NEWS

FCA: ottimi risultati nel primo trimestre 2017

26 aprile 2017

Crescono fatturato e guadagni, ma anche l'indebitamento. Boom per la Maserati, che raddoppia le vendite.

FCA: ottimi risultati nel primo trimestre 2017

DEBITO IN CRESCITA - Le vendite della Maserati ed i buoni risultati sul mercato europeo hanno giovato ai conti del gruppo FCA, positivi nel trimestre gennaio-marzo 2017 in quasi tutti gli indicatori: il volume d’affari è cresciuto del 4% a 27,7 miliardi di euro, il guadagno calcolato prima delle imposte ha raggiunto i 1,5 miliardi (+11%) e le automobili vendute sono state 1,14 milioni (+1%). Di contro però l’indebitamento si è portato a 5,1 miliardi, a fronte dei 4,6 registrati a fine 2016, mentre la liquidità in cassa è scesa da 24 miliardi a 21,2 miliardi. Grazie a questi numeri la FCA ha confermato le stime per il 2017, aspettandosi ricavi fra 115 e 120 miliardi, un guadagno netto di 3 miliardi (7 miliardi prima della tassazione) e il calo a 2,5 miliardi dell’indebitamento.

IL NORD AMERICA IN FLESSIONE - Il quadro delle singole aree geografiche è positivo in Europa e nella zona Asia-Pacifico, dove le vendite sono cresciute del 12% e del 25%, ma non è altrettanto positivo in Sud America (-1%) e soprattutto in Nord America: qui le vendite sono diminuite del 6%, complice la mancanza di alcune vetture fondamentali e il rallentamento di quelle più anziane. La FCA può ritenersi soddisfatta degli ottimi risultati della Maserati, tornata a generare utili dopo il lancio sul mercato della suv di lusso Levante (nella foto sopra): le vendite sono passate dalle 6.300 di gennaio-marzo 2016 alle 11.900 di marzo-gennaio 2017, mentre il guadagno prima delle tasse è salito in questo periodo da 16 a 107 milioni di euro. Ciò significa che l’azienda ha guadagnato l’11,3% da ogni auto venduta, quando nel primo trimestre 2016 aveva registrato un margine del 3,1%.



Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
26 aprile 2017 - 22:47
Non così ignorante, le vendite della Ghibli infatti si sono affossate, e adesso circa la metà delle vendite sono rappresentate dalla Levante, non è teoria o commento da bar
Ritratto di Fr4ncesco
26 aprile 2017 - 22:50
2
Dicevo al commento del troll di nicktwo che da come scrive sembra che Maserati faccia solo il Levante diesel quando invece da tradizione continua a fare potenti granturismo e ammiraglie.
Ritratto di AMG
26 aprile 2017 - 23:05
Ah, capisco. In effetti l'ordine dei messaggi è un pò sparso. Ad ogni modo allo stesso commento ho dato un'interpretazione comunque diversa.
Ritratto di autolog
26 aprile 2017 - 22:54
Affossate? Cioè raddoppiano le vendite e riuscite anche a dire simili idiozie....
Ritratto di Isogrifo70
27 aprile 2017 - 05:22
1
Allora anche Porsche x 3/4 vende cayenne e macan: quello che conta x il cda sono gli utili, in fondo se ne fregano del retaggio nobile.
Ritratto di AMG
26 aprile 2017 - 22:54
STRACONCORDO con i due commenti di "nicktwo2" (che non sembra affatto l'utente "nicktwo" normale, o sbaglio è lo stesso?). Comunque ha pienamente ragione. Le Maserati poi hanno iniziato questo pericoloso andazzo solo di recente, prima rimanevano più vicino alle glorie del passato, producendo solo pezzi che sottolineavano la superiorità di Maserati sulle premium generaliste. Adesso per vendere (e svendere il blasone e il nome, più che la sostanza) gioca al ribasso, piazzando auto che mirerebbero a essere al livello di una Mercedes, in gran parte non riuscendoci nemmeno. Non basta un bel motore e un bel sound a fare un'auto. Oppure una bella carrozzeria (caso della Ghibli, SICURAMENTE non della Levante...) e infatti si vede, non reggono il confronto con le vere premium (con vere intendo solo non-le-base). Il diesel per un appassionato di Maserati è blasfemia, c'è poco da dire, il problema è che un appassionato ancora fatica ad accettare la "nuova" realtà Maserati, mentre un non appassionato comprende che oramai è quasi alla frutta, perché i modelli non sono sviluppati con tutti i criteri come su una premium tedesca.
Ritratto di Fr4ncesco
26 aprile 2017 - 23:41
2
AMG, dimentichi le pessime Maserati degli anni 80 inizi 90, quelle sotto la gestione DeTomaso e Citroen, quello si che fu un periodo da dimenticare, e pure quelle successive erano problematiche... Stiamo assistendo ad una rinascita del marchio che è tornato ad interessare il pubblico e ad avere elogi dagli specialisti e soprattutto a vendere con modelli che non scendono al di sotto del segmento E (la Ghibli è a metà strada tra una E ed una F). Hanno linee fantastiche, un aspetto luxury che attira l'attenzione ed un che di artigianale.
Ritratto di Gasswagen
27 aprile 2017 - 14:18
Ma vai a Dubai, e poi mi saprai dire.
Ritratto di miciocats
2 maggio 2017 - 11:42
Ciao, io avevo una x5M benzina da 555 cavalli, adesso ho preso una maserati levante desel da 250 cv. il risultato è che prima non c'era una donna che capiva che macchina avevo comprato, adesso ho risparmiato tipo 40.000 euro e ho il triplo del risultato. spiegami perché devo comprare una levante benzina per andare più forte?? dovrei sentirmi un barbone perché non l'ho comprata benzina?
Ritratto di Luzo
26 aprile 2017 - 18:43
40K? forse volevi dire 80K... in ogni caso gelmini il tuo modo di classificare acquirenti e vetture è quantomeno arcaico...che poi maserati e porsche si stiano rivoltando nella tomba magari è anche vero ma i tempi cambiano, sennò staremmo ancora al famoso ' maggiolino schiacciato' con telaio separato ecc ecc Anche il discorso sulle gt va relativizzato, dal momento che porsche all'interno del suo gruppo non ha concorrenti e anche audi/lambio non entrano tanto nel suo segmento......con il tempo anche fra maserati e ferrari ( e un po' AR) si stanno orientando in questo'ottica, quindi le cose vanno guardate nel complesso e non a comprati stagni.
Pagine