Ferrari Portofino: è lei l’erede della California T

23 agosto 2017

Spider-coupé da 600 CV, la Ferrari Portofino abbina prestazioni e piacere di guida al fascino della guida a tetto aperto.

Ferrari Portofino: è lei l’erede della California T

DA CORSA O DA PASSEGGIO - È la città di Portofino a dare il nome alla nuova spider della Ferrari, erede della California T con il tetto ripiegabile in metallo e un potente motore V8 sovralimentato: a fronte di una potenza portata a 600 CV, sarà la vettura più “economica” e accessibile nel listino della casa di Maranello. La nuova Ferrari Portofino verrà esposta in anteprima al Salone dell’automobile di Francoforte (12-24 settembre) e sfiderà cabriolet molto ricercate e ambiziose, a partire dalla Mercedes-AMG GT, capaci all’occorrenza di affrontare un turno di guida in pista o passeggiare senza fretta lungo una strada in riva al mare. Non è un caso infatti che alla Ferrari abbiano scelto il nome di una località marina, per esprimere l’indole turistica dell’auto (vista anche la disponibilità di due piccoli sedili postetriori) rispetto alle più cattive e impegnative 488 GTB e 488 Spider.

NUOVO PROFILO - La Ferrari Portofino appare più slanciata, in particolare nella vista laterale, che molte persone avevano criticato sulla California: la coda rimane alta per contenere il tetto quando ripiegato, ma ora è filante e meglio integrata con le fiancate. L’auto dà l’impressione di essere una vera coupé a tetto chiuso, mentre i rigonfiamenti sugli archi passaruota e il piccolo alettone posteriore snelliscono la vista d’insieme quando la capote è nascosta. La Portofino è stata disegnata dal centro stile della casa di Maranello e riprende alcuni particolari dalla 812 Superfast, come la mascherina vicina al terreno ed i fari anteriori (con tecnologia a led) a forma di L, non più tirati all’insù come sulla California T. Gli stilisti non hanno trascurato la cura aerodinamica, che su una vettura con queste prestazioni ha un’importanza fondamentale: l’apertura all’esterno dei fari anteriori, ad esempio, soffia l’aria all’interno dei passaruota e riduce così la resistenza all’avanzamento.

MOTORE RIVISTO - Le novità della Ferrari Portofino sono molte anche a livello meccanico, complice l’esordio di un nuovo telaio, che secondo la Ferrari è più rigido e leggero rispetto alla California T e dovrebbe migliorare la risposta dell’auto ai comandi del pilota. Le dimensioni però rimangono quasi invariate se paragonate alla California T: la lunghezza passa da 457 a 459 cm, mentre i centimetri in larghezza sono 194 e non più 191. L’altezza rimane di 132 cm. Nuovo è anche il tetto, più leggero e azionabile a bassa velocità, mentre il V8 turbo da 3.9 litri riceve nuovi pistoni, bielle e una linea di scarico del tutto ridisegnata: ora sviluppa 600 CV (40 in più) a 7.500 giri, ma secondo la casa di Maranello è anche più reattivo ai comandi dell’acceleratore. La Ferrari dichiara un tempo di 3,5 secondi per l’accelerazione 0-100 km/h e una velocità massima superiore a 320 km/h, a fronte di percorrenze al litro migliori rispetto alla California T: il valore omologato è di 9,5 km/l.

SA ESSERE COMODA - I tecnici della Rossa hanno lavorato anche sul comportamento di guida della Ferrari Portofino, installando l’ultima evoluzione del differenziale posteriore elettronico (non disponibile sulla California T), che migliora l’aderenza in curva quando si guida con decisione. Le sospensioni sono a controllo elettronico e lo sterzo è del tipo elettrico, soluzioni che faranno storcere il naso ai puristi ma che secondo la Ferrari rendono la Portofino più efficace da guidare. L’abitacolo è sportivo ma non essenziale come su altre Rosse, grazie allo schermo nel cruscotto da 10,2 pollici e ad alcune soluzioni per migliorare il confort dei passeggeri: i sedili elettrici sono facilmente regolabili, il climatizzatore è stato potenziato e il deflettore per l’aria riduce i vortici nell’abitacolo quando si viaggia a tetto aperto.

Ferrari Portofino
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
129
11
9
2
3
VOTO MEDIO
4,7
4.694805
154


Aggiungi un commento
Ritratto di mika69
23 agosto 2017 - 16:47
Sì, in parte concordo, ma un designer Ferrari non è pagato per creare anonimato, e se vuole può dare più corpo all'immagine. Evidentemente sono scelte aziendali. Le Aston Martin ad esempio sono sempre molto personali. E anche le attuali Maserati hanno una notevole impronta Maserati.
Ritratto di AMG
23 agosto 2017 - 22:06
Mah la DB11 non mi pare il massimo delle Aston, anzi per me come design rispetto alla DB9 ha perso non tanto, ma TUTTO. Poi in parte concordo con il vs discorso.
Ritratto di Tetsuyha
23 agosto 2017 - 15:54
3
fotocopia migliorata delle ultime Ferrari con base f12 berlinetta. sarebbe ora di abbandonare definitivamente quegli orrendi fanalini posteriori semi-inglobati nella carrozzeria e passare a qualcosa di veramente originale!
Ritratto di Fr4ncesco
23 agosto 2017 - 16:08
2
La Ferrari negli ultimi tempi ha raggiunto una costante perferzione. La linea è soggettiva e criticabile ma sfido che non possa piacere. Il marchio è il più blasonato al mondo. Quindi come al solito o come spesso accade è un prodotto all'altezza del Cavallino su tutti gli aspetti, tecnici e di immagine.
Ritratto di mika69
23 agosto 2017 - 16:50
Sì, ma ci dimenticheremo presto di questi modelli, passeranno come una cometa. Esempi come 308, 288 GTO, 250 GTO, Testarossa, Enzo, F40, 512BB.... quelli rimarranno nei cuori dei ferraristi, questi no.
Ritratto di Ercole1994
23 agosto 2017 - 17:54
Ribadisco che le migliori Ferrari moderne per me rimangono la 458 Italia e la F12berlinetta. Poi in fatto di meccanica e prestazioni, rimangono tra le migliori.
Ritratto di AMG
23 agosto 2017 - 22:07
Ma ti dirò, oltre ad essere criticabile il design di questa Portofino a me NON piace. E non lo dico per partito preso, tutt'altro mi dispiace anche.
Ritratto di flavio84
23 agosto 2017 - 16:08
Sicuramente meglio della california, ma in ferrari ormai si pensa ad uniformarsi col resto del mondo:sterzo elettrico, controlli elettronici vari, tutte cose che una volta non venivano considerate, ma evidentemente in america e in cina le auto piacciono cosi....
Ritratto di lucios
23 agosto 2017 - 16:10
4
BELLISSIMA! Ma il nome............ NUN CI AZZECCA TANTO!
Ritratto di AMG
23 agosto 2017 - 22:10
In verità sull'estetica è tutto il contrario, la California poteva anche non convincere ma era bella, questa molto peggio, ma è soggettivo...
Pagine