NEWS

DS 3 Crossback: una piccola con tecnologie da grande

29 gennaio 2019

La crossover DS 3 Crossback ha un look curato, ma dice la sua anche per quel che riguarda le tecnologie di bordo.

DS 3 Crossback: una piccola con tecnologie da grande

TANTE “PRIMIZIE” - La DS 3 Crossback, in arrivo nelle consessionarie a maggio 2019, è una crossover “piccola” solo nelle dimensioni (misura 412 cm in lunghezza), perché le tecnologie e gli equipaggiamenti sono da categoria superiore. È raro infatti che le crossover in questa fascia di prezzo, la stessa dell’Audi Q2, abbiano dotazioni come le maniglie esterne a scomparsa, viste solo su auto di lusso come la Range Rover Velar: avvicinandosi a meno di 1,5 metri dall’auto, la DS 3 Crossback “riconosce” il suo proprietario (deve tenere in tasca il telecomando), sblocca le serrature e fa fuoriuscire le maniglie, che rientrano automaticamente quando l’auto si muove o quando il proprietario di allontana. Ne beneficiano la linea dell’auto, più pulita, e anche i consumi, visto che una carrozzeria priva delle maniglie migliora l’aerodinamica e il comfort (ci sono meno fruscii).

SI ACCENDE CON LO SMARTPHONE - La DS 3 Crossback è dotata inoltre della funzionalità Smart Access, che permette di sbloccare le serrature e avviare il motore anche senza avere il telecomando. Questo sistema funziona attraverso l’applicazione per smartphone MyDS e la connettività bluetooth: il proprietario dell’auto può dare cinque chiavi virtuali d’accesso a famigliari o colleghi, che potranno usare l’auto senza avere con sé il telecomando. A richiesta non mancano sistemi di assistenza alla guida come il DS Drive Assist, che sfrutta il radar frontale e le telecamere per mantenere costante la distanza impostata dall’auto che precede: è utile in autostrada e nel traffico, dove l’auto frena e riaccelera da sola. Fra i punti di forza della DS 3 Crossback ci sono l’impianto stereo opzionale con 12 altoparlanti (quelli posteriori per i toni acuti sono nelle “pinne” sulle fiancate) e il sistema DS Park Pilot, che aiuta il guidatore nei parcheggi in parallelo e a pettine: al di sotto dei 30 km/h il sistema “guarda” la strada e trova l’area in cui parcheggiare l’auto, prima che il sistema inizi a controllare freni, volante e acceleratore per portare a termine le manovre (il guidatore deve tener premuto un tasto).

NON PASSA INOSSERVATA - La DS 3 Crossback ha un aspetto curato e d’impatto, per via di particolari distintivi come la grande mascherina anteriore, il tetto piatto e la “pinna” nelle fiancate. L'interno non è meno curato, perché si trovano dotazioni come il cruscotto digitale, lo schermo nella consolle di 10,3” ed i sedili riscaldabili. Dalla più grande e costosa DS 7 Crossback arrivano gli interruttori a forma di diamante e gli ambienti interni, personalizzazioni ispirate ad alcuni quartieri di Parigi (Montmartre, Bastille, Rivoli, Opera) che servono a dare un tono più o meno elegante all'auto. I motori sono il 3 cilindri 1.2 turbo a benzina da 100, 130 o 155 CV e il turbodiesel 1.5 da 100 CV o 130 CV, oltre all’elettrico da 136 CV della versione DS 3 Crossback E-Tense, che secondo la casa francese avrà un’autonomia di circa 300 km.

DS 3 Crossback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
126
83
31
23
65
VOTO MEDIO
3,6
3.55488
328


Aggiungi un commento
Ritratto di Robbie4379
30 gennaio 2019 - 14:15
Sono d'accordo con te per certe scelte di design che invecchiano facilmente. Purtroppo nel gruppo PSA ognuno sta cercando una identità stilistica ben precisa per non cannibbalizzare le vendite a parità di categoria. Ad esempio della Renault non sopporto la lacrima.led delle luci diurne, ciononostante nella valutazione del mio prossimo acquisto sto valutando tra le altre anche la Grand Scenic per una questione di spazio interno.
Ritratto di francesco.87
29 gennaio 2019 - 23:21
stupenda dentro e fuori! il resto è noia
Ritratto di supermax63
30 gennaio 2019 - 02:19
Nel posteriore mi ricorda la Opel Grandland X, non per nulla Opel è PSA
Ritratto di Metalmachine
30 gennaio 2019 - 07:32
1
A me sembra riuscita...
Ritratto di Dr.Torque
30 gennaio 2019 - 09:23
Trovo la linea della carrozzeria riuscita mentre gli interni mostrano un carattere che non incontra i miei gusti: eccessiva la ripetizione del tema della losanga. La dimensione è quella sensata per un utilizzo a 360° ma nelle motorizzazioni manca un ibrido, quello che servirebbe nel mercato (specie metropolitano) di oggi.
Ritratto di ziobell0
30 gennaio 2019 - 09:59
design tormentato, tempo un anno e l'effetto originalità sarà sparito
Ritratto di Fra977
30 gennaio 2019 - 11:37
Hanno voluto creare l'anti CHR,ma non so se riuscirà in questo compito. La linea è molto particolare,gli interni pure ma troppo pasticciati. La classica auto che la ami o la odi. Poi,su Citroen,spero che sia migliorata l'affidabilità generale che non è stata mai al top.
Ritratto di Fra977
30 gennaio 2019 - 11:50
Cmq piacevole,le idee originali non guastano mai. Gli do tre volanti!
Ritratto di SHVRENTZ
30 gennaio 2019 - 13:21
Ma che è sta cafonata?
Ritratto di mattiak
30 gennaio 2019 - 14:53
1
qualcosa di diverso per chi ha coraggio di osare...sicuramente si distingue...poi è come l'arte...chi la capisce.. troppe critiche ,la macchina sembra ben fatta...è solo la diversità che vi offusca forse!...curioso di sapere il prezzo ma credo partirà dai 25k
Pagine