NEWS

Ferrari SP38: un Cavallino fatto su misura

23 maggio 2018

Un affezionato cliente Ferrari ha voluto una vettura tanto originale da essere unica e l’apposito reparto One Off di Maranello l'ha realizzata.

Ferrari SP38: un Cavallino fatto su misura

FATTA SU MISURA - C’è una nuova Ferrari, la SP38, ma sarà difficile vederla per strada. È in fatti un pezzo unico, realizzato dall’apposito reparto Ferrari One-Off della casa di Maranello. A volerla, e a volerla così, è un affezionato cliente del Cavallino per cui gli stilisti del Centro Stile Ferrari hanno disegnato la vettura impostata sulla base meccanica della Ferrari 488 GTB ma con un profilo diverso, oltre che con numerose soluzioni del tutto particolari. Il giorno dopo essere stata consegnata al proprietario, la vettura è stata portata sulla pista di Fiorano dove ha compiuto una serie di tornate ad andatura sostenuta. Perché pur presentandosi con un’immagine raffinata ed elegante, la Ferrari SP38 sa esprimere anche una notevole sportività. Proprio questa doppia personalità è stata l’input principale del cliente, appassionato delle corse e delle Ferrari in particolare. E la SP38 ha tutta l’aria di contenere entrambe le anime dell’eleganza e delle elevate prestazioni, che del resto sono il nocciolo del marchio Ferrari.

ISPIRATA ALLA F40 - Per ammissione della Ferrari, modello ispiratore della linea della SP38 è stata la F40, ma non sono difficili trovare riferimenti anche ad altre Ferrari del passato. Per esempio, nella distribuzione dei volumi, la Ferrari SP38 fa venire vagamente in mente la Ferrari 288 GTO degli anni 1984-85, con la parte posteriore che appare prevalere su quella anteriore. Ne deriva così un andamento generale a cuneo che enfatizza la sportività della vettura. E la caccia alle citazioni potrebbe continuare, così che emerge chiaro come la SP38 pur creata su telaio e meccanica della attuale 488 GTB, ha una sua personalità specifica, che è appunto unica, proprio come voleva il cliente. Della vettura la prima cosa che colpisce è il colore: un bel rosso vivo metallizzato, pensato apposta per la Ferrari SP38. Tra l’altro, è al top anche la qualità della verniciatura, essendo a triplo strato. Questo particolare lascia intendere come la vettura non sia soltanto una ricerca di design: per lei la Ferrari ha infatti ricorso alle soluzioni più avanzate e tecnologicamente più evolute.

LA VEDREMO A VILLA D’ESTE - Del tutto inediti sono per esempio i gruppi ottici, che seguono sì la tendenza della forma sottile distribuita trasversalmente, ma il disegno è originale, esclusivo per la Ferrari SP38. La soluzione adottata per il paraurti anteriore è per esplicita ammissione della casa un rimando alla 308 GTB. Una soluzione del tutto originale è nella parte posteriore, dove sembra che la vettura abbia due carrozzerie, una che contiene l’altra. E proprio la parte più esterna di questo originale posteriore nella parte alta dà corpo all’alettone, che è la citazione principale della F40. Splendido è poi il cofano motore, con tre ampie ed eleganti feritoie trasversali che svolgono la funzione di sfiato per smaltire il calore, ma assumono una valenza estetica non indifferente. Non da meno sono le soluzioni scelte per l’abitacolo, dove i rivestimenti sono stati curati dal programma Tailor Made, come un abito di sartoria, appunto. La nuova e originale Ferrari SP38 verrà esposta all’imminente Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, il prossimo sabato 26 maggio.

Ferrari 488
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
323
29
6
4
7
VOTO MEDIO
4,8
4.78049
369


Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
24 maggio 2018 - 10:40
La 288 GTO era davvero pazzesca perché non era per niente caricaturale, pur essendo un estremizzazione delle Ferrari di serie, aveva classe, stesso discorso per la Porsche 959.
Ritratto di joft
24 maggio 2018 - 11:09
Concordo. Per me la GTO è la migliore di sempre. Mi piacerebbe un giorno poter veramente vederne una che ne riprenda lo stile in chiave moderna, ammesso che sia possibile.
Ritratto di opinionista
24 maggio 2018 - 12:04
2
Ma non è la Ferrari fatta appositamente costruire per Eric Clapton ? A me pare molto simile
Ritratto di palazzello
24 maggio 2018 - 13:43
Per essere una ferrari anche se one-off non mi piace molto!! Buon per chi l'ha commissionata, evidentemente ne sa più di me e ha molti soldi che io non ho!!!
Ritratto di luconeone
24 maggio 2018 - 17:21
@raider La tua piccola adatta a circuiti tipo Franciacorta per caso te la sei montata da solo? La seconda ha ruote scoperte o no? Cmq ti apprezzo, sprt per il discorso del cambio. Tempo fa avrei fatto follie per una Atom v8. Adesso che sto invecchiando sono più per le pronto pista comodose.
Ritratto di Raider
25 maggio 2018 - 10:56
Nessun mistero. La "piccola" è una Ariel Atom 3.5/300. Producono 100 pezzi all'anno fatti rigorosamente a mano da un singolo operaio che alla fine "firma" la targhetta sul telaio. Per assurdo che vi possa sembrare è una macchina utilizzabile "ogni giorno" basta che non piova! La seconda, quella cattiva, è una Radical RXC GT3, con doppia omologazione, stradale e GTOpen Internazionale. A tutti gli effetti quel "qualcosa" tra una LMP ed una supercar stradale. Ovviamente costosa, ma mette sotto macchine che costano X volte il suo prezzo. Questa per l'uso stradale (nel traffico) è piuttosto disagevole, ma se ti programmi una bella giornata "fuori porta" a fare passi alpini...
Ritratto di luconeone
25 maggio 2018 - 11:27
Buongustaio......un bel modo Radicale per alleggerirsi di 90 mila £. E ancora più complimenti per l'Ariel, mio vecchio pallino. Pensa che l'anno scorso trovandomi in zona Somerset(per andare a deludermi per l'ennesima volta a Cardiff) feci una capatina in sede Ariel, per la v8 non ci fu verso, ma mi fecero provare il Nomad.....indescrivibile........una dune buggy che andava quasi come la mia Evora. Una curiosità, ma esiste un dealer ufficiale in Italia per Ariel? La v8 rimane il mio sogno, ma mi va fuori budget. Un saluto
Ritratto di Raider
25 maggio 2018 - 15:19
Ariel ufficiale in Italia? No assolutamente. La Nomad? Un bel sogno.
Ritratto di luconeone
24 maggio 2018 - 17:22
Mi rimane però la mia s2000 Mugen, oramai ben sotto la tonnellata(ma non è più targabile).
Ritratto di napolmen4
25 maggio 2018 - 09:13
Molto bella!!!
Pagine