NEWS

FCA: ottimi risultati nel terzo trimestre 2020

Pubblicato 29 ottobre 2020

Pur consegne e fatturato in calo, il gruppo FCA ha chiuso un ottimo terzo trimestre con un utile netto di 1,20 miliardi.

FCA: ottimi risultati nel terzo trimestre 2020

RITORNO AL PASSATO - Superati i mesi più difficili dell’emergenza sanitaria, nei quali hanno dovuto ridurre le attività e sostenere enormi costi, le case automobilistiche sono tornare ad operare in condizioni simili a quelle pre-Covid e vedono crescere le consegne, seppur lentamente. Questo graduale ritorno alla normalità ha influito sui loro ultimi bilanci, in miglioramento: a livello globale, fra luglio e settembre 2020, la FCA ha registrato un fatturato di 25,81 miliardi di euro, il 6% in meno rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso, e ha venduto 1.026.000 veicoli, con una contrazione del 3%.

BOOM DELL’UTILE - Nel periodo luglio e settembre 2020, la FCA ha registrato un vero e proprio boom nell’utile netto, di 1,2 miliardi, addirittura il 773% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Come si spiega un risultato così positivo? Essenzialmente con l’ottima performance del Nord America, il mercato più redditizio per la FCA, dove ha registrato un ebit, ovvero il margine di guadagno prima di tasse e interessi, pari a 2,54 miliardi, 525 milioni in più di 12 mesi prima. E questo nonostante il calo delle consegne, diminuite di 46.000 unità a 554.000, e del fatturato, inferiore di 583 milioni a 18,48 miliardi. 

MALE L’EUROPA - Il risultato del Nord America, dove la FCA ha un margine del 13,8% per ciascuna auto venduta, fa il paio con quello dell’America Latina: le consegne sono passate da 150.000 a 145.000 unità, e il fatturato è stato di 1,532 miliardi, in diminuzione di 659 milioni, ma la FCA ha comunque registrato un ebit di 46 milioni. Il trimestre si è concluso negativamente nell’Emea (Europa, Medio Oriente e Africa), dove il gruppo ha venduto 297.000 auto, circa 27.000 in più, e registrato 4,59 miliardi di ricavi, in calo di 65 milioni, ma l’ebit è stato negativo per 125 milioni. In Asia, le consegne sono state soltanto 25.000, circa 10.000 in meno, e il fatturato è stato di 570 milioni con una contrazione di 117 milioni, per un ebit negativo di 32 milioni. 

COSÌ COSÌ LA MASERATI - Il terzo trimestre del 2019 è stato in chiaro-scuro anche per la Maserati, il marchio di lusso della FCA: le consegne sono passate da 4.600 a 4.900 unità, ma il costruttore modenese ha avuto un ebit negativo di 70 milioni.





Aggiungi un commento
Ritratto di mariofiore
31 ottobre 2020 - 09:41
Veramente ne hanno di molto peggio. La Cina e gli Stati Uniti sono i più inquinanti al mondo in assoluto sia per quota di inquinamento individuale che per quella in assoluto. L'Italia rispetto a loro è molto più lontana eppure abbiamo il parco automobilistico più.vecchio d'Europa.
Ritratto di Challenger RT
31 ottobre 2020 - 13:49
Qui parliamo di automobili non di industrie
Ritratto di Giuliopedrali
30 ottobre 2020 - 16:48
Challenger RT in realtà le Challenger vendono sempre molto meno di Mustang e Camaro e tutte queste ex pony cars, o forse oggi saranno semplicemente delle muscle, vendono una frazione rispetto al passato.
Ritratto di Challenger RT
30 ottobre 2020 - 20:43
Giuliopedrali non sei aggiornato! La Challenger nel 2018 e nel 2019 ha battutto la Camaro per numero di esemplari venduti in questi due anni.
Ritratto di Horizon2020
30 ottobre 2020 - 02:23
Ed ora che restituiscano un po' dei soldi sottratti in decenni di aiuti a fondo perduto per ingrassare gli agnelli e pagare i vizi degli elkann
Ritratto di Meandro78
30 ottobre 2020 - 05:54
Continua pure a sognare
Ritratto di Illuca
30 ottobre 2020 - 02:30
Mah, non vedo un gran futuro per Fiat Lancia e Alfa. Anzi non vedo alcun futuro
Ritratto di Meandro78
30 ottobre 2020 - 05:56
Fiat sarà il marchio low cost antiDacia e, forse, Alfa Romeo potrebbe essere rilanciato come marchio sportivo. A Lancia il meglio che possa accadere è essere venduto ai cinesi come fu per MG.
Ritratto di Illuca
30 ottobre 2020 - 12:12
purtroppo credo ormai siano marchi bolliti ed al di fuori della povera italia non compra più nessuno. forse panda e 500, ma per il resto..... purtroppo da italiano, di sicuro non ricordo alcuna auto fiat degna di nota da 15 anni a questa parte. Per quanto riguarda la giulia l'ho avuta per 6 mesi...che dio me ne scampi. ripeto lo dico da italiano dispiaciuto, ma dobbiamo guardare in faccia la realtà.il padrone ormai è francese
Ritratto di Giuliopedrali
30 ottobre 2020 - 16:33
Meandro78 vendessero l'intera Stellantis ai China... ma credo che non se la filerebbero...
Pagine