NEWS

FCA: l’evoluzione dei motori

Pubblicato 30 aprile 2020

Nuova puntata della la serie What’s Behind (dietro le quinte) della FCA: l’argomento di questo video sono i motori, dai Fire all'elettrico.

FCA: l’evoluzione dei motori

DALLA Y10 ALLA 500 - Ad aprile 2019 veniva diffuso il primo episodio di FCA What’s Behind, una serie di video in cui il gruppo italo-americano mostra il "dietro le quinte" delle fasi di ricerca e di sviluppo delle sue automobili prima dell'entrata in produzione. FCA What’s Behind, come una vera e propria serie tv, è giunta alla seconda stagione: ad inaugurarla è un video dedicato allo sviluppo dei motori (lo vedi qui sotto). Il racconto parte dai gloriosi benzina 4 cilindri della famiglia Fire, prodotti in oltre 30 milioni di unità dal 1985 e utilizzati da tutte le citycar e utilitarie del gruppo, comprese le Autobianchi Y10 e Fiat Uno o le più moderne Fiat 500 e Lancia Ypsilon. 

PAROLA D'ORDINE: MODULARITÀ - Negli Anni 2000, dopo l’arrivo dei diesel con il controllo elettronico dell’iniezione (noti con il nome Jtd), i motori Fire ricevono la sovralimentazione e diventano più efficienti, grazie al controllo elettronico dell’alzata delle valvole. Nel 2016 viene presentata la nuova famiglia di motori modulari FireFly, più moderni e disponibili in varie versioni (non cambia però la cilindrata unitaria di 333 cc): sono aspirati o turbo, 3 cilindri 1.0 o 4 cilindri 1.3. I FireFly, inoltre, sono studiati per abbinarsi a sistemi ibridi leggeri, come quello di cui sono dotate le Fiat Panda e 500, o ibrido plug in, con batterie ricaricabili dall’esterno: ad averlo sono le Fiat 500X e Jeep Renegade.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di bellaguida
1 maggio 2020 - 19:08
Condivido. Direi anche più di 10, magari quindici anni. L'ultimo motore fiat degno di nota secondo me è stato il diesel multijet 1.3 e 1.6. E il Fire, se parliamo di benzina, che è molto attempato, avendo più di trent'anni.
Ritratto di Claus90
1 maggio 2020 - 22:23
Per me non è cosi se siete tarati compratevi anche la Kia.
Ritratto di subayota
1 maggio 2020 - 22:57
Meglio fifiat che kikia
Ritratto di Pavogear
1 maggio 2020 - 23:27
Anche oggi abbiamo i migliori motori del mondo. Anzi, in Italia abbiamo la migliore meccanica del mondo. Molti problemi di consumi e di scarse prestazioni dei Fire degli ultimi anni derivano dal fatto che è un motore che ha 35 anni. E dopo 35 anni ancora poteva essere sviluppato e già questo dovrebbe far capire la bontà del progetto. Sui nuovi firefly è ancora presto per esprimersi. Finché ci sono persone che si lamentano dei consumi del 1.0 tre cilindri sulla Renegade l'unica risposta che avrò per loro sarà che se la sono cercata. Poi è un motore giovane e non nascondo che possa avere qualche difetto di gioventù, ma nulla che non possa essere risolto con un aggiornamento
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
2 maggio 2020 - 01:09
FCA ha competenze motoristiche di primo piano, ma è rimasta ferma per troppo tempo in tema di rinnovamento motori. Ed infatti, giustamente affermi che i recenti Firefly potrebbero presentare "qualche difetto di gioventù". Ripeto, ha perso troppo tempo ed è arrivata troppo tardi. Nel mio caso (turbo benzina della concorrenza con 100 cv/litro consumo urbano reale da prova Quattroruote di circa 15.5 km/litro e 25,00 km/litro ad 80 costanti) il motore è im listino dal lontano 2012.......ora siamo a maggio 2020!! NB. stò parlando di una segmento B e non di auto sportiva o di nicchia.
Ritratto di Pavogear
2 maggio 2020 - 11:11
Per esperienza personale, posso dire che anche la 500s col twin-air, sebbene sia di un segmento inferiore, ha consumi simili. Da quello che vedo, siamo sui 12 km/L in città e sui 20/25 a velocità costanti. Una differenza molto importante, ma abbastanza ovvia secondo me. Da quello che ho capito di questo motore, posso dire che ha il difetto, come molti suoi simili di cilindrata molto piccola, di soffrire tantissimo ai bassi regimi e infatti va spesso aiutato col gas ed è per questo che in città i consumi si alzano molto. Al contrario quando si è fuori città il consumo diminuisce di tantissimo perché a velocità costanti lavora molto bene e senza problemi anche ai bassi regimi. Sui nuovi firefly non posso esprimermi per esperienza, ma da quello che vedo il difetto dei consumi è molto acutizzato nel momento in cui si sceglie la motorizzazione a 3 cilindri in auto come la Renegade e la 500x che avrebbero bisogno almeno del T4. Per confronto con la tua auto nel segmento B, posso dire che la punto evo Abarth col 1.4 e 165cv, quindi oltre i 100 cv/litro, non ha consumi molto lontani pur essendo progettata per offrire grandi prestazioni più che bassi consumi. In media fa circa 15km/L che non è malissimo
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
2 maggio 2020 - 23:02
Ciao. Non voglio imporre il mio pensiero a nessuno e rispetto sempre quello altrui. Pertanto, non voglio farti cambiare idea circa le capacità tecniche di FCA nel progettare motori, che in passato ha dimostrato di essere notevole. Non sarò breve e spero di non annoiare. Purtroppo, sarà perchè da un decennio l'obiettivo principale del gruppo FCA è stato quello di perseguire il risanamento finanziario (è noto che sia alla ricerca di un partner e per essere "desiderabile" necessita avere i conti quanto più possibile "a posto") sicuramente non è stata una priorità quella di sviluppare nuovi motori che potessero reggere la concorrenza man mano che mutavano le normative antinquinamento europee per arrivare alle attuali Euro 6. L'unico modo per capire se oggi un motore sia all'altezza è verificare non la potenza bensì il rapporto prestazioni/consumi. Anche un costruttore indiano ormai sa produrre un motore potente, ma non tutti hanno le competenze tecniche o, semplicemente, non intendono ottimizzare il predetto rapporto, scaricando sul consumatore finale i costi per "pulire" i motori (investo poco tanto il carburante non lo acquisto io). Credo che FCA si collochi nella seconda schiera. È notorio che per valutare veramente i reali consumi di un motore o meglio, della combinazione vettuta/motore, bisogna rifarsi alle prove su strada delle migliori riviste di settore. Si parla di vettura/motore perchè se un valido motore lo si imbullona su un telaio inadeguato (leggasi troppo pesante) lo si potrebbe mortificare oltre modo nei consumi senza averne colpa. Ritornando a noi, affermi che per il twin-air su 500s "da quello che vedo siamo sui 12 km/l in città". Ora, se pure il tuo sistema di misura fosse il più accurato possibile, rimane il fatto che tra il dato che riferisci ed dato relativo alla mia (circa 15,5 in urbano) ballano circa 3,5 km/l nonostante la mia pesi circa 150 kg in più su gomme da 195 (non so sulla tua). A questo punto, giusto per permetterti una eventuale verifica se non mi credi, potresti verificare prova su strada Quattroruote n. 06/2013 della mia (Clio IV Tce90 turbo benzina). Non riporto tutti i dati per evitare di annoiare oltremodo. E poi, non è detto che si debba scegliere una vettura solo per i consumi (magari la mia potrebbe non piacere per tantissimi altri motivi.....forma plancia, strumentazione, estetica, rivestimenti ecc....). Però in questo articolo si parla di motori e proseguo con discorso motori. Il motivo per cui in molti criticano FCA è per le SCELTE STRATEGICHE appunto in tema di motori. Ha vissuto per decenni sugli allori dei mitici Fire, aggiornandoli, riproponendoli, rielaborandoli, ricentralizzandoli di volta in volta.... mentre la concorrenza invece galoppava. Il twin-air ha sempre fatto pochi numeri e mi sembra che non sia più proposto (scusa se magari mi sbaglio sull'ultimo punto). Ritornando invece alla concorrenza (nel mio caso Renault) è stata da poco presentata Clio V e sai cosa hanno deciso a Parigi? Che il mio motore di fine 2012 (che tra l'altro oltre alla turbina ha anche doppia mappatura motore, circuito olio a porta variabile, catena distribuzione a vita invece che cinghia ricoperta con teflon per eliminare rumorosità ed attriti ovvero gli unici inconvenienti della catena) era ormai obsoleto ed andava sostituito in toto. Clio V ha un motore completamente nuovo (aumentata anche la cilindrata). Il risultato è che la recentissima Clio V consuma sia in urbano che in extra ancor meno della mia (ricordo che la mia percorre circa 15,5 Km/l in urbano e 25 km/l ad 80 costanti) nonostante che la V pesi 100 kg più della mia, sia larga 180 cm + specchietti (173 la mia) e monti pneumatici da 205 (195 la mia). Tutto documentato prova scorso autunno Quattroruote. Scusa se ho annoiato. Anche a me sta' a cuore il futuro FCA e credo che debba accelerare la ricerca di un valido partner, perchè in una economia spietata e agguerrita come quella attuale il passato conta poco se poi rimani indietro e difficilmente ce la puoi fare da solo.
Ritratto di Pavogear
3 maggio 2020 - 10:39
Non hai assolutamente annoiato e condivido abbastanza il tuo pensiero generale. Infatti è vero che probabilmente FCA, in particolare Fiat, in seguito alla crisi che l'ha colpita e che l'ha portata ad un passo dal fallimento ha sicuramente diminuito gli investimenti sul tema dei motori. D'altronde poteva anche permetterselo avendo una solida base col Fire. Inoltre a fine anni '90 avevano cominciato a sviluppare il sistema Multiair che è un sistema molto valido e che sono andati ad implementare in certe motorizzazioni al fine di ottimizzare il rapporto prestazioni/consumi. Poi forse ci sono state scelte infelici e questo non lo nascondo. Per esempio io ho parlato del twin-air non tanto perché sia ancora in produzione, ma perché ho avuto appunto modo di provarlo. I consumi li valuto un po' dal computer di bordo e un po' in base a quanto chilometri percorro io o chi la prende prima di dover fare i canonici 20 euro. Oltretutto lo schermo digitale che valuta la quantità di carburante in maniera discreta con 7 tacche più riserva e non in maniera continua come una lancetta di sicuro non aiuta ad ottenere risultati molto precisi sulle rilevazioni dei consumi. Per cui diciamo che il mio risultato era un po' a naso. Si può fare meglio in città e l'ho verificato. Volendo è capace di fare anche 16-17 km/L in città, ma bisogna tenere andature e ritmi da ciclo di omologazione o poco più che, tradotto nel traffico reale, significa creare coda. Per cui, quando la uso, preferisco evitare ed avere una guida un po' più brillante a spese dei consumi. Ora, perché ho detto infelice? Perché secondo me la cilindrata è troppo piccola anche se parliamo di una city-car e forse un motore un po' più grosso avrebbe dato risultati migliori sui consumi. Non oso immaginare i problemi incontrati da chi abbia acquistato una 500L con tale motorizzazione. Di contro però questa motorizzazione mi entusiasma quando si parla di prestazioni perché in un attimo se acceleri ti ritrovi a velocità molto elevate per essere una city-car, e dunque dal punto di vista delle prestazioni pure hanno fatto un gran bel lavoro. E d'altronde 120 cavalli litro sono al livello della 595 Abarth quasi. Diciamo che, se non altro, anche il twin-air ha per esempio la distribuzione a catena e un sistema praticamente uguale a quello Multiair, ma adattato per un motore bicilindrico. Ora sui nuovi motori firefly potrebbe essere un misto tra i problemi di gioventù a cui ho pensato io e gli scarsi investimenti che hai citato te. Chiaramente un motore non viene pensato dall'oggi al domani e quindi i primi progetti del firefly potrebbero risalire ad epoche in cui non si pensava ancora a sviluppare nuovi motori, ma piuttosto a risanare i conti. Ora che però i conti sono stati risanati, credo che si possa fare qualcosa di positivo. Gli ingegneri bravi ci sono ancora e basta solo dargli la possibilità di sviluppare buoni powertrain. Tra l'altro pare che il firefly aspirato con sistema mild-hybrid su 500 e Panda abbia ottimi consumi e spero che questi due modelli possano ricevere anche il T3 turbo in modo da poter comparare il comportamento del twin-air con quello del T3 a parità di vettura sulla quale sono installati. Inoltre vorrei ancora aspettare, prima di un giudizio definitivo sul rapporto prestazioni/consumi, che il T4 venga installato sulla Tipo in quanto su 500x e soprattutto Renegade i consumi sono troppo svantaggiati da dimensioni e, nel caso del Renegade, da una tutt'altro che buona efficienza aerodinamica
Ritratto di Claus90
3 maggio 2020 - 18:34
Ma dai sparlate della pausa e poi vw ha il cassonetto UP 3 cilindri rumoroso da 60 cv con 95 Nm di coppia ma stai scherzando quale sarebbe il processo tedesco aver tolto un cilindro ad un tagliaerba ? Stesso motorino da 80 cv sulla grassa polo e 95 NM a 17 mila euro col volante di plastica cosa ha di meglio ? La Tcross altro bidone poi i gusti son gusti, 1.0 questa volta hanno aggiunto il turbo e sono arrivati a 175 Nm, parlate di rapporto di compressione ? non scherziamo, il 1.2 fiat se pur datato è sempre più fluido e lineare nell'erogazione è pur sempre un 4 cilindri, con 102 Nm di coppia, la gamma fiat ha un motore ibrido non pervenuto nei rispettivi segmenti VW , la 500x ha un 1.0 120 cv da 190 Nm sempre superiore a vw, la 500 elettrica tra stile e piattaforma se la sogna Vw, motori Maserati e Ferrari,? sono alla pari o superiori di quelli Lamborghini e Porsche , ho citato VW perché mer molti rappresenta il meglio nelle plastiche assemblate, ma non per i motorini che fa, i coreani non mi sembra che abbiano motori fino al segmento c migliori. Io non guido una fiat ma una BMW 118d ma date a cesare quel che dic usare, la fiat ha sempre prodotto i migliori motori, con magneti martelli è stata decenni al vertice, poi bosh attualmente è poco più avanti, si di fiat si possono discutere degli assemblaggi ancora qualche oggetto plasticoso, ma non discutete dei motori che fate brutte figure.
Ritratto di Claus90
3 maggio 2020 - 18:41
*Sparlate della fiat, *progresso, *quel che di Cesare,*Marelli, qualche errore dovuto al correttore automatico, il pensiero è comprensibile, chi vuol capire capisce, saluti.
Pagine