DS 5: la nuova era del marchio francese

5 marzo 2015

La Citroën pensa che il marchio DS sia maturo per camminare con la sue gambe: a Ginevra il nuovo logo e l’aggiornata DS 5.

DS 5: la nuova era del marchio francese
ADESSO “CAMMINO” DA SOLA - Dopo la “separazione” dalla Citroën avvenuta nel giugno 2014, il marchio DS presenta al Salone dell’auto di Ginevra il suo nuovo logo: è composto dal monogramma DS abbinato al nome DS Automobiles e alla firma “Spirit of Avant-Garde” (spirito innovativo). L’obiettivo mai nascosto è rinnovare l’alto di gamma francese. La prima auto di serie ad inaugurare l’identità del marchio è la nuova DS 5, l’ammiraglia aggiornata specie nel frontale e nella connettività di bordo. La calandra verticale con il simbolo DS al centro è ispirata alle DS del passato mentre i fari anteriori adottano la nuova tecnologia mista xeno-led che ha debuttato lo scorso luglio sulla DS 3. Lo schermo touchscreen a colori da 7 pollici di ultima generazione, migliora l’ergonomia (ci sono 12 pulsanti in meno sulla consolle centrale) ed è dotato di funzione Mirror Screen per la duplicazione dei contenuti dello smartphone. 
 
 
I MOTORI - La DS 5 sarà disponibile con 5 motori Euro 6 ai quali si aggiungerà entro fine anno il 1.6 THP da 210 CV: il 1.6 THP da 165 CV con cambio automatico a sei marce, il 1.6 BlueHDi da 120 CV e 300 Nm (dal secondo semestre anche con cambio automatico), il 2.0 BlueHDi da 150 CV e 370 Nm o da 180 CV e 400 NM e la Hybrid diesel 4x4 da 200 CV. Ai dispositivi di sicurezza già esistenti si aggiunge il monitoraggio dell’angolo cieco. 
 
 
PASSATO, PRESENTE E FUTURO - A Ginevra c’è spazio anche per due show car, la DS 5 Moon Dust caratterizzata dalla vernice grigio opaco e da esclusive finiture interne, e la DS 21 Pallas con carrozzeria blu inchiostro e interni in pelle semi-anilina. La visione futura del marchio è invece rappresentata dalla Divine DS, compatta concept car a quattro porte già presentata a Parigi nel settembre scorso.
VIDEO
loading.......
DS 5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
40
18
13
8
7
VOTO MEDIO
3,9
3.88372
86
Aggiungi un commento
Ritratto di Lo Stregone
5 marzo 2015 - 15:11
a lungo.
Ritratto di hulk74
5 marzo 2015 - 13:07
A chi possa rivolgere... Se si hanno 40.000€ credo si guardi altro
Ritratto di Sepp0
5 marzo 2015 - 13:38
...ma se continuiamo a ragionare così, tra 10 anni le uniche auto da 40k in su saranno solo Audi/Mercedes/BMW. Ok che sono sovraprezzate, ma non è che le altre case generaliste possono essere costrette a fare delle segmento D "alla pari" con le tedesche vendendole al 30% in meno, sarebbe un bagno di sangue a livello economico.
Ritratto di wesker8719
5 marzo 2015 - 15:05
ok a livello di design non è male e anche come interni si difende bane ma tu spiegami in cosa questa sarebbe al pari delle tedesche premium ? nella meccanica ?nei motori ? nella tecnologia? qualità stradali? IMHO in nessuna di queste...
Ritratto di Sepp0
5 marzo 2015 - 15:58
...si difenda bene un po' in tutti i comparti. Non ha la sterminata serie di motori/trazioni/cambi delle concorrenti tedesche, ma coi numeri che fa non è nemmeno pensabile. Il prezzo d'attacco è tipo 31k mi pare, non è nemmeno moltissimo. Personalmente, ripeto se avessi un budget di circa 35k invece dei 30k scarsi che mi ritrovo, ci farei più di un pensierino. Oltre i 40k no, ma semplicemente perchè cambierei tipo di auto proprio.
Ritratto di wesker8719
6 marzo 2015 - 12:06
a me piaceva la precedente ma a livello motori è scarsa ,la versione ibrida è veramente semi-ridicola a partire dalla trasmissione utilizzata per finire con le prestazioni , la meccanica è da segmento inferiore e già questo me ne impedirebbe l'acquisto ,se vogliono rendere davvero premium il marchio DS devono ripartire da zero con le prossime generazioni degli attuali modelli ....
Ritratto di hulk74
5 marzo 2015 - 15:06
Ma tu che faresti con 50.000€ da spendere? Prendi una sorento? Prendi una DS5? Una 508? Una lexus? Tutte buone auto, ma che non reggono il confronto con le 3 crucche. Come prendere A3, serie 1 e classe a, sono un inutile bagno di sangue. Vedremo la GIULIA...
Ritratto di Lo Stregone
5 marzo 2015 - 15:23
Hai nominato proprio la Giulia. Io temo, dalle indicscrezioni lette nei mesi scorsi, che non sarà tanto regalata. Quelli là vorrebbero farla competere con i marchi tedeschi: si accomodino; motori inediti, e poi si dovrà capire il design, se sarà gradevole oppure sgraziato. Io non mi faccio illusioni. Vogliono rilanciarsi. D'accordo. Dovranno sperare di riuscirci, altrimenti, se il pubblico la boccerà, saranno dolori...
Ritratto di Sepp0
5 marzo 2015 - 16:11
...50 mila non sono 40 mila e a 50 mila le opzioni iniziano ad assottigliarsi, le uniche alternative alla triade diventano tipo Jaguar, Lexus e Volvo. Tutti e tre i marchi "alternativi" fanno delle gran macchine, in quella fascia di prezzo.
Ritratto di hulk74
5 marzo 2015 - 17:52
Concordo... Ma gli interni di DS 5 sono piuttosto bruttini paragonati a jaguar, Volvo, lexus...
Pagine