Torna in Italia la Toyota Corolla

28 agosto 2018

L'erede della Auris torna a chiamarsi Corolla: il nuovo modello avrà lo stesso nome in tutto il mondo e sarà in vendita da marzo 2019.

Torna in Italia la Toyota Corolla

UN NOME PER L'EUROPA - Mostrata in anteprima nel marzo 2018 al Salone dell'automobile di Ginevra come la nuova Auris (qui la news), la berlina compatta della Toyota subirà un'importante modifica prima dell'arrivo negli autosaloni a marzo 2019: il nome infatti cambierà da Auris a Corolla. La casa giapponese ha deciso un po' a sorpresa di rinunciare al nome Auris (utilizzato solo in Europa dal 2007) e tornare al più noto Corolla, che dal 1966 identifica la famiglia delle berline a quattro porte, cinque porte o station wagon più diffusa al mondo, nota anche per essere l'auto più venduta di sempre (oltre 45 milioni di esemplari). La Toyota ha deciso di semplificare e usare un nome per tutti i mercati.

DUE SISTEMI IBRIDI - La Toyota Corolla 2019 utilizza la nuova piattaforma TNGA della casa giapponese, che porta numerosi vantaggi in termini di riduzione del peso, rigidità strutturale e sospensioni multi-link al posteriore a tutto vantaggio di migliorate doti stradali e sicurezza di guida. La nuova Corolla ha un look più proporzionato e slanciato rispetto alla precedente Auris, complice la lunghezza superiore di 4 cm (437 cm in tutto) e l'altezza inferiore di 4,7 cm. In Italia il nuovo modello sarà disponibile con due diversi sistemi di propulsore ibrida: quello che si basa sul 4 cilindri 1.8 per complessivi 122 CV (lo stesso della crossover Toyota C-HR) e quello che utilizza il nuovo 2.0 per complessivi 180 CV. Nelle intenzioni della Toyota quest’ultimo dovrebbe soddisfare gli automobilisti più esigenti dal punto di vista della brillantezza di marcia e delle prestazioni. Nuovo pure il cambio CVT a variazione continua di rapporto. Al prossimo Salone dell'automobile di Parigi (2-14 ottobre) sarà mostrata la variante station wagon, chiamata Toyota Corolla Touring Sports.

Toyota Corolla
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
18
11
5
1
VOTO MEDIO
4,2
4.223685
76
Aggiungi un commento
29 agosto 2018 - 09:19
L'unico nome davvero famoso di una coreana in Europa credo sia Pony che esiste dagli anni 70: fu presentata al salone di Torino del 1974.
Ritratto di MirtilloHSD
29 agosto 2018 - 13:28
4
Hyundai?
Ritratto di MirtilloHSD
29 agosto 2018 - 13:30
4
Effettivamente le coreane e le giapponesi, nella maggior parte dei casi, hanno nomi "non storici". Ad eccezione di auto come Yaris, Swift, Corolla, Pajero, Outlander, Pathfender, Impreza, Lancer...
29 agosto 2018 - 19:19
AE86 Sprinter Trueno, Supra, Camry, Century, Crown, Yaris (ormai ha 20 anni), Hilux, Land Cruiser, RAV4, queste solo per Toyota, poi vedi Honda,Mazda,Nissan, anche loro hanno una bella sfilza di nomi storici.
Ritratto di MirtilloHSD
31 agosto 2018 - 13:59
4
Wow, io ne ho nominati solo un terzo! Quanti nomi!
Ritratto di Delfino1
29 agosto 2018 - 07:54
Comunque, va bene niente diesel, ma un classico motore a benzina con cambio manuale no?
Ritratto di Leonal1980
29 agosto 2018 - 08:51
3
Perché vuoi inquinare per forza se no non stai bene?
Ritratto di Delfino1
29 agosto 2018 - 12:10
Non ho capito il tono di questa risposta... Va beh, provo a spiegarmi meglio. Un motore tipo il 1.5 turbo della Honda Civic con un bel cambio manuale a 6 marce non sarebbe stato bene?
Ritratto di MirtilloHSD
29 agosto 2018 - 13:34
4
Temo che Toyota, calcolando che in Europa entro un anno toglierà i diesel da tutti i mercati, lascerà i benzina ancora per poco, sulle auto più grandi (rimarrano magari su AYGO e Yaris, anche se sulla prima si potrebbe usare un mild ricavato dalla Partnership Suzuki. Il prezzo, come sulle varie Swift, Balneo e Ignis, aumenterebbe solo di 1000 euro). Però è una mia ipotesi (anche se i divieti di vendita dei termici non così lontani in alcuni paesi - vedi Olanda nel 2025 - potrebbero darmi ragione)
Ritratto di freaklondon
29 agosto 2018 - 08:27
A proposito di nomi confesso: ho sempre desiderato una Mazda LaPuta nel mio garage!!
Pagine