FCA: partono gli investimenti sulla guida autonoma

30 milioni di dollari per una struttura negli Usa che consenta di testare le tecnologia per la guida autonoma.

INVESTITI 30 MILIONI - La Fiat Chrysler vuole mantenere le promesse annunciate a fine primavera soprattutto per quanto riguarda gli obiettivi prefissati per i veicoli a guida autonoma, che la casa guidata da Mike Manley vorrebbe mettere in strada entro il 2023. Il primo passo di questa strategia è stato l’annuncio dell’investimento di 30 milioni di dollari per dedicare una parte della struttura dei Chelsea Proving Grounds nello stato del Michigan allo sviluppo e ai test sui veicoli a guida autonoma. “Il nuovo complesso dei Chelsea Proving Grounds ci aiuterà a portare a compimento il piano aziendale di cinque anni che abbiamo reso pubblico quest’anno” ha dichiarato il ceo della FCA. “La possibilità di effettuare test sulla guida autonoma e sulle tecnologie di sicurezza avanzate ci consentirà di offrire ai clienti le funzionalità più desiderate su tutto il nostro parco macchine”.

I TEST IN MICHIGAN - Aperta nel 1954 la struttura dei Chelsea Proving Grounds è una delle più importanti aree per effettuare test sulle automobili degli Stati Uniti. Sito di una delle prime gallerie del vento di proprietà’ di un costruttore in America, sui quasi 1620 ettari di superficie sono presenti più di 100 miglia tra strade e percorsi sterrati (tra i quali una replica esatta del famoso percorso del Rubicon). I circa 900 lavoratori della struttura si occuperanno ora anche di veicoli a guida autonoma grazie all’investimento messo in campo dalla FCA che ha consentito la costruzione di una pista per i test ad alte velocità (provvista di illuminazione, corsie di immissione, un tunnel e la possibilità di aggiungere ostacoli al tracciato) e un centro di comando dove alloggiare i potenti computer vero e proprio “cervello” delle auto a guida autonoma in questa fase. È stata inoltre creata una zona di 14 ettari specificamente dedicata allo studio delle misure di sicurezza avanzate dove verranno condotti i test sulle frenate di emergenza e sui sistemi che consentono alle vetture di parcheggiare autonomamente. 



Leggi l'articolo su alVolante.it