NEWS

FCA e Ferrari: convocati i Cda per la sostituzione di Marchionne

21 luglio 2018

Con procedura d’urgenza sono stati convocati i Cda di FCA, Ferrari e CNH. All’ordine del giorno la successione dell'ad.

FCA e Ferrari: convocati i Cda per la sostituzione di Marchionne

RIUNIONE IMPROVVISA E D’EMERGENZA - Non senza una certa drammatizzazione dovuta alla convocazione d’urgenza del consiglio di amministrazione, per un sabato di fine luglio, il gruppo FCA affronta oggi il tema della successione a Sergio Marchionne. La questione non è una novità, e da tempo si sa che il top manager italo-canadese ha da tempo in programma l’abbandono della carica nella primavera del 2019. Ma le condizioni di salute di Marchionne hanno evidentemente imposto di accelerare le procedure, sino alla decisione di riunire all’improvviso e d’urgenza il consiglio di amministrazione solo con questo tema sul tappeto. 

PROCEDURA ALLARMANTE - La serietà della situazione - per non usare la parola gravità - è data anche dal fatto che nella stessa giornata di oggi 21 luglio, sono stati convocati i consigli di amministrazione della Ferrari e della CNH, entrambe società guidate appunto da Marchionne. Le tre riunioni sono state fissate a Torino con lo stesso argomento in discussione: la sostituzione di Marchionne. La notizia è stata lanciata dalla testata americana Automotive News. Da parte di FCA, Ferrari e CNH non c’è stato alcun commento, né di conferma di smentita.  

I NOMI IPOTIZZATI COME SOSTITUTI - Assieme alla notizia della convocazione d’urgenza dei consigli di amministrazione vengono anche fatte le ipotesi più probabili per la successione. In particolare per la Ferrari le previsioni sono univoche e molto forti, indicando il manager Luis Camilleri come sostituto di Marchionne. Camilleri fa già parte del consiglio d’amministrazione della Ferrari, dove è arrivato proveniente dalla Philip Morris. Per il gruppo FCA le indiscrezioni sono meno nette. SI parla molto di Alfredo Altavilla, oggi responsabile per la regione EMEA (Europa e Medio Oriente) del gruppo CA, ma anche di Mike Manley, responsabile del marchio Jeep e di Pietro Gorlier, oggi amministratore della Magneti Marelli. Come si vede tutti nomi interni al gruppo, a cui recentemente si è aggiunto il nome di Vittorio Colao, per dieci anni alla guida di Vodafone. Va però ricordato che più volte sia il presidente della FCA che lo stesso Marchionne hanno sempre parlato di una successione interna. 

IN OSPEDALE DA GIUGNO - L’improvvisa accelerazione nella vicenda della successione di Marchione è causata dal protrarsi del suo ricovero in ospedale per un intervento chirurgico effettuato a giugno. 
 



Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
21 luglio 2018 - 19:51
Ma che miracolo ha fatto?! Sai che VW prima della GOLF era fallita..
Ritratto di Giuliopedrali
21 luglio 2018 - 19:53
E quindi prima della Golf della Passat, Polo, Tiguan ecc, prima di acquisire Audi, Seat, Bentley, Bugatti, Skoda, avere un 30% di mercato in Cina, a si aver comprato Porsche e Italdesign, essere la prima al mondo.
Ritratto di Giuliopedrali
21 luglio 2018 - 19:55
Marchionne cos'ha fatto? Tolto Lancia, ridimensionato Fiat, un modello ad Alfa, prodotto auto con due stelle di sicurezza...
Ritratto di gilrabbit
21 luglio 2018 - 23:00
Sono possessore di una Mb quindi fuori dalla mischia Vw Fiat che tanto vi appassiona. La scrsa settimana ho guidato per un paio di giorni una Jeep Compass 4x4 diesel 140 cv automatica full optional a listino 42 mila euro pagata 33 mila. Giuro che è quanto di meglio ho guidato in questi ultimi anni.
Ritratto di gjgg
21 luglio 2018 - 20:17
1
Scusami ma Tecnologicamente arretrate per 2 auto che sono Record prestazionale di categoria (e superano auto ben più costose anche di categorie ben più pistaiole) + un' auto, unica nel suo genere, in fibra di carbonio. Beh proprio non si può leggere. Sarebbe un po' come leggere che lo shuttle sia arretrato tecnologicamente perché a bordo non ha le luci di cortesia in poltrona o i salatini
Ritratto di Giuliopedrali
21 luglio 2018 - 20:31
Alfa senza filtro...
Ritratto di Mattia Bertero
21 luglio 2018 - 18:33
3
Mike Manley è stato appena nominato nuovo amministratore FCA, notizia di mezz'ora fa. E' stata la scelta più sensata da fare visto i risultati di Jeep.
Ritratto di Giuliopedrali
21 luglio 2018 - 20:38
Se volete proprio sapere i risultati Jeep almeno da noi sono dati dalla mancanza di modelli Fiat, parlate con chiunque abbia comprato una Renegade perché l'ha comprata, che auto voleva prendere: una semplice Punto, solo che non c'era...
Ritratto di gilrabbit
21 luglio 2018 - 23:05
Chiunque ha comprato una Renegade lo ha fatto perchè è un mezzo di moda, fuori dagli schemi e con una meccanica affidabile sia nelle versioni diesel che benzina oltre al fatto che può essere una vera 4x4. Inoltre visto che costra almeno 10.000 euro in più cosa c'entra la Punto? E' come dire che uno entra in vw per comprare una Polo e visto che non la trova in pronta consegna si accontenta di una Tiguan!!
Ritratto di Giuliopedrali
22 luglio 2018 - 08:53
Tra incentivi eco incentivi km0 ecc, chi pensava di spendere poco meno di 20.000€ per un utilitaria ha opato per la Renegade, (i prezzi anche di una Punto metano sono intorno ai 16/17.000€ in teoria) pensi che la gente sappia davvero i prezzi già prima, e se ne sono usciti con una Renegade. Prova a chiedere in giro, se questi sanno esattamente la storia della Jeep e della sua "robustezza" (be almeno è una Fiat che non fa più la ruggine già in concessionaria come una volta...) o vedendo appunto che il prezzo è poco più di quello che pensavano per una Punto a metano sono diventati JeepParioli...
Pagine