NEWS

La FCA lancia la vendita online tramite gli e-Shop

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 17 dicembre 2020

Le concessionarie virtuali sono sei, una per marchio: negli e-Shop il cliente può acquistare un’auto e firmare tutti i documenti senza uscire di casa.

La FCA lancia la vendita online tramite gli e-Shop

NUOVE STRADE - Per fare fronte alla chiusura delle concessionarie, rimaste con le serrande abbassate nel lockdown di marzo e aprile, le case automobilistiche hanno iniziato a sperimentare la vendita online, con consegna a domicilio, dei loro veicoli. Da maggio in poi, anche con la fine del periodo d’emergenza, questa formula d’acquisto è stata ulteriormente perfezionata, sulla scia del vero e proprio boom di acquisti via internet. È in quest'ottica che la FCA ha sviluppato i concessionari virtuali e-Shop

UNO PER MARCHIO - Gli e-Shop della FCA sono sei, uno per ogni marchio del gruppo: Abarth, Alfa Romeo, Fiat, Lancia, Jeep e Fiat Professional per i veicoli commerciali. Vi si accede dai siti internet ufficiali, passando poi a una sezione dove scegliere l’auto e le sue eventuali personalizzazioni; terminata questa fase, il cliente deve decidere la modalità con cui pagare il veicolo. Dopo di ché, non resta che effettuare un deposito cauzionale di 500 euro, mediante carta di credito.

TUTTO ONLINE - Il pre-ordine dell’auto viene trasmesso ad un venditore, il quale ricontatta successivamente il cliente e gli sottopone il contratto vero e proprio, da firmare di persona o da remoto. Solo a questo punto i 500 euro di deposito vengono trasformati in anticipo e l’ordine diventa definitivo; e così, al cliente non resta altro da fare che attendere la consegna. 

ANCHE ALL’ESTERO - La formula di acquisto tramite gli e-Shop della FCA è partita dall’Italia, ma il gruppo ha già annunciato di volerla lanciare, da inizio 2021, anche in Francia e Belgio. Successivamente, entro la prima metà del 2021, la piattaforma arriverà in altri Paesi europei. Inoltre, la FCA ha anticipato un futuro miglioramento alla grafica dei suoi autosaloni virtuali, dove sarà possibile vedere una più accurata ricostruzione digitale dell’auto, nonché la possibilità di acquistare anche vetture usate.

Fiat Nuova 500
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
93
24
8
4
17
VOTO MEDIO
4,2
4.17808
146




Aggiungi un commento
Ritratto di marcoveneto
18 dicembre 2020 - 09:49
Secondo me saranno abbandonati e basta...Concordo con il resto.
Ritratto di Claus90
17 dicembre 2020 - 18:08
Ma gli sconti ci saranno ? Probabilmente non potendo contrattare con il venditore della concessionaria lo sconto sarà piu basso online.
Ritratto di Meandro78
17 dicembre 2020 - 20:11
Sconto? Quale sconto? Stile Amazon?
Ritratto di Pintun
17 dicembre 2020 - 18:31
Però io non comprerei mai un'auto senza prima averla vista, esserci salito sopra e magari anche fare un po' di tira e molla sul prezzo con il venditore. Quando si cambia un'auto la cosa che mi piace di più è gironzolare per concessionari a vedere le varie auto che potrebbero interessarmi
Ritratto di ste74
17 dicembre 2020 - 22:43
Quoto alla grande!
Ritratto di Andre_a
18 dicembre 2020 - 22:02
9
Provarla, secondo me, sarà sempre possibile: o ti rechi in uno dei 4 o 5 mega punti vendita rimasti, o magari te la portano pure a casa. Il tira e molla dei prezzi, invece, l'ho sempre odiato, per fortuna non si fa più con la frutta, spero che in futuro non si farà più neanche con le auto
Ritratto di lovedrive
20 dicembre 2020 - 12:06
io faccio l'opposto e questo da 30 anni. all'inizio a 400 km da casa in italia e negli ultimi 12 anni dall'estero. la maggior parte da concessionarie di plurimarche. una sola volta avuto problemi con il rimborso iva (cauzionale in germania). ma devo anche dire che ho sempre risparmiato dal 20 al 30% del costo auto. mai problemi con la garanzia europea. l'usato chiaramente lo devi vedere prima e attenzione da privati esteri.
Ritratto di Horizon2020
17 dicembre 2020 - 19:07
Geni! Non è la crisi, la cassa, gli stipendi ridotti che non fan comprare auto. È che non si aveva voglia di andare dal concessionario. A saperlo prima
Ritratto di Walkyria1234
17 dicembre 2020 - 19:19
Automobile veramente orribile, a mio parere.
Ritratto di lollob
17 dicembre 2020 - 19:39
Spaventoso! Un piccolo passo verso la chiusura di altre aziende. Questa iniziativa in particolare è irrilevante, ma è segno della tendenza del momento: senza neppure l'intermediazione di un concessionario il guadagno va tutto al produttore-multinazionale. Risultato? Il progressivo impoverimento del ceto medio (che paga le tasse allo stato italiano) ed arricchimento delle multinazionali che, di tasse, non ne pagano!
Pagine