NEWS

FCA-Renault: la fusione non si farà

Pubblicato 06 giugno 2019

La FCA ritira la proposta e cita impedimenti legati alle condizioni politiche in Francia: salta il progetto del terzo gruppo al mondo.

FCA-Renault: la fusione non si farà

PROPOSTA RITIRATA - Non andrà in porto la fusione fra la FCA e il Gruppo Renault. Dopo giorni di febbrili trattative, il costruttore italo-statunitense ha ritirato con effetto immediato la proposta di fusione avanzata lunedì 27 maggio, spiegando in una nota che “non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo”. La FCA aveva proposto alla Renault di fondersi e creare una nuova società detenuta al 50/50 da entrambe, con l’obiettivo di sviluppare nuove sinergie, ottenere forti risparmi e diventare il terzo produttore al mondo di automobili, con la possibilità di diventare il primo in caso di accordo con le Nissan e Mitsubishi (già partner della Renault, con la quale hanno un’Alleanza). 

RICHIESTE IMPEGNATIVE - Stando alle indiscrezioni, però, le trattative sarebbero state complicate dalle richieste del Governo francese, che detiene il 15,01% del Gruppo Renault ed è il suo principale azionista: pare infatti che lo Stato abbia messo fra le condizioni per arrivare all’accordo la scelta di una città francese come sede operativa della nuova azienda, garanzie sull’occupazione per almeno quattro anni e un posto nel consiglio di amministrazione fra i nove previsti. La Nissan inoltre pare fosse ostile all’operazione, secondo quanto riferito nelle ultime ore dal quotidiano Wall Street Journal, tanto è vero che la Renault temeva che l’accordo con la FCA potesse avere implicazioni sull’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi. 

MALE I TITOLI - Il fallimento delle trattative ha avuto pesanti strascichi in Borsa, perché all’apertura dei mercati la FCA perdeva il 3,71% e la Renault il 6,80%. Male anche le Nissan e Mitsubishi: alla chiusura della borsa di Tokyo, dove sono quotati, i due costruttori hanno ceduto l’1,7% e il 5,86%.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
7 giugno 2019 - 00:40
2
Scherzi a parte ci fu un prototipo congiunto Pontiac con motore 12 cilindri Ferrari.
Ritratto di SPORTKA
7 giugno 2019 - 15:29
1
È vero, anch'io adesso ricordo di quest'auto
Ritratto di Fr4ncesco
6 giugno 2019 - 12:33
2
Meglio così, il governo francese voleva precaricare troppo. Sono liberali o comunisti a loro piacimento i francesi.
Ritratto di Er sentenza
6 giugno 2019 - 12:42
Che pretese questi politici francesi!!! Chiedono garanzie x l'occupazione e lo sviluppo industriale e non sono disposti a chiudere in 5 minuti una semplice fusione. Poverino Elkann, quando, questi impuniti, gli hanno chiesto cosa avesse da offrire fca come nuovi prodotti.... Beh dai...sara' stato come Fantozzi quando gli chiedevano cos'era la punzonatura ahahah.
Ritratto di Blueyes
6 giugno 2019 - 14:16
1
Francamente sono sollevato, le trattative avevano preso una pessima piega. I francesi ed il loro ridicolo presidente fanno gli europeisti quando gli conviene, ma si chiudono appena sono loro ad essere toccati. Comunque non escludo che nel giro di due giorni torni tutto in auge.
Ritratto di bellaguida
6 giugno 2019 - 14:25
Meglio così. Non mi fido dei francesi.
Ritratto di Angi0203
6 giugno 2019 - 14:53
a quanto pare, e contrariamente alle predizioni dei soliti "ben informati" nel forum, non è semplicissimo dettare condizioni ad FCA. Nemmeno essendo lo Stato Francese. In ogni caso la partita non è chiusa. Basta vedere gli accordi di partecipazione e sviluppo fra BMW-Dainmler-AUDI per capire che Renault da sola non avrà vita facile. FCA può almeno contare sui mercati delle Americhe, ma Renault? A fronte di un partner Nissan sempre più ribelle (dopo essere stato praticamente salvato da Renault: saluti e grazie di tutto), una Mitsubishi che ancora non prende e semmai "passerebbe" a Nissan, vedremo ...
Ritratto di Ale8080
6 giugno 2019 - 21:58
Quoto
Ritratto di Illuca
6 giugno 2019 - 14:57
Fikm già visto con fincantieri. La Francia difende le sue Aziende l'Italia le svende o regala. ILVA Docet. Poi fondersi con FCA é come sposarsi con una donna di 70 anni perché quando ne aveva 25 era carina....
Ritratto di Ale8080
6 giugno 2019 - 21:59
Ilva doveva e deve essere chiusa per inquinamento ambiemtale, i suoi ex proprietari ed il management incarcerato e buttata via la chiave.
Pagine