qui sopra e in quella più in alto) misura 420 cm in lunghezza la circa la stessa di auto come Fiat 500X e Renault Captur. Ha una linea piuttosto accattivante, grazie alla soluzione del montante posteriore inclinato, mentre l’unico motore disponibile sarà un 1.4 benzina da 109 CV. Partirà da 14.980 euro.

DR4
La DR4 misura 12 cm in più rispetto alla DR 3 (sono 432 in totale) e ha dimensioni paragonabili alla Seat Ateca, a fronte di un prezzo sensibilmente più contenuto: partirà da 15.980 euro. Il suo motore è un 1.6 a benzina da 120 CV, che lavora insieme ad una trasmissione manuale a 5 rapporti e assicura prestazioni di buon livello: l’accelerazione 0-100 km/h è di 10,3 secondi, la velocità massima pari a 175 km/h.

DR5 Evo

L’automobile più conosciuta della DR, la DR5, riceve una serie di migliorie alla parte estetica e riprende l’aspetto dei nuovi modelli: la mascherina diventa più spigolosa, il fascione anteriore è inedito ed i fari sono rastremati. Guadagna 3 cm in lunghezza e raggiunge i 442, poco meno della Renault Kadjar (lunga 445 cm), quanto basta per offrire un bagagliaio dalla capacità molto generosa: contiene da 550 a 1800 litri, ma il volume si riduce di 120 litri ordinando l’impianto a Gpl. Il motore è un 1.6 benzina da 126 CV, che promette un’accelerazione 0-100 km/h in 11,5 secondi e percorrenze medie nell’ordine dei 14,9 km/l. Il suo listino parte da 15.980 euro.

DR6

La DR6 ha linee morbide e tondeggianti, misura in lunghezza 450 cm e prevede un 2.0 a benzina da 137 CV, che la porta da 0 a 100 km/h in 10,1 secondi e le assicura una velocità massima di 175 km/h. Sarà in commercio da 19.980 euro, meno rispetto ad automobili analoghe (come ad esempio la Hyundai Tucson), ma ordinando la più ricca versione Lusso si avranno di serie anche le ruote da 19 pollici ed i rivestimenti in pelle su volante e sedili.

DR ZERO WR

Nel 2017 sarà presente nella gamma anche l’utilitaria DR Zero WR, già in commercio, il cui prezzo di listino resterà molto contenuto (da 7.890 euro).



Aggiungi un commento
Ritratto di Doraemon
6 dicembre 2016 - 10:51
Arrivano dalla Cina, e allora, sono importate e marchiate da un italiano, e allora? Sono per questo brutte auto?, L'importante e che uno sa cosa compra, non ci sono ne inganni ne imbrogli. Sarebbe bello se le auto si giudicassero non per il marchio ma per l'effettiva consistenza che hanno. Perché a fare la spesa di porta un'Audi Q2, Una fiat 500X e anche una DR3. Cosi come in montagna a sciare o al lavoro tutti i giorni. Quindi adesso io dirò la mia su queste auto e mi piacerebbe davvero tanto che il forum di Al Volante diventasse una piazza di discorsi seri e intelligenti e non le solite solfe sulle auto cinesi, sui diesel VW, sulle Fiat.. Premesso ciò, la DR3 e la DR6 mi piacciono, più la DR3 perché la trovo abbastanza personale moderna. Entrambe hanno un non so che, a mio modesto parere, della Suzuki Vitara. Forse per via del tetto bicolore o del taglio di alcuni spigoli vivi. La DR5 invece mi piace meno per via del design un po datato che si nota in alcuni tratti stilistici, avendo infatti avuto origine dalla seconda serie della Toyota RAV4. La qualità, per quello che le immagini possano far capire, mi è sembrata buona. Quindi io a prescindere dalla provenienza le promuovo. Certo è che se dovessi comprarne una, valuterei bene un usato seminuovo di una vettura che magari preferisco.
Ritratto di MEFISTO
6 dicembre 2016 - 10:59
La 3 non è male. Grosso difetto il motore solo benzina. Se avesse il gpl e addirittura il metano credo ne venderebbero tante, così no. Anche la 6 non mi dispiace ma ha lo stesso problema, motore solo bz. Se non si ha un Diesel allora ci vuole almeno il gpl (meglio ancora il metano).
Ritratto di luber
9 dicembre 2017 - 01:38
Tutte le dr possono essere comprate a gpl o metano con garanzia ufficiale
Ritratto di Hondista99
6 dicembre 2016 - 15:38
DR3 niente male. DR5 Evo un qualcosa di osceno (il posteriore), DR0 inqualificabile. Ma il problema maggiore sono i prezzi. Chi è che spende 15.000 per una DR3 quando si trovano fiorfior di macchine?
Ritratto di Ligos
7 dicembre 2016 - 13:27
A me la DR4 piace, anche dentro non è affatto male
Ritratto di giovanni64
28 dicembre 2016 - 15:53
io non lavoro per dr, i cinesi non sono da sottovalutare , per lavoro ho avuto due dr la uno e la 5 1600 1 seri 2 la qualità e aumentata tantissimo e gli errori di specifica ora sono a parità di auto prodotte, solo un 2 percento superiori a i primi del mercato . Non anno motori turbo importati perché non possono tenere in magazzino ricambi per un motore che a settembre cambierà per normative in variazione lo specifico sulla dr6 o tiggo 5 ne a 150 circa e sono molto affidabili a benzina a gas come molti non sanno ci sono problemi per valvole e da Ecr per le normative per i filtri anti-partcolato che monteranno da settembre tutti per rispettare le normative europee euro 6 -7. ripeto io conosco diversi meccanici e tutti anno problemi da un po di tempo perché nessuno vuole fare magazzino dei ricambi eti fanno aspettare un cifra di tempo il punto debole delle dr erano i ricambi de avessero un magazzino al nord uno al centro uno dove sdoganano le vetture da rifinire a macchia di Isernia loro sede se non ricordo male addetto di un meccanico bergamasco buon conoscitore cinesi ora sono più lenti solo di 24 ore dei nostri top player di mercato se davvero raddoppiassero i concessionari ed avessero un po più di ricambi disponibili a magazzini centralizzati un 20 % part motore ed 30 40% per carrozzeria e vetri e interni il , il 2 % del mercato e fattibile. non dimentichiamo che 6 anni fa le vetture cinesi si aprivano i due dopo varie aquisizioni volvo ed assorbimenti di soceta e un programma dello stato che portava migliorare i prodotti su tutti i campi e svariate jon venciur con produttori auto top player i risultati si vedono noi per ragioni di costopiu di tanto non possiamo crescere loro si visto che anno disponibilita enormi
Ritratto di MaxwellColombini
24 gennaio 2017 - 09:15
Italiani, attenti al marchio qui in Brasile, il marchio ha una pessimo servizio e una garanzia di dubbia post-vendita
Ritratto di Matteo1999
21 ottobre 2017 - 19:13
3
SCUSATE: nella didascalia della DR6 vedo una frase assai strana: AUTO ANALOGA ALLA HYUNDAI TUCSON? Ma per favore, Hyundai e avanti anni luce!
Ritratto di luber
9 dicembre 2017 - 01:30
Non capisco tutti questi commenti negativi. Le dr sono molto migliorate rispetto al passato. Basta dire che ora dalle mie parti e' addirittura venduta dal gruppo vw... Ho provato la dr6 gpl su strada e l'ho trovata fantastica : comodissima, accessoriata, molto scattante, molto spaziosa e con una buona qualità generale... Ok le finiture sono migliorabili ma parliamo di un suv di 20 mila euro non di 50 mila... I motori e la componentistica sono di ottima qualità e prodotti in Europa. Credo proprio che sarà la mia prossima auto. Poi uno e' sempre libero si spendere il doppio per avere alla fine un prodotto di poco superiore
Ritratto di abruzzesino
9 dicembre 2017 - 07:47
Sono daccordo con te una buona macchina non deve costare per forza molto
Pagine