La DR1 si dà allo sport e ai rally

29 novembre 2011

Al Motor Show il costruttore molisano presenterà la DR1 S, versione sportiva della sua citycar. Sarà seguita a settembre dalla DR1 SR da 100 CV, derivata dalla vettura che l'anno prossimo parteciperà al Campionato Italiano Rally.

La DR1 si dà allo sport e ai rally

ESTETICA MA NON SOLO - Rossa (ma anche nera o grigia) e con le strisce bianche, così si presenta esteticamente la nuova DR1 S (nelle foto) che sarà mostrata in anteprima al Motor Show di Bologna, in programma dal 3 al 11 dicembre. Una variante più sportiva della citycar italo-cinese con modifiche estetiche, motore 1.3 portato a 88 CV, grazie all'adozione di un nuovo scarico e filtri, impianto frenante potenziato e assetto irrigidito. È già ordinabile al prezzo di 8.880 euro: le consegne della DR1 S inizieranno dal prossimo marzo.

{C}

dr1_s_02.jpg

IMPEGNATA NEI RALLY - La DR1 S è però solo il primo passo verso un percorso di avvicinamento al mondo delle competizioni che il costruttore molisano vuole usare per dare visibilità al suo marchio. A settembre, infatti, la DR presenterà una versione ancora più potente (100 CV) denominata DR 1 SR: si tratterà della versione stradale della DR1 Rally che l'anno prossimo debutterà nel Campionato Italiano Rally con la scuderia RS Tecno.

MISSIONE GIOVANI PILOTI - Un impegno che rientra nel progetto “DR Scuderia Italia per i Giovani Piloti” con il quale il costruttore molisano vuole avvicinare i giovani al mondo dei rally, offrendo una vettura pronta corse a un prezzo accessibile: si parla di 20.000 euro.

> I prezzi aggiornati della DR1

> Il primo contatto della DR1 1.3 Ecopower Gpl

 

DR 1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
12
1
8
12
37
VOTO MEDIO
2,1
2.12857
70
Aggiungi un commento
Ritratto di fafner
30 novembre 2011 - 13:48
A quelle che citasti, aggiungerei anche la Skoda. Le prime erano indubbiamente "bruttine" ma, solide. Ora hanno raggiunto un'ottimo traguardo sia in affidabilità che, alla "vista"... Quanto alla tanto bistrattata DR1, non ebbi sinora l'occasione di guidarla ma conosco due persone che, vedo spesso, le quali, sono più che soddisfatte del loro acquisto e, non è gente incompetente in materia d'auto. A questo punto, che dire... boh... Saluti!
Ritratto di SPORTKA
30 novembre 2011 - 18:47
1
Hai ragione, erano brutte esteticamente ma già allora la Skoda apparteneva alla VW, quindi erano affidabili e robuste, anke se poco valutate. Ritornando alla Dr, posso dirti ke nella mia zona ce ne sono parekkie. Un giorno ero da un amico ke ha un'officina, ed arriva un tizio con una suv Dr5; non essendoci officine autorizzate nelle vicinanze, kiedeva di poter fare il primo tagliando. Il mio amico non conoscendo l'auto gli ha detto ke si sarebbe informato sui ricambi e di ritornare il giorno dopo. Ebbene, ha contattato un ricambista generalista, gli ha detto ke sarebbe arrivato tutto in 48 ore e così è stato. Ed il mio amico ke ha una Mercedes Classe C di solito x un pezzo aspetta anke una settimana.
Ritratto di fafner
1 dicembre 2011 - 14:07
Tornando alla DR1 che tanti vespai sollevò in questi, ed altri commenti riguardanti quest'auto, incontrai stamattina uno dei due signori menzionati nel mio primo scritto, proprietario da ca. un'anno di questa vettura. Volli togliermi il cosidetto dente e, chiesi delucidazioni in merito. Conclusione: macchina comoda, ottimamente accessoriata che, tiene bene la strada e, consuma pure poco (dotata d'impianto a Gpl). Testuali parole: "sono più che soddisfatto dell'acquisto e lo dice uno che, di auto, ne cambiò una decina"... A quanto pare, queste disprezzate DR1 non sono poi così male come in molti vogliono darci ad intendere. Evidentemente il pregiudizio, fine a se stesso, incombe anche sul mondo delle "quattro ruote"... Cordiali saluti. Wilhelm.
Ritratto di fogliato giancarlo
2 dicembre 2011 - 00:42
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di osmica
30 novembre 2011 - 11:57
Ma non e' neppure centrata? Sta piu' a sinistra che a destra!
Ritratto di Simone1996
1 dicembre 2011 - 12:18
Ahahahahahah si è vero! Anche sul cofano è asimmetrica, non credo sia un fatto di prospettiva della foto, è proprio storta: a parte che sta più a sinistra che a destra, ma poi non è neanche parallela con le strisce di gomma del tetto...
Ritratto di Limousine
30 novembre 2011 - 14:46
Premesso che auguro sempre alla DR Motor un futuro quanto mai roseo e ricco di soddisfazioni - soprattutto in virtù dell'imminente impegno assunto con lo sfortunato stabilimento di Termini Imerese -, è pur vero che adesso l'Azienda italo-cinese dovrà lavorare veramente SODO per migliorare e rafforzare la propria reputazione. Solo producendo veicoli affidabili e sicuri, infatti, potrà ritagliarsi - nell'affollato e iper-competitivo mercato attuale - un'apprezzabile fetta di mercato. Viceversa, sarebbe durissimo - se non IMPOSSIBILE - sopravvivere nell'odierno panorama automobilistico. Comunque, apprezzo l'impegno della DR Motor ed auspico una crescita costante del Marchio e dei suoi prodotti. Quanto alla nuova Dr1 "sportiva" ed alla prossima da 100CV, non sembrano malaccio e consentono pure a chi non può investire cifre "folli" di portarsi a casa un'auto nuova con un pizzico di "pepe" in più. Auguri DiRisio e impegnatevi con metodo e determinazione!
Ritratto di Il Checco
30 novembre 2011 - 16:47
Sinceramente mi dispiace per dr e per il signor Di Risio (a prescindere dai dati delle vendite che non conosco), l'idea come ho detto tante volte sarebbe stata buona se non avessero scelto un'azienda cinese per il progetto; un conto è importare prodotti di concezione e produzione cinesi, un altro è importare prodotti a marchio e tecnologia americani e giapponesi costruiti in Cina. Non ho mai visto una dr qui nella mia zona ed un motivo ci sarà, anche se possono essermi sfuggite essendo totalmente anonime e banali, e preferisco evitare qualsiasi altro ocmmento per non ripetere le solite critiche. Qui si legge che ora la dr vorrebbe entrare nel mondo dei rally e a questo punto mi viene da domandarmi se Di Risio sia folle o solo eccessivamente ambizioso! Chissà se troveranno dei kamikaze disposti a prendere parte alle corse o a comprare le versioni stradali. L'idea di produrre vecchi modelli Fiat (o qualsiasi altro costruttore europeo) sarebbe stata decisamente migliore di quella intrapresa, o magari importare col marchio dr i modelli Fiat dei mercati emergenti o extraeuropei. Comunque auguro alla casa molisana un futuro sempre più roseo, con l'auspicio che possa fare scelte e prodotti migliori!
Ritratto di maverick1980
30 novembre 2011 - 17:46
Ragazzi svegli con queste battute sui prodotti cinesi. Con le nuove vetture si sono già aggiudicati le 4 stelle Euroncap. Quanto pensiate ci mettano a costruire modelli da 5 stelle?poi hanno in mano le tecnologie della Volvo che in tema di sicurezza è sempre stata un esempio. Prepariamoci ad andare a portare i curriculum in aziende cinesi !
Ritratto di hornet72
30 novembre 2011 - 18:37
Diamoci fiducia, poi il tempo darà i suoi frutti alla Dr, come del resto è stato 20'anni fa per Seat e Skoda. Anzi, spero che a Termini Imerese (Pa), al piu presto ritorni il sito produttivo come in passato, sopratutto per quella povera gente!
Pagine