NEWS

FCA: 1.800 assunzioni a Cassino

24 novembre 2016

La fabbrica dell'Alfa Romeo potenzierà la sua produzione, come annunciato oggi durante la visita del Presidente del Consiglio.

FCA: 1.800 assunzioni a Cassino

GIULIA E STELVIO CREANO LAVORO - Entro due anni Fiat Chrysler Automobiles procederà a 1.800 nuove assunzioni per lo stabilimento di Cassino. Lo ha comunicato ufficialmente Alfredo Altavilla, responsabile per Europa, Medioriente e Africa della FCA. L’annuncio è stato dato nell’ambito dell’assemblea Anfia svoltasi nella fabbrica FCA di Piedimonte San Germano, vicino a Cassino, in provincia di Frosinone, dove viene prodotta l’Alfa Romeo Giulia (guarda il video qui sotto) e dove verrà fabbricata la Stelvio. L’appuntamento è stato anche accompagnato dalla presenza nello stabilimento FCA dell’amministratore delegato FCA, Sergio Marchionne, che ha fatto gli onori di casa con il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi (entrambi nella foto qui sopra), in visita a Cassino assieme al ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda.

STABILIMENTO IN GRANDE RILANCIO - Attualmente lo stabilimento di Cassino occupa 4.300 dipendenti ma le esigenze legate alle nuove produzioni porteranno appunto a un sensibile aumento, con i 1.800 nuovi posti annunciati da Altavilla per il 2018, cioè per quando la produzione sarà a pieno regime. Lo stesso Altavilla ha anche ricordato come dal 2013 a oggi il gruppo FCA abbia effettuato quasi 6.000 assunzioni presso i suoi stabilimenti in Italia. L’annuncio dei nuovi posti di lavoro è stato commentato anche dal premier Matteo Renzi, che ha coniugato la notizia in chiave referendaria e con un’aggiunta di auspicio ottimistico: "Se qualche anno fa i profeti del 'dico no a tutto' - ha detto Renzi - avessero avuto la meglio... oggi non ci sarebbe una presenza di 4.300 lavoratori a Cassino che diventeranno 6.300, 200 in più li prenderete spero, nei prossimi 18-24 mesi", ha detto il premier intervenendo all'assembla dell'Anfia e rivolgendosi direttamente a Marchionne e Altavilla.





Aggiungi un commento
Ritratto di Utente_1976
25 novembre 2016 - 07:52
x golfista97: Che Marchionne odi Lancia non credo proprio, visto che come rapporto investimenti-utili prodotti forse fa anche meglio di Jeep (forse esagero eh…). La Ypsilon stravende – pur avendo tagliato la rete concessionari europea. Il punto è che bisogna SEMPRE ricordarsi che Marchionne ha preso in mano un Gruppo fallito, che per farlo sopravvivere ha dovuto prendersi (quasi gratis) UN ALTRO Gruppo fallito e che ha voluto portare avanti la „strana coppia“ (che secondo Winterkorn, Mc Cain e qualche altro figuro doveva morire in quattro e quattr’otto) senza aiuti statali, anzi rendendola indipendente sia da Iveco che da Ferrari, che per decenni avevano mantenuto Fiat (anzi, nell’ultimo decennio manco con loro si stava in pareggio). Detto questo, il „braccino corto“ di Marchionne forse che forse diventa più comprensibile. Non per fare il tifoso di Sergio (che sono, senza ombra di dubbio): ma la storia di FCA in questo decennio è la storia di un capolavoro manageriale, e non solo per questioni finanziarie. Pensa alla rimessa a nuovo di tutti gli stabilimenti, che ora sono alla stra-avanguardia. Siamo ancora infondo a molte classifiche solo perché sia Fiat che Chrysler nei rispettivi continenti si portano dietro una reputazione orribile, quindi qualsiasi cosa viene percepita come difetto (mentre il cliente che fa statistica su J D Power passa sopra moltissime cose nel caso di una VW o di una Audi). Ma prima o poi deve cambiare, perché se gli stabilimenti continuano a prendere premi da guru della Qualità, è semplicemente illogico che i prodotti non siano qualitativamente all’altezza. IMHO tra 20 anni il caso FCA-Chrysler verrà studiato come uno dei grandi capolavori manageriali del ventunesimo secolo. Non esagero, credo. PS: Io non so se Lancia verrà rilanciata, ma non lo escluderei. I pianali sono lì, molti già ammortizzati (B-Wide, C-Wide). Potrebbero ricarrozzarli “come Iddio comanda”, e fare una gamma completa con poche risorse e con la possibilità di offrire molto a prezzi concorrenziali.
Ritratto di golfista97
25 novembre 2016 - 09:15
La ypsilon stravende perchè te la tirano dietro, io parlo della Lancia, la vera Lancia, e lo ha detto in varie conferenze che non ha la storia per vendere, cosa assolutamente falsa, perchè tutti gli appassionati, in tutto il mondo, sanno cosa lancia ha fatto. Io non adoro Marchionne, ad essere sincero, ma sono d'accordo che ha risollevato Fiat, e che i risultati si cominciano a vedere, ma continuo a non vedere, per adesso, un futuro per Lancia. Magari quando Alfa si sarà completamente risollevata le cose saranno diverse, questo non lo so, e sinceramente lo spero, e lo dice uno che una Fiat non se la comprerebbe mai, invece per una Giulia ci farei un pensierino. Chrysler come reputazione se la batte con GM, il che è tutto un dire, molti si lamentano per esempio delle fascette in plastica che tengono unite le linee della carburante. Detto questo, non sono le uniche, ognuno ha i suoi problemi. Mi sembra che un po' di aiuti, almeno in america, li abbiano ricevuti però, almeno condizioni molto vantaggiose
Ritratto di Utente_1976
25 novembre 2016 - 09:49
xgolfista97: In America marchionne ha ricevuto soldi in prestito, che ha ripagato appena possibile, perché gli interessi erano altissimi. GM invece ha avuto soldi in conto capitale, con tutte le conseguenze del caso (sia per GM che per le tasche degli americani). Marchionne è stato comunque un negoziatore fantastico, visto che senza di lui Chrysler sarebbe stata mandata al macello, senza se e senza ma (puoi vederti il report „resurrecting Chrysler“ su you tube per farti un’idea). La cosa per cui lo ammiro di più è come ha saputo rimettere a nuovo la quasi totalità della struttura produttiva di FCA in anni di vacche magrissime. Ancora non riesco a capire come abbia fatto. Altro che uomo di finanza.
Ritratto di nicktwo
25 novembre 2016 - 09:56
senza polemica ma io aspetterei prima di vedere come vanno le cose con le nuove alfa e le relative vendite... mi spiego, giulia e' una macchina dinamicamente straordinaria in assoluto e inimmagginabbile all'interno del brand se si pensa al fatto che a un certo punto alfa aveva a listino solo mito e giulietta... con giulia, in piena tradizione alfa (come tutti avevano chiesto per decenni) ci si e' focalizzati su trazione posteriore, freni assetto e sterzo da top della categoria, motori anche loro al vertice e comunque interni e confort che se la batte con le varie tedesche e jaguar ... ma qui sembra che la cosa, una volta realizzata, non faccia grandissima presa e si inizia a sentir parlare di pollici scomodi sul volante, volante troppo sensibile, alette che quando le tocchi di graffi il dito, schermo ancora troppo piccolo, passaggi fra le schermate di navigazione lenti, eccedera... insomma quando uno (intendendo il cliente medio) sta a fare immotivatamente il difficile lo si vede ed e' quindi normale che uno ( = il costruttore) che gia' si e' sbilanciato tutto fa tranne che ulteriormente sbilanciarsi... secondo me se gli italiani in primis dimostreranno che sono maturi da apprezzare il nuovo corso alfa allora un nuovo corso per lancia non e' una kimera, in caso contrario buona auto premium tedesca a tutti e vai di sola fiat ferrari e, volendo, maserati... saluti
Ritratto di Utente_1976
25 novembre 2016 - 10:43
X nicktwo: Quoto anche le virgole, in particolare il finale. Solo un piccolo appunto: Alfa per me gliela fa anche senza gli italiani. Per saturare decentemente Cassino USA e Cina dovrebbero bastare, IMHO. Nel peggiore dei casi, Alfa rimarrà per qualche lustro un marchio di nicchia, per poi espandersi grazie alla bontà dei prodotti. Le basi sono ottime e le tasche cominciano a essere "meno vuote".
Ritratto di nicktwo
25 novembre 2016 - 11:06
ho capito e concordo con un eventuale possibile scenario da te preventivato... ossia alfa in fondo come maserati che qua da noi dici porscshe e le persone si sciolgono mentre a maserati invece trovano sempre qualche pseudolacuna frutto di strane fantasie e gusti personali... invece all'estero accendi un motore benzina maserati, ne sentono il sound la guardano nella sua livrea e sono innamorati cotti che si farebbero 10 anni da schiavi pur di poterne avere una... pero' penso che il tuo scenario sarebbe, quella di alfa autos di nicchia, un deriva pericolosa per i comunque tanti appassionati nostrani che ok una maserati non la si vedra' mai dal posto guida ma immaginarsi un domani "almeno" al volante di una alfa non dovrebbe essere un sogno... purtroppo, ripeto, siamo nelle mani dei potenziali acquirenti odierni di una berlina media premium e dobbiamo confidare che avranno una maturita' tale da capire i contenuti tecnici di una alfa attuale... certo da italiano io un (bel) po' mi vergognerei se un domani in italia si verifica che si vendono allincirca tante (se non meno) giulia che in usa o cina o abudabi... mi sembrerebbe un po' come avere tante belle ragazze nel quartiere e glie lasciamo a quelli degli altri quartieri mentre, di contro, ci andiamo a prendere per inpalmarci le loro racchie... saluti
Ritratto di mika69
25 novembre 2016 - 12:37
Lancia, Alfa, erano Marchi apprezzati in tutto il mondo...almeno fino agli anni 80. Poi sono stati letteralmente distrutti. Fiat generalista, Alfa elegante sportivo, Lancia elegante premium. Io mi orienterei così, per rilanciare nel tempo. Poi vabbè Jeep ha la sua storia.
Ritratto di Mattia Bertero
25 novembre 2016 - 09:47
3
ASSUNZIONI. Non specifica con quale contratti questi nuovi possibili operatori vengono assunti, se con il job act oppure semplici interinali presi per un aumento di lavoro. In ogni caso è sempre una bella notizia che qualcuno in questo paese assuma qualcuno, sta diventando sempre più raro purtroppo.
Ritratto di mariofiore
25 novembre 2016 - 11:10
Vergognoso che ogni volta che avviene qualcosa di positivo in Italia Renzi voglia assumerne il merito. Il referendum è una dimostrazione di come non abbia capito, o.voluto tener conto, che sta dividendo il paese e che lo vuole far diventare meno democratico. A parte il fatto che secondo me i costi non diminuiranno, ma anzi aumenteranno, in quanto i parlamentari non avranno nessun limite nelle richieste di rimborso spese.
Ritratto di Bruno91
25 novembre 2016 - 12:05
1
Benissimo... Se favorissimo tutti il prodotto italiano nel Bel Paese ci sarebbe anche più lavoro. Ma la gente deve comprare le tedesche perché "sono migliori!" oppure le coreane che si stanno diffondendo sempre di più. Apprezzo le auto di tutto il mondo e la mia passione non si focalizza solo su un marchio, ma non sopporto il disprezzo per le auto italiane degli italiani. Ogni casa ha i suoi pro e ed i suoi contro. PS spero che all'Alfa non prendano solo le candidature di chi ha già esperienza come si usa fare oggi perché una prima esperienza non si può avere più se qualcuno non ci assume per primo.
Pagine