NEWS

FCA: in Italia investimenti per 5 miliardi fino al 2021

29 novembre 2018

La FCA ha messo le basi per l'arrivo di 13 fra nuovi modelli, motori e aggiornamenti nei prossimi tre anni.

FCA: in Italia investimenti per 5 miliardi fino al 2021

OTTIME PROSPETTIVE - Arrivano notizie positive dall'incontro a Torino fra i vertici della FCA e alcune organizzazioni sindacali, che da tempo chiedevano all'azienda rassicurazioni circa la produzione di nuovi modelli in Italia. La riunione è terminata con l'impegno da parte della FCA di investire in Italia oltre cinque miliardi di euro fra il 2019 e il 2021, una somma che servirà a finanziare tredici fra nuovi modelli, aggiornamenti e versioni a basso impatto ambientale con motori ibridi o elettrici. L'arrivo di queste vetture permetterà alle fabbriche di lavorare a pieno regime, un vantaggio non soltanto per l'azienda ma anche per i lavoratori. Le novità annunciate oggi vanno considerate un altro tassello del piano di sviluppo delineato il 1 giugno.

L’IBRIDO SULLE ALFA - In occasione delle conferenza stampa di oggi, il responsabile europeo della FCA, Pietro Gorlier (foto qui sotto), ha anche dato alcuni dettagli del piano industriale annunciato lo scorso giugno che si estende fino al 2024. Per quel che riguarda l’Alfa Romeo ha confermato il rifacimento della Giulietta e i restyling di Giulia e Stelvio, tutto entro il 2020, compreso l’arrivo della tecnologia ibrida plug-in per le auto del Biscione. La Maserati avrà la tanto attesa suv di taglia media, basata sulla stessa piattaforma della Stelvio, dunque prodotta a Cassino come la sorella Alfa.


Nella foto Pietro Gorlier, responsabile per il mercato europeo della FCA, durante la conferenza stampa di oggi.

A MELFI ANCHE LA COMPASS - La fabbrica di Melfi vede confermate le Fiat 500X e Jeep Renegade. Anche in questo caso arriverà per tutte l'ibrido leggero e per la Renegade anche una versione ibrida ricaricabile (plug-in). A Melfi arriverà anche la produzione delle Jeep Compass per l’Europa anch’essa dotata della tecnologia ibrida plug-in. Nel polo Maserati di Mirafiori e Grugliasco confermate Levante, Quattroporte e Ghibli anche nelle loro versioni ristilizzate. Mirafiori vedrà l’arrivo anche della nuova Fiat 500 elettrica, in vendita a inizio 2020, realizzata su una nuova piattaforma. Il nuovo modello si affiancherà a quella attualmente in vendita, la cui produzione resta in Polonia, anche in versione mild hybrid, cioè ibrida leggera. Questa piattaforma elettrica sarà poi utilizzata per altri non precisati modelli.

PANDA IBRIDA E CROSSOVER ALFA - Ottime notizie anche per la fabbrica di Pomigliano d’Arco dove resta la produzione della Panda, che sarà arricchita della tecnologia mild hybrid, e dove arriverà una nuova crossover di dimensioni compatte dell’Alfa Romeo concorrente dell’Audi Q3, basata sulla piattaforma della Jeep Compass e dotata anche di motori full hybrid. Alla fabbrica di Termoli è stata assegnata infine la produzione dei motori a benzina 1.0 e 1.3, oggi realizzati solo in Polonia. Per la fabbrica di Atessa si prevede la saturazione della produzione con il Ducato, con piena occupazione e assunzioni addizionali. 

FATTE IN CASA - Durante la conferenza è stato precisato che le tecnologie di elettrificazione, che andranno ad interessare praticamente tutti i modelli del gruppo italo americano nei prossimi anni, sono state progettate in casa dalla FCA.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Marco_Tst-97
30 novembre 2018 - 13:16
Perché per ora, senza capitali e con un esperto di finanza al vertice, non ci sono delle gamme folte, e quei pochi modelli presenti nei listini già è tanto che garantiscano i livelli di vendita attuali! Inoltre, non direi che spostano tutto in America, visto che la Renegade viene prodotta in Italia e l'ultimo modello Alfa Romeo uscito pure. Io, per pronunciarmi, aspetterei il 2020. Se poi vuoi continuare con le solite detrazioni al gruppo, libero di farlo, ma rimangono solo ciance senza riscontri attualmente univoci.
Ritratto di Agl75
1 dicembre 2018 - 07:34
@Giulio e quindi? Leggi l’articolo del sole24ore che ho postato poco sopra e vedi cosa è FCA
Ritratto di Marco_Tst-97
1 dicembre 2018 - 09:37
@Agl75 per il signor Giuliopedrali esistono solo le crossover cinesi elettriche, "dal design superiore e copiate da tutti", con linee fatte con l'accetta e solo in alcuni casi, molto rari, effettivamente piacevoli, ma non così tanto da essere effettivamente modelli di bellezza. Ricordando poi che i designer sono sempre europei, perché evidentemente in Cina non sanno cosa significhi "design".
Ritratto di Giuliopedrali
1 dicembre 2018 - 12:35
Il brutto che una volta le facevano davvero le auto... E le migliori.
Ritratto di Marco_Tst-97
1 dicembre 2018 - 12:41
Ricordo che anche Audi e BMW hanno attraversato periodi bui; quest'ultima si è persino avvicinata alla chiusura, negli anni '60, e poi ha dovuto rivedere completamente la gamma, e in un decennio, non dal giorno alla notte, è tornata ad essere competitiva su tutti i fronti. Le critiche erano le stesse: erano auto da vecchi, secondo l'opinione diffusa.
Ritratto di Giuliopedrali
1 dicembre 2018 - 14:29
La crisi possono avercela tutti, però nel caso di FCA c'è tantissima liquidità, allora perché non iniziano mai o ti promettono le Alfa 8C o GTV che vanno bene per gli annunci e basta...
Ritratto di Marco_Tst-97
1 dicembre 2018 - 14:48
Come?! Di liquidità non ce n'era fino a giugno, lavoravano con soldi che corrispondevano più a obbligazioni che a liquidità! Adesso è possibile investire grazie al ritorno dei conti in positivo, altrimenti era come cercare di accelerare la fine.
Ritratto di bubu
29 novembre 2018 - 16:55
Questa volta mi piacerebbe vedere qualche risultato oltre alle rassicurazioni! Il gruppo ha bisogno necessariamente di tutti questi modelli, perché è oggettivamente indietro rispetto alla concorrenza, e da qui al 2020 gli altri non resteranno a guardare! Chissà che sia la volta buona!
Ritratto di Giuliopedrali
29 novembre 2018 - 16:57
Boh un gran trambusto per fare le auto che per qualunque altro costruttore sarebbero già ampiamente insufficenti... però va bene è già un buon segno. Strana la 500 elettrica, adattissima alle città è vero però credo davvero che l'inavasione elettrica inizierà da suv quasi supercar dove è più facile spalmare i costi aggiuntivi.
Ritratto di Marco_Tst-97
30 novembre 2018 - 09:17
Peccato che invece l'elettrico serva di più proprio in città, infatti anche Volkswagen ha deciso di lanciare la gamma ID con un modello delle dimensioni della Golf proprio per incentivare le auto elettriche. Lanciare una caterba di SUV elettrici a oltre €80 000 sarebbe come dichiarare di non voler rendere le auto elettriche modelli di diffusione!
Pagine