La DR1 si dà allo sport e ai rally

29 novembre 2011

Al Motor Show il costruttore molisano presenterà la DR1 S, versione sportiva della sua citycar. Sarà seguita a settembre dalla DR1 SR da 100 CV, derivata dalla vettura che l'anno prossimo parteciperà al Campionato Italiano Rally.

La DR1 si dà allo sport e ai rally

ESTETICA MA NON SOLO - Rossa (ma anche nera o grigia) e con le strisce bianche, così si presenta esteticamente la nuova DR1 S (nelle foto) che sarà mostrata in anteprima al Motor Show di Bologna, in programma dal 3 al 11 dicembre. Una variante più sportiva della citycar italo-cinese con modifiche estetiche, motore 1.3 portato a 88 CV, grazie all'adozione di un nuovo scarico e filtri, impianto frenante potenziato e assetto irrigidito. È già ordinabile al prezzo di 8.880 euro: le consegne della DR1 S inizieranno dal prossimo marzo.

{C}

dr1_s_02.jpg

IMPEGNATA NEI RALLY - La DR1 S è però solo il primo passo verso un percorso di avvicinamento al mondo delle competizioni che il costruttore molisano vuole usare per dare visibilità al suo marchio. A settembre, infatti, la DR presenterà una versione ancora più potente (100 CV) denominata DR 1 SR: si tratterà della versione stradale della DR1 Rally che l'anno prossimo debutterà nel Campionato Italiano Rally con la scuderia RS Tecno.

MISSIONE GIOVANI PILOTI - Un impegno che rientra nel progetto “DR Scuderia Italia per i Giovani Piloti” con il quale il costruttore molisano vuole avvicinare i giovani al mondo dei rally, offrendo una vettura pronta corse a un prezzo accessibile: si parla di 20.000 euro.

> I prezzi aggiornati della DR1

> Il primo contatto della DR1 1.3 Ecopower Gpl

 

DR 1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
12
1
8
12
37
VOTO MEDIO
2,1
2.12857
70
Aggiungi un commento
Ritratto di fogliato giancarlo
2 dicembre 2011 - 00:28
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di IloveDR
2 dicembre 2011 - 08:45
4
...ci mancherebbe. Però la prima sicurezza siamo noi; guidare con prudenza, intelligenza, rispetto per gli altri utenti della strada. In estate mi muovo molto spesso con la Vespa 50, anche in percorsi extraurbani, e capita spesso di dover schivare auto e furgoni che non rispettano i segnali di dare precedenza. Ciao :-)
Ritratto di nino73
29 novembre 2011 - 16:41
dalle mie parti si vedono parecchie dr1 e dr5, Sicuramente la gente che le compra non sa' che sono auto cinesi rimarchiate.
Ritratto di mustang54
29 novembre 2011 - 17:11
2
un po' si ottimismo x DR... perché disprezzarla...
Ritratto di Becio93
29 novembre 2011 - 17:22
Sono d'accordo! noi italiani dovremmo sostenerla, o almeno non disprezzarla!
Ritratto di ypacar90
29 novembre 2011 - 17:30
E non dimentichiamo che forse la DR rileverà lo stabilimento di Termini Imerese dando lavoro a tanti italiani...
Ritratto di milziade368
1 dicembre 2011 - 16:09
...arroccato nel suo castello di preconcetti, a salvare Termini Imerese. Sulla qualità delle vetture DR, si potrebbe mandarne una all'Istituto Superiore di Sanità, per le opportune analisi... Vorrei però ricordare che le auto giapponesi agli inizi erano a livelli bassissimi, come poi le coreane, ma che hanno imparato così bene che ora... insegnano!
Ritratto di Simone1996
29 novembre 2011 - 17:37
Ste versioni sportive non so malaccio, però resta sempre una lattina cinese di bassissima qualità e (soprattutto) sicurezza. Ma poi, come fanno a commercializzarla in Italia?! La sicurezza fa pena, gli standard di sicurezza europei, coreani e giapponesi i cinesi se li sognano... Ma questo vale per tutte le case cinesi... Diversamente dalle altre cinesi, però, quello che mi fa più inka è che le DR vengono spacciate per auto italiane, con tanto di tricolore sulla carrozzeria! Ma poi come fanno a abboccare e comprarsele?! Fanno schifo, sono auto tristi... Booh... A sto punto se devo spende poco compro un buon usato di marca (molto meglio de sti barattoli cinesi) oppure na bella Dacia, che usa le basi delle vecchie Renault (ma pur sempre Renault), motori delle attuali Renault-Nissan, e vengono sottoposte ai crash-test... Io al Motor Show ce so salito su un pò de ste macchine (Gonow, Great Wall, Martin Motors e DR), na puzza de tossico che non ve dico!! Mammamia!! Me stava a pia n'embolo!! So salito pure sulle Dacia, vero che sono spartane e "vecchiotte", ma possono definirsi "auto"...
Ritratto di fogliato giancarlo
29 novembre 2011 - 23:12
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Simone1996
30 novembre 2011 - 16:18
Bè come struttura non credo che la dr5 sia meglio della Panda... Solo che in un incidente è avvantaggiata dal peso nettamente superiore e dalla stazza. Nei crash-test l'auto viene mandata contro una barriera deformabile a 64 Km/h (simula un frontale tra due auto identiche che procedono a 32 Km/h), di conseguenza, la Panda ha ottenuto 4 stelle perchè è come se fosse un frontale tra due Pande che procedono a 32 Km/h. La dr5 credo abbia ottenuto 2 o 3 stelle (non so neanche se l'hanno fatto il crash-test), ma in una simulazione di frontale tra due dr5... È ovvio che se una dr5 e una Panda fanno un frontale alla stessa velocità, la dr5 sarà avvantaggiata. Non è la Panda che è insicura, ne tantomeno la dr5 che è sicura, è solo questione di stazza. È come se facessimo un frontale tra un Q7 da 27 quintali (4 stelle nel crash-test) e una 500 da 8 quintali (5 stelle) e dicessimo che la 500 è una trappola... Non avrebbe senso. Spero di essere stato chiaro abbastanza... Saluti
Pagine