DS 3 Crossback: è piccola, ma sciccosa

13 settembre 2018

In arrivo a maggio 2019 la nuova crossover DS 3 Crossback è un modello ricco di personalità con dotazioni da categoria superiore.

DS 3 Crossback: è piccola, ma sciccosa

STILE DECISO - Fra i quattro marchi del gruppo PSA, la DS è quello che più degli altri (Citroën, Opel, Peugeot) punta sullo stile e sulla cura per i dettagli. Queste caratteristiche si ritrovano nella DS 3 Crossback, una crossover compatta lunga 412 cm. Il look ricercato e interni rifiniti con grande attenzione la pongono come alternativa anche ad Audi Q2 e Mini Countryman. La DS 3 Crossback insomma non “tradisce” lo spirito della casa francese, che da quando è diventata un marchio indipendente (nel 2014) ha voluto dare un'impronta forte ai suoi modelli. L'ultima nata spicca per la grande mascherina anteriore, le maniglie nascoste nelle portiere (fuoriescono avvicinandosi all'auto) e sull'originale pinna nella fiancata, un dettaglio che ha una giustificazione tecnica oltre a essere un inconfondibile tratto di stile: fa infatti da supporto ai tweeter posteriori dell'impianto stereo . Ed è una caratteristica che già contraddistingue pure la DS 3, la prima auto del marchio francese, che però non avrà un erede.

TANTA QUALITÀ - L'interno della DS 3 Crossback 2019 non è meno curato, perché si trovano dotazioni rare su un modello di questa categoria: si potranno avere il cruscotto digitale, lo schermo nella consolle di 10,3” ed i sedili riscaldabili. Non mancherà neppure l'head-up display, un pannello trasparente alla base del parabrezza dove sono riportate informazioni essenziali come la velocità o le indicazioni del navigatore satellitare. Dalla più grande e costosa DS 7 Crossback arrivano gli interruttori a forma di diamante e gli ambienti interni, personalizzazioni ispirate ad alcuni quartieri di Parigi (Montmartre, Bastille, Rivoli, Opera) che servono a dare un tono più o meno elegante all'auto, disponibile inoltre con dieci diversi tipi di cerchi (fino a 18”), dieci vernici per la carrozzeria e tre colori per il tetto. Quest'ultimo, grazie ai montanti neri, dà l'impressione di essere sospeso. Alla DS dicono inoltre di aver curato molto l'isolamento acustico, servendosi di vetri laterali più spessi e di un parabrezza in grado di schermare i rumori esterni.

ANCHE ELETTRICA - La DS 3 Crossback è ricca di contenuti anche a livello meccanico, perché si avvale della nuova piattaforma destinata alle future crossover della PSA: si chiama CMP, ha la trazione sulle ruote davanti ed è più leggera di 40 kg rispetto alla vecchia. Fra le particolarità c'è quella di ospitare sotto il pavimento le batterie di una versione con motore elettrico, che nel caso della DS 3 Crossback si chiama E-Tense e promette un'autonomia di 300 chilometri (misurati secondo il ciclo WLTP). Le pile possono immagazzinare 50 kWh di energia e alimentano un motore da 136 CV, stando alla DS, che sebbene non abbia ancora omologato l'auto (i valori dichiarati sono provvisori) dichiara uno 0-100 km/h in 8,7 secondi e una velocità massima di 150 km/h. La DS 3 Crossback E-Tense arriverà sul mercato solo nella seconda parte del 2019, probabilmente a ottobre. Gli altri motori, disponibili prima dell'estate, sono il 1.2 turbo a benzina da 100, 130 o 155 CV e il diesel 1.5 da 100 CV o 130 CV, abbinati al cambio manuale a 6 marce o all'automatico a 8 (per il benzina da 155 CV). Il baule inoltre è nella media per una vettura di queste dimensioni: 352 litri.

FRENA DA SOLA - Fra i punti di forza della DS 3 Crossback c'è anche l'equipaggiamento in materia di sicurezza e assistenza alla guida, molto completo per una vettura in questa fascia di prezzo (dovrebbe partire da circa 24.000 euro): si potranno avere il sistema di parcheggio semi-automatico, il regolatore di velocità adattivo (funziona sino a 180 km/h), la frenata automatica d'emergenza fino a 140 km/h ed i fari anteriori a matrice led, dotati di un software che spegne automaticamente i singoli punti luce per modulare il fascio e non abbagliare chi guida in direzione contraria.

DS 3 Crossback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
17
23
18
49
VOTO MEDIO
2,9
2.885135
148


Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
13 settembre 2018 - 22:19
2
Come le concorrenti più blasonate, tra l'altro.
Ritratto di Agl75
13 settembre 2018 - 22:33
Pare che la DS abbia difficoltà in Italia per via delle scelte fatte sui concessionari: non tutti i Citroen sono automaticamente DS ma devono avere determinati requisiti di metratura, ecc... in sintesi devono poter apparire “fighi” proprio perché la DS vuole staccarsi completamente dal resto del suo ex marchio. Opinabile soprattutto perché vende molto poco.
Ritratto di Giuliopedrali
14 settembre 2018 - 08:26
Un concessionario dalle mio parti ha Citroën e DS e crede molto poco in DS anche con la DS7 però penso che con questa si ricredera'. Tiene anche la DR molisano cinese che in effetti è superiore a Citroën come qualità, basta salirci.
Ritratto di FULVIO ALOISIO
14 settembre 2018 - 11:48
DR superiore a Citroen? Cosa ti sei bevuto?
Ritratto di Giuliopedrali
14 settembre 2018 - 22:31
Sali su una Citroën piccola o media, e poi su una DR4, prova anche solo a chiudere una portiera e a toccare le parti nascoste, sulle Citroën, a fianco della DR, sembravano staccarsi...
Ritratto di AMG
13 settembre 2018 - 20:06
Wow!!! Se ne potranno dire di cose; ma ad essere sincero pur essendo utente che solitamente sputa su DS come marchio per le tante sciocchezze proposte, ricarrozzamenti di citroen proposti a prezzi allucinanti e cose simili.... Devo dire che questo ennesimo crossover si ritaglia bene un suo "perché" già nel superaffollato parco auto. E' un modello che osa, e si distingue con decisione dalla massa di utilitarie rialzate con design più o meno anonimi che vediamo ogni giorno per strada. Ha un suo design proprio sia negli interni che negli esterni e potrà anche non piacere ma a me piace da matti... Non tanto l'auto.. né la categoria, ma impazzisco letteralmente per la personalità. Non saprei come dire, non mi piace ma al tempo stesso mi piace. Ha una coda della carrozzeria veramente di design, un frontale particolare che non esiterei a dichiarare di influenza asiatica e una fiancata spezzata da quell'elemento che è anche sulla DS3 che per dire non mi piace però da tono a un prodotto che alternativamente non farebbe la differenza. Interni dal sapore un po' vintage per le bocchette d'aria laterali e i rombi centrali, mi piace. E anche la meccanica per una volta sembra all'altezza!! E' una piattaforma inedita, la proporranno anche completamente elettrica, insomma penso sia la prima DS che mi potrebbe far cambiare opinione sul marchio (non che trovi la DS 7 brutta ma ha copiato il Q7, si pizza contro concorrenti accaniti e non offre un vero passo in più)
Ritratto di Giuliopedrali
13 settembre 2018 - 21:20
Be hai detto quasi quello che volevo dire io.
Ritratto di Ercole1994
13 settembre 2018 - 20:09
Allora, ricapitoliamo: come proporzioni complessive, è ok, ma i vari dettagli, la rendono un po' pacchiana. Mi riferisco specialmente alle "lacrimuccie" dei fari diurni, come alla pinna vicino al montante centrale, che sinceramente, avrei evitato. Internamente, non sembra niente male come cura complessiva, ma anche qui, i piccoli dettagli forzatamente originali, rovinano il disegno generale.
Ritratto di marcoveneto
13 settembre 2018 - 20:51
Originali le bocchette laterali sui pannelli porta.. Come le BMW di un tempo.. Devo dire che in foto non è male.. Anche la ds7 non mi dispiace.. Ma aspetto a vederle dal vivo..
Ritratto di probus78
13 settembre 2018 - 21:05
È pacchiana dentro e fuori. Sembra una C3 aircross vestita con un abito di carnevale stile maschera di arlecchino. Quel musone anteriore poi si rifà troppo alla forma e dimensione del tipico recente corso stilistico Audi.
Pagine