NEWS

DR: in arrivo un nuovo modello?

23 ottobre 2016

Le foto spia di un lettore fanno supporre che la DR sia al lavoro su un nuovo modello da inserire nella sua gamma.

DR: in arrivo un nuovo modello?

QUARTO MODELLO - Le foto arrivano da Porto Recanati e sono opera del lettore Carlo: ritraggono ua vettura camuffata che potrebbe essere una nuova DR (qui sopra). Attualmente il costruttore di Macchia d'Isernia ha in listino la DR Zero, la DR 5 e la DR City Cross, ricavate dai modelli New QQ, Tiggo FL e X1 del costruttore cinese Chery con alcuni elementi stilistici sviluppati dalla DR per il nostro mercato. Ma le foto del lettore lasciano supporre che presto la gamma del costruttore molisano potrebbe arricchirsi di un nuovo modello.

CATEGORIA SUPERIORE - Dalle foto spia si nota la somiglianza con la Chery Tiggo 5 (nella foto qui sopra) una suv lunga 450 cm (quasi quanto una VW Tiguan), lanciata sul mercato cinese nell'ottobre del 2015, e sorella maggiore della Tiggo FL, rispetto alla quale è più lunga di 11 cm, ma anche di una categoria superiore in termini di qualità e contenuti. La Tiggo 5 è dotata di un motore 4 cilindri a benzina di 2.0 capace di una potenza di 140 CV, abbinato ad un cambio manuale a 5 rapporti o a un automatico Cvt che trasmettono il moto attraverso le ruote anteriori.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fxx88
24 ottobre 2016 - 11:58
3
L'omologazione l'ha ottenuta, non so come. Io una dr non l'ho mai guidata e mai la vorrò guidare perchè ci tengo alla mia vita! I video sono lapalissiani, un'auto che a 56km/h si deforma vistosamente contro una tiguan che a 64km/h reagisce in maniera eccellente. Io piuttosto che guidare dr tutti i giorni per risparmiare dei soldi sull'acquisto dell'auto vado in bicicletta che è molto più affidabile e sicura. Almeno utilizzando le piste ciclabili al massimo faccio un frontale con un altro ciclista, in strada con la dr5 se per caso impatto con una peugeot 208 lui esce con le sue gambe io se va bene me le vedo tranciate dalla carrozzeria deformata le gambe, per poi morire dissanguato.
Ritratto di mirko.10
25 ottobre 2016 - 19:56
2
Infatti le dr sono tutte "rifatte"....come la falchi, e per l'appunto scelta.....eheheh!
Ritratto di panda07
24 ottobre 2016 - 18:30
1
Guarda meglio una truffvagen tiguan che la dr 5, il 5 sta per le.volte che funziona, io sinceramente trovo dacia un milione di volte meglio, ma alla.fine di tutto non comprerei ne Dr e neanche una dacia quando allo stesso prezzo di una Sandero potrei prendere una punto che rimane ugualmente più tecnologica, vista che la sandero è fatta su base Clio 98-2010 e la punto su base punto utilizzata ancora da molte vetture.
Ritratto di ermengaldo
24 ottobre 2016 - 12:01
Sulla pagina di Youtube di DR ci sono i filmati dei Crash test Omologativi.... non ci capisco nulla e quindi non so dirti se siano bujoni oppurre no, però ci sono https://www.youtube.com/watch?v=zuqZLT87soQ
Ritratto di Fxx88
24 ottobre 2016 - 12:14
3
Anche la vecchia fiat 600 ha passato i crash test omologativi, peccato che ai crash test euroncap ha totalizzato due stelle su 5 con cerchio del pericolo mortale. Eppure se ne vedono ancora in giro, lei userebbe mai un'auto che nel 2000 aveva una valutazione di pericolo mortale, magari oggi nel 2016 quando può fare un frontale con una Volvo xc90 da 20quintali e crash test 98%?
Ritratto di Edoardo98
24 ottobre 2016 - 15:27
5
Infatti! Dov'è dr ora che si parla della sua marca adorata!
Ritratto di MAXTONE
24 ottobre 2016 - 13:06
Di auto che passano a malapena i crash test attuali e' pieno il mercato ma nessuno si fa di questi problemi quando la vuole acquistare. Tanto ricorda bene questo: Basta variare di poco velocità e angolazione di un impatto o tipologia di ostacolo (un albero o un altra auto più grande e pesante al posto delle solite barriere deformabili) per vedere del tutto abitacoli di auto che avevano brillato nei test ottenendo le agognate 5 stelle nel crash euroncap: Tanto per farti un esempio, di recente dalle mie parti un ragazzo molto giovane e' morto sul colpo, impattando contro un albero, con un utilitaria di segmento B nata nel 2012 prodotta da una casa che ha fatto della sicurezza passiva la sua bandiera la quale aveva ottenuto punteggi elevatissimi, tra i i migliori se non i migliori in assoluto tra le B eppure vai a vederla come ha "abbracciato" quell'albero. Riconosci di che modello si tratta solo dalla parte posteriore. E non andava certo chissà a che velocità, 80 km/h, giusto un niente in più rispetto ai soliti 64 km/h dei test dove brillano sempre, secondo i rilevamenti della stradale su una strada extraurbana dunque sotto il limite addirittura. Viceversa ho visto anni fa, nell'estate 2003 se non erro, un conducente uscire illeso da un pauroso incidente con la sua Fiat Punto del 2000 in seguito ad un impatto frontale contro...un Ducato. Le prove di laboratorio rispecchiano solo una piccola parte della realtà. Personalmente ho sempre trovato che lasciano il tempo che trovano.
Ritratto di MAXTONE
24 ottobre 2016 - 13:14
*per veder collassare del tutto.
Ritratto di Fxx88
24 ottobre 2016 - 14:18
3
L'impatto non è direttamente proporzionale alla velocità ma al suo quadrato, quindi non puoi paragonare 64km/h agli 80. Sul fianco poi si sa che è il punto debole di ogni auto, molto più del frontale. Io quando devo acquistare un'auto la prima cosa che guardo sono i crash test euroncap, perchè voglio un'auto sicura. L'euroncap, così come adac e iihs fanno crash test da impatto frontale disassato, laterale con auto e pole test. Se raggiungono risultati positivi in tutti e 3 sono auto sicure. La DR si deforma a 56km/h, è questa la differenza.
Ritratto di Gasswagen
24 ottobre 2016 - 18:05
Concordo al 100%. Anche io ho visto incidenti con conseguenze inspiegabili, o meglio, come dici tu dipendenti da moltissimi fattori.
Pagine