NEWS

FCA e Ferrari: convocati i Cda per la sostituzione di Marchionne

21 luglio 2018

Con procedura d’urgenza sono stati convocati i Cda di FCA, Ferrari e CNH. All’ordine del giorno la successione dell'ad.

FCA e Ferrari: convocati i Cda per la sostituzione di Marchionne

RIUNIONE IMPROVVISA E D’EMERGENZA - Non senza una certa drammatizzazione dovuta alla convocazione d’urgenza del consiglio di amministrazione, per un sabato di fine luglio, il gruppo FCA affronta oggi il tema della successione a Sergio Marchionne. La questione non è una novità, e da tempo si sa che il top manager italo-canadese ha da tempo in programma l’abbandono della carica nella primavera del 2019. Ma le condizioni di salute di Marchionne hanno evidentemente imposto di accelerare le procedure, sino alla decisione di riunire all’improvviso e d’urgenza il consiglio di amministrazione solo con questo tema sul tappeto. 

PROCEDURA ALLARMANTE - La serietà della situazione - per non usare la parola gravità - è data anche dal fatto che nella stessa giornata di oggi 21 luglio, sono stati convocati i consigli di amministrazione della Ferrari e della CNH, entrambe società guidate appunto da Marchionne. Le tre riunioni sono state fissate a Torino con lo stesso argomento in discussione: la sostituzione di Marchionne. La notizia è stata lanciata dalla testata americana Automotive News. Da parte di FCA, Ferrari e CNH non c’è stato alcun commento, né di conferma di smentita.  

I NOMI IPOTIZZATI COME SOSTITUTI - Assieme alla notizia della convocazione d’urgenza dei consigli di amministrazione vengono anche fatte le ipotesi più probabili per la successione. In particolare per la Ferrari le previsioni sono univoche e molto forti, indicando il manager Luis Camilleri come sostituto di Marchionne. Camilleri fa già parte del consiglio d’amministrazione della Ferrari, dove è arrivato proveniente dalla Philip Morris. Per il gruppo FCA le indiscrezioni sono meno nette. SI parla molto di Alfredo Altavilla, oggi responsabile per la regione EMEA (Europa e Medio Oriente) del gruppo CA, ma anche di Mike Manley, responsabile del marchio Jeep e di Pietro Gorlier, oggi amministratore della Magneti Marelli. Come si vede tutti nomi interni al gruppo, a cui recentemente si è aggiunto il nome di Vittorio Colao, per dieci anni alla guida di Vodafone. Va però ricordato che più volte sia il presidente della FCA che lo stesso Marchionne hanno sempre parlato di una successione interna. 

IN OSPEDALE DA GIUGNO - L’improvvisa accelerazione nella vicenda della successione di Marchione è causata dal protrarsi del suo ricovero in ospedale per un intervento chirurgico effettuato a giugno. 
 



Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg gelmini
22 luglio 2018 - 17:17
1
Sulla non vedenza delle fca a benzina devo concordare, senza polemica. Soprattutto d' estate qui è pieno di vetture tedesche (di tutti i segmenti) con potenti motori benzina. RS6, M5, E63 AMG pienissimo con targa estera mentre l'italiano sfigato si fa il giretto domenicale sulla sua giulietta 1.6 jtdm 105HP sfottendo le A3 base che però hanno oltre 10HP in più della sua sfigatissima giulietta ahahahahah, e poi corrono sul forum ad insultare i tedeschi che non rispettano i limiti in italia con le loro tedesche da oltre 500HP.
Ritratto di gjgg
22 luglio 2018 - 12:16
1
Fra l'altro la a6 3.0 a diesel parte da oltre 60 mila euro, la Ghibli diesel da meno di 71 mila. Non penso che con 10 mila euro ci si compri una Yamaha R6 nuova, tanto meno in aggiunta il carrellino. Ripeto a poco più di 80 mila c' è la Quadrifoglio che innanzitutto non è un naftone, poi è in assoluto la berlina di serie più veloce di tutti i tempi (record imbattuto da un paio di anni oramai, come se le concorrenti si fossero rassegnate al suo dominio), infine non ci devi agganciare appendici per il trasporto di mezzi ulteriori capaci di emozionare alla guida, perché le emozioni (top) alla guida te le dà lei, Giulia Q. Se la finalità è relativa ai trasporti, fra l'altro, Fca è leader coi vari Doblò e Qubo, non c'è bisogno di spenderci 60 mila euro. E fra l'altro coi mezzi commerciali italiani, al contrario della da te proposta tedesca, non si è nemmeno obbligati al solo diesel, ma il ventaglio in tema ecosostenibilità è ben più ampio
Ritratto di gjgg
22 luglio 2018 - 12:16
1
Fra l'altro la a6 3.0 a diesel parte da oltre 60 mila euro, la Ghibli diesel da meno di 71 mila. Non penso che con 10 mila euro ci si compri una Yamaha R6 nuova, tanto meno in aggiunta il carrellino. Ripeto a poco più di 80 mila c' è la Quadrifoglio che innanzitutto non è un naftone, poi è in assoluto la berlina di serie più veloce di tutti i tempi (record imbattuto da un paio di anni oramai, come se le concorrenti si fossero rassegnate al suo dominio), infine non ci devi agganciare appendici per il trasporto di mezzi ulteriori capaci di emozionare alla guida, perché le emozioni (top) alla guida te le dà lei, Giulia Q. Se la finalità è relativa ai trasporti, fra l'altro, Fca è leader coi vari Doblò e Qubo, non c'è bisogno di spenderci 60 mila euro. E fra l'altro coi mezzi commerciali italiani, al contrario della da te proposta tedesca, non si è nemmeno obbligati al solo diesel, ma il ventaglio in tema ecosostenibilità è ben più ampio
Ritratto di gjgg
22 luglio 2018 - 12:19
1
* Sostituire qualche "Fra l'altro" con "Comunque " / "Inoltre"
Ritratto di gjgg gelmini
22 luglio 2018 - 14:17
1
Fra l'altro la maserati diesel parte da oltre 70 mila euro e non arriva manco a 300HP, la A6 diesel più performante invece ben 340HP. Non penso che con 10 mila euro ci si compri una Yamaha R6 nuova, ma tanto gjgg la patente della moto non c'è l'ha quindi il problema non si pone. Ripeto a poco più di 80 mila c' è la TT RS che innanzitutto non è un naftone come le alfa maserati vendute, poi se uno vuole la berlina di serie più veloce di tutti i tempi (record imbattuto da un paio di anni oramai, come se le concorrenti si fossero rassegnate al suo dominio) si comprerebbe la jaguar xe oppure la bmw m5 che a vairano ha umiliato tutte le altre, infine non ci devi agganciare appendici per il trasporto di mezzi ulteriori capaci di emozionare alla guida, perché le emozioni (top) alla guida te le dà lei, Yamaha R6. Se la finalità è relativa ai trasporti di bagagli, fra l'altro, Audi è leader coi vari RS6 e RS4, non c'è bisogno di spenderci 200.0000 mila euro. E fra l'altro coi mezzi commerciali tedeschi, al contrario della da te proposta tedesca, non si è nemmeno obbligati al solo diesel, ma il ventaglio in tema ecosostenibilità è ben più ampio, vedasi i MAN nella nettezza urbana ibridi.
Ritratto di Onofrio Gelmini
22 luglio 2018 - 14:31
1
Fra l'altro la audi a6 diesel parte da 60.000 mila euro e non arriva manco a 286HP, la Ghibli più performante invece ben 430HP. Non penso che con 70mila euro ci si compri una Ghibli nuova, ma tanto gelmimi la patente della auto non c'è l'ha quindi il problema non si pone (ha quella di moto e microcar, per questo dovrebbe andarsene da un altra parte a trollare). Ripeto a poco più di 80 mila c' è la Giulia quadrifoglio che innanzitutto non è un naftone come le audi Volkswagen vendute, poi se uno vuole la coupè di serie più veloce di tutti i tempi (non certo la tt rs)si comprerebbe la Huracan performante oppure la 488 pista che hanno umiliato tutte le altre, infine non ci devi agganciare appendici per il trasporto di mezzi ulteriori capaci di emozionare alla guida, perché le emozioni (top) alla guida te le danno lei Ferrari 488 pista (non un frullatore a due ruote in meno con neanche 1000 cc di cilindrata). Se la finalità è relativa ai trasporti di bagagli, fra l'altro, Fca è leader coi vari RAM 1500, ecc..l non c'è bisogno di spenderci 200.0000 mila euro. E fra l'altro coi mezzi commerciali tedeschi, al contrario della da te proposta tedesca, non si è nemmeno obbligati al solo diesel, ma il ventaglio in tema ecosostenibilità è ben più ampio, vedasi i MAN nella nettezza urbana ibridi (come quelli che piacerebbero tanto a gelmini, al posto dei ben più grandi ducati natural power sempre riguardo ecosostenibilità).
Ritratto di gjgg gelmini
22 luglio 2018 - 15:40
1
Fra l'altro la audi Ghibli diesel parte da 60.000 mila euro e non arriva manco a 276HP, la A6 più performante invece ben 605HP. Non penso che con 70mila euro ci si compri una Ghibli nuova, ma tanto Bachisio i soldi della auto non c'è l'ha quindi il problema non si pone (ha quella di conducente 147 e microcar, per questo dovrebbe andarsene da un altra parte a trollare). Ripeto a poco più di 80 mila c' è la TT RS che innanzitutto non è un naftone come le Alfa Fiat vendute, poi se uno vuole la coupè di serie più veloce di tutti i tempi (non certo la 124) si comprerebbe la Huracan performante oppure la Porsche 911 che hanno umiliato tutte le altre, infine non ci devi agganciare appendici per il trasporto di mezzi ulteriori capaci di emozionare alla guida, perché le emozioni (top) alla guida te le danno lei Porsche 911 (non un frullatore a due ruote in meno con neanche 1000 cc di cilindrata). Se la finalità è relativa ai trasporti di bagagli, fra l'altro, VAG è leader coi vari T5, ecc..l non c'è bisogno di spenderci 200.0000 mila euro. E fra l'altro coi mezzi commerciali tedeschi, al contrario della da te proposta tedesca, non si è nemmeno obbligati al solo diesel, ma il ventaglio in tema ecosostenibilità è ben più ampio, vedasi i MAN nella nettezza urbana ibridi
Ritratto di gjgg
22 luglio 2018 - 15:08
1
L' avrò ripetuto diverse volte (e le varie riviste e siti esperti assieme a me, infatti hanno sempre titolato e continuano a farlo della berlina di serie più veloce al mondo quando citano la Giulia), anche non considerando lo sproposito di prezzo (1.5 volte la tedesca, anche di più l' inglese) entrambe le da te citate sono serie limitata ossia non ne trovi oggi acquistabili in concessionaria a differenza della Quadrifoglio che se vai in concessionaria e ne ordini 1 oppure 2 oppure 5 oppure 10 te le forniscono. Anzi spero MAI in Alfa si adattino a certe strategie per recuperare uno scompenso prestazionale fattuale, tant'e che lo si vede (ripeto), tutti i siti e le riviste parlano univocamente di Giulia quando bisogna dare riferimento della berlina più veloce. A questo punto davvero c'è più da rispettare l' atteggiamento di Audi che sa la Rs4/5 prende tot decine di secondi dalla Giulia ma lo accetta senza inventarsi ad esempio una serie limitata a 10 esemplari venduti a 300 mila euro magari (oltre agli usuali clima e infotainment) senza divanetto, maniglie sportelli, alette parasole, rivestimento cielo del tetto, portatarga, il tutto per poi stare giusto qualche secondo su 7 e passa minuti davanti a una Giulia Quadrifoglio COMPLETAMENTE DI SERIE
Ritratto di gjgg gelmini
22 luglio 2018 - 15:43
1
L' avrò ripetuto diverse volte (e le varie riviste e siti esperti assieme a me, infatti hanno sempre titolato e continuano a farlo della station wagon di serie più veloce al mondo quando citano la RS6), anche non considerando lo sproposito di prezzo (1.5 volte la ferrari, anche di più l' inglese) entrambe le da te citate sono serie limitata ossia non ne trovi oggi acquistabili in concessionaria a differenza della RS6 che se vai in concessionaria e ne ordini 1 oppure 2 oppure 5 oppure 10 te le forniscono. Anzi spero MAI in Audi si adattino a certe strategie per recuperare uno scompenso economico grandissimo rispetto vag, tant'e che lo si vede (ripeto), tutti i siti e le riviste parlano univocamente di RS6 quando bisogna dare riferimento della station wagon più veloce. A questo punto davvero c'è più da rispettare l' atteggiamento di Alfa che neanche ci prova a fare una station wagon ma lo accetta senza inventarsi ad esempio una serie limitata a 10 esemplari venduti a 300 mila euro magari (oltre agli usuali clima e infotainment) senza divanetto, maniglie sportelli, alette parasole, rivestimento cielo del tetto, portatarga, il tutto per poi stare giusto qualche secondo su 7 e passa minuti davanti a una Audi RS6 COMPLETAMENTE DI SERIE
Ritratto di gjgg gelmini
22 luglio 2018 - 14:17
1
Fra l'altro la maserati diesel parte da oltre 70 mila euro e non arriva manco a 300HP, la A6 diesel più performante invece ben 340HP. Non penso che con 10 mila euro ci si compri una Yamaha R6 nuova, ma tanto gjgg la patente della moto non c'è l'ha quindi il problema non si pone. Ripeto a poco più di 80 mila c' è la TT RS che innanzitutto non è un naftone come le alfa maserati vendute, poi se uno vuole la berlina di serie più veloce di tutti i tempi (record imbattuto da un paio di anni oramai, come se le concorrenti si fossero rassegnate al suo dominio) si comprerebbe la jaguar xe oppure la bmw m5 che a vairano ha umiliato tutte le altre, infine non ci devi agganciare appendici per il trasporto di mezzi ulteriori capaci di emozionare alla guida, perché le emozioni (top) alla guida te le dà lei, Yamaha R6. Se la finalità è relativa ai trasporti di bagagli, fra l'altro, Audi è leader coi vari RS6 e RS4, non c'è bisogno di spenderci 200.0000 mila euro. E fra l'altro coi mezzi commerciali tedeschi, al contrario della da te proposta tedesca, non si è nemmeno obbligati al solo diesel, ma il ventaglio in tema ecosostenibilità è ben più ampio, vedasi i MAN nella nettezza urbana ibridi.
Pagine