Entro tre anni, quasi una Nissan su due sarà “elettrificata”

8 marzo 2019

Parliamo di auto elettriche e ibride, e lo facciamo col vice presidente di Nissan in Europa, Gianluca de Ficchy, nell'ambito di un incontro con i giornalisti.

Entro tre anni, quasi una Nissan su due sarà “elettrificata”

Le auto elettriche e quelle ibride si stanno facendo largo sul mercato, e la Nissan punta a venderne parecchie.
Sì, in Europa entro il 2022 puntiamo a “elettrificare” il 90% della nostra gamma di vetture, e far toccare a elettriche e ibride il 42% delle nostre vendite. Ben più di quanto dovrebbe crescere il mercato, dove è prevista una media del 9% per questo tipo di auto.

Cosa spingerà i clienti a comprarle?
Sta crescendo la sensibilità verso le tematiche ambientali. Ma ovviamente conta molto anche la spinta dei legislatori, visto che l’UE punta fortemente a ridurre le emissioni di anidride carbonica. Questo obbliga i costruttori a progettare veicoli sempre più efficienti. E l’ibrido in questo può aiutare molto. L’elettrico “puro” si affermerà più nel lungo periodo; anche in forza dello stop che molti paesi hanno già dichiarato per i modelli a benzina e a gasolio, dalla Norvegia al Regno Unito. Per non parlare delle limitazioni alla circolazione a livello locale, che riguardano anche grandi città.

In fatto di ibrido, in Giappone già vendete modelli con tecnologia e-Power, in cui un propulsore a benzina trascina un generatore per produrre energia. Mentre a dare trazione ci pensa un’unità elettrica. Quando le vedremo in Europa?
Presto, molto presto. E siamo convinti che presentino diversi vantaggi. Rispetto alle elettriche pure offrono un’elevata autonomia e un minor peso delle batterie, grazie al fatto che l’energia elettrica viene prodotta di continuo. Mentre rispetto ai modelli tradizionali presentano una maggiore efficienza, perché il motore a benzina lavora al suo regime ottimale. Lo scatto poi è quello fulmineo delle auto a batteria. Qui a Ginevra abbiamo portato la IMq (scoprila qui), che estremizza questo concetto impiegando addirittura quattro motori elettrici, uno per ruota, per un totale di 340 cavalli.
 



Aggiungi un commento
Ritratto di impala
8 marzo 2019 - 17:49
... si, poi con la tecnologia renault andra a pezzo
Ritratto di andywaxer
8 marzo 2019 - 23:30
Continuo a chiedermi come verrà prodotto il surplus di energia elettrica necessario per questo boom di auto a batteria. Boom che puzza di biechi fini commerciali piuttosto che di sensibilità ambientale, e che ci stanno imponendo in base a teorie discutibili e numeri non del tutto verificabili.
Ritratto di Giuliopedrali
9 marzo 2019 - 09:07
Speriamo diano anche delle piccole scosse elettriche ai designer della produzione di serie Nissan, perchè ce ne vuole ancora...