NEWS

Ecotassa 2019 sulle auto: il limite sale a 160 g/km di CO2

18 dicembre 2018

Continua la “telenovela” sul sistema di bonus malus che verrà introdotto il prossimo anno. Ora è un tweet a dare nuove informazioni.

Ecotassa 2019 sulle auto: il limite sale a 160 g/km di CO2

LIMITE PIÙ ALTO - Non passa giorno in cui non ci sia un ripensamento o modifica riguardo al sistema di incentivi e tasse per l’acquisto di un'auto nuova previsti nella manovra economica per il 2019 che il Governo sta mettendo a punto in vista dell’approvazione entro il 31 dicembre. Inizialmente il meccanismo prevedeva una tassa una tantum o un incentivo in base alla CO2 omologata per la singola vettura, come nella tabella seguente.

  CO2 (g/km) IMPORTO (€)
INCENTIVO 0-20 6000
  21-70 3000
  71-90 1500
     
TASSA 110-120 150
  121-130 300
  131-140 400
  141-150 500
  151-160 1000
  161-175 1500
  176-190 2000
  191-250 2500
  250 e oltre 3000


Ma le polemiche sono subito state feroci, perché il meccanismo iniziale aggiunge tasse anche per vetture di piccola cilindrata e prezzo d’acquisto ridotto e premia auto elettriche o ibride di lusso. Nel vertice di maggioranza tenutosi domenica scorsa sono stati decisi i correttivi definitivi, che oggi sono stati anticipati dal sottosegretario alle infrastrutture Michele Dell’Orco via Twitter. A quanto pare il limite minimo per pagare la tassa una tantum salirà da 110 a 160 g/km di CO2, una soglia che esclude auto come Fiat Panda, 500 e Tipo.

ECOBONUS PER IBRIDE ED ELETTRICHE - Dell’Orco ha confermato inoltre che non verrà stravolto il meccanismo dell'ecobonus, che al contrario di quanto avviene per l'ecotassa prevede sgravi all'acquisto per le vetture meno inquinanti: è previsto fino a un massimo di 6000 euro per le auto elettriche. Il testo definito dovrebbe essere approvato entro venerdì 21 dicembre. L'applicazione del meccanismo di bonus malus è previsto da marzo 2019.





Aggiungi un commento
Ritratto di Davz
18 dicembre 2018 - 15:49
Praticamente sparirà il benzina medio/alto di gamma. Credevo ci fosse la guerra ai diesel invece uscirà ringalluzzito.
Ritratto di str
18 dicembre 2018 - 15:53
Non mi semrba, saranno tassati i poveri (es. 500X) per dare un aiuto ai ricchi e a Trump (Tesla)
Ritratto di Davz
18 dicembre 2018 - 16:35
Intendi la 500X a benza?
Ritratto di deutsch
18 dicembre 2018 - 17:10
4
Non tutti potrebbeto essere daccordo che la suv 500x sia un'auto da povero
Ritratto di probus78
18 dicembre 2018 - 15:51
Errore madornale mettere nuove tasse nel settore automotive. I nuovi acquisti caleranno e con essi gli introiti statali per Iva. Inutile incentivare acquisto elettrico se ancora non abbiamo una rete di distribuzione e men che meno idea di come produrre il surplus di energia elettrica. Dovrebbero detassare settore automotive e far ripartire il mercato auto e con Iva in più mettere incentivi rottamazioni euro 0, 1 e 2.
Ritratto di str
18 dicembre 2018 - 15:52
Giusto. Ma anche tassare Amazon che fa fare il giro d'Italia a camioncini inquinanti, ridurre i voli aerei, ...
Ritratto di Giuliopedrali
18 dicembre 2018 - 15:52
Bisognava gradualmente incentivare cioè fare pagare meno le auto più ecologiche, dal GPL al metano, all'ibrido ecc, senza tassare le più inquinanti (Fiat e tedesche). Certo che Fiat non fa neanche più quelle a GPL...
Ritratto di str
18 dicembre 2018 - 15:56
Il Gpl è stata accantonato dal Wltp, i grandi diesel hanno deroghe alle emissioni. Secondo Te spariranno le ferrari, i Ram, le Porshe, le Lexus, ecc. Direi di no, andranno in crisi quelli che comprano una 500L.
Ritratto di deutsch
18 dicembre 2018 - 16:12
4
Metano e gpl emettono un po meno co2, ma non cosi tanto, ma sugli altri inquinanti c'è contrasto e confusione. Il metano in alcune regioni manco c'é. Anche gpl e metano hanno i loro problemi e sono presenti principalmente su auto piccole soprattutto gruppo fca e vw
Ritratto di Giuliopedrali
18 dicembre 2018 - 16:13
Però tra queste spariranno di meno le Lexus. Nel senso che pure Ferrari o Porsche si stanno uniformando a Tesla o a Lexus.
Pagine