NEWS

FCA-Renault: la fusione non si farà

Pubblicato 06 giugno 2019

La FCA ritira la proposta e cita impedimenti legati alle condizioni politiche in Francia: salta il progetto del terzo gruppo al mondo.

FCA-Renault: la fusione non si farà

PROPOSTA RITIRATA - Non andrà in porto la fusione fra la FCA e il Gruppo Renault. Dopo giorni di febbrili trattative, il costruttore italo-statunitense ha ritirato con effetto immediato la proposta di fusione avanzata lunedì 27 maggio, spiegando in una nota che “non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo”. La FCA aveva proposto alla Renault di fondersi e creare una nuova società detenuta al 50/50 da entrambe, con l’obiettivo di sviluppare nuove sinergie, ottenere forti risparmi e diventare il terzo produttore al mondo di automobili, con la possibilità di diventare il primo in caso di accordo con le Nissan e Mitsubishi (già partner della Renault, con la quale hanno un’Alleanza). 

RICHIESTE IMPEGNATIVE - Stando alle indiscrezioni, però, le trattative sarebbero state complicate dalle richieste del Governo francese, che detiene il 15,01% del Gruppo Renault ed è il suo principale azionista: pare infatti che lo Stato abbia messo fra le condizioni per arrivare all’accordo la scelta di una città francese come sede operativa della nuova azienda, garanzie sull’occupazione per almeno quattro anni e un posto nel consiglio di amministrazione fra i nove previsti. La Nissan inoltre pare fosse ostile all’operazione, secondo quanto riferito nelle ultime ore dal quotidiano Wall Street Journal, tanto è vero che la Renault temeva che l’accordo con la FCA potesse avere implicazioni sull’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi. 

MALE I TITOLI - Il fallimento delle trattative ha avuto pesanti strascichi in Borsa, perché all’apertura dei mercati la FCA perdeva il 3,71% e la Renault il 6,80%. Male anche le Nissan e Mitsubishi: alla chiusura della borsa di Tokyo, dove sono quotati, i due costruttori hanno ceduto l’1,7% e il 5,86%.





Aggiungi un commento
Ritratto di preda
6 giugno 2019 - 11:04
FCA non ha niente da imparare dai francesi, anzi.... E' stato meglio cosi, fca e' meglio che vada in societa' con i coreani, cosi riduce i costi sulle utilitarie mentre le premium con ampi margini di guadagno, continua a farle in europa. Volevano la sede a parigi, un loro uomo come capo, e poi, gia che c'erano volevano anche qualche soldino....e poi cos'altro? Bene cosi
Ritratto di Blueyes
6 giugno 2019 - 14:07
1
una fetta di qulo...
Ritratto di napolmen4
6 giugno 2019 - 11:09
meglio cosi'!!! i francesi si tengano il loro carrozzone in rosso
Ritratto di Spock66
6 giugno 2019 - 11:14
Bene così. Una volta tanto gli Elkann mi stupiscono in positivo..
Ritratto di Simon Le Boss
6 giugno 2019 - 11:22
5
E' inutile girarci intorno, a guadagnare di più da questa alleanza sarebbe stata proprio FCA. Know how e brevetti sull'auto a guida autonoma e sui motori ibridi/elettrici ce li ha il gruppo Renault. FCA è indietro anni luce, dal canto suo avrebbe potuto offrire solo l'accesso al mercato americano. Ma conoscendo l'arroganza e la spocchiosità dei francesi che anche in questa occasione si sono contraddistinti, sono contento che FCA si sia ritirata dalla trattativa.
Ritratto di anarchico2
6 giugno 2019 - 11:52
Sottoscrivo al 100%.
Ritratto di alex_rm
6 giugno 2019 - 12:04
Nel mercato americano c'è gia Nissan(ed infiniti) che non vedeva bene questa fusione
Ritratto di napolmen4
6 giugno 2019 - 12:26
guida autonoma e' in avanzato speriamo nentazione con viasat....ed han pure un accordo di sviluppo con BMW e Samsung mentre ibrido lo producono con la pacifica e credo che sia più complicato produrre V6 e V8 biturbo sequenziali che Renault non ha
Ritratto di money82
6 giugno 2019 - 19:06
1
Alex Li c'era scritto nell'articolo postato da alvolante la scorsa settimana che fca era interessata alla partnership per spalmare i costi dei prodotti ibridi ed elettrici, su cui il gruppo renault vantava un'esperienza più ampia. Renault ha messo in vendita la fluence, auto totalmente elettrica nel 2009 quindi è innegabile fosse più avanti. Come è innegabile, come dissi nello scorso articolo, che a renault non conveniva una partnership al 50 e 50 perchè se fca non ha ibride o elettriche in gamma renault ha solo da guadagnarci. Mi sembra chiaro abbiano posto dei paletti a loro vantaggio nella speranza che fca cedesse. Comunque la partita non è ancora chiusa...le trattative funzionano soprattutto così.
Ritratto di money82
7 giugno 2019 - 07:42
1
Alex li, mi sono limitato a ripetere quanto espresso nell’articolo precedente, non un’opinione personale...proprietà intellettuale...sempre meglio di esperimenti fatti 30 anni fa e evidentemente abbandonati
Pagine