NEWS

Fiat 124 Spider: la italo-giapponese

05 gennaio 2015

Dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine del 2015 la piccola Fiat 124 Spider, che condivide l'ossatura con la nuova Mazda MX-5.

Fiat 124 Spider: la italo-giapponese
SARÀ 124 SPIDER - Frutto degli accordi tra la Mazda e il gruppo FCA Fiat Chrysler, l’erede della mitica Fiat 124 Spider degli anni 60 verrà costruita, in parte, in Giappone sul pianale della nuova Mazda MX-5. Il nome dovrebbe essere 124 Spider, visto che è stato registrato recentemente presso l'ufficio brevetti americano. La cosa ancora incerta è se sarà Fiat 124 o Abarth 124. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, la FCA potrebbe decidere di dare al marchio Abarth questo modello in esclusiva. Oppure l'altra ipotesi, forse quella più plausibile, è che sia applicata la stessa politica adottata con la 500, con una versione “normale” Fiat e una più “pepata” a marchio Abarth. Nel disegno qui sopra abbiamo ipotizzato quale sarà l'aspetto della spider italo-giapponese.
 
MOTORI FIAT - La certezza è invece il nuovo pianale a trazione posteriore sviluppato dai giapponesi per la prossima generazione della MX-5. Nessuno al di fuori della Mazda ha ancora guidato la nuova spiderina, ma la nuova base tecnica ha tutte le carte in regola per soddisfare i più esigenti in termini di guidabilità e piacere di guida vecchio stile. La Fiat dovrebbe apporre il proprio sigillo con una personalizzazione delle tarature di sterzo e sospensioni della 124 Spider, oltre che con i propri motori. Probabilmente sotto il cofano ci sarà il ben noto 1.4 turbo a benzina MultiAir che, nelle configurazioni Abarth, arriva ad erogare fino a 190 CV e in quello Fiat-Alfa Romeo fino a 170 CV. Questi ultimi più che sufficienti per conferire prestazioni di rilievo visto il peso contenuto della nuova 124 Spider. Le dimensioni compatte (lunghezza attorno ai quattro metri) e il peso contenuto (cofano e parafanghi in alluminio) promettono agilità e buone prestazioni.


Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
7 gennaio 2015 - 01:17
3
Di solito alVolante ci azzecca poco con i rendering, però se fosse davvero così sarebbe bellissima; un design semplice e pulito ma al tempo stesso molto sportivo. Speriamo solo che sia migliore della MX-5, che mi ha molto deluso (esteticamente parlando).
Ritratto di hulk74
7 gennaio 2015 - 08:06
Ovvero una versione Fiat, una abarth, una alfa, una lancia? Con peculiarità e magari versioni coupé per alcune...
Ritratto di NeroneLanzi
8 gennaio 2015 - 11:13
Il problema è che non è detto che sia una ricetta buona per qualsiasi auto. Oggi la Miata in Europa non fa, a regime, 10 mila vetture l'anno. Ovvero 1/4 o 1/3 di quello che fa un normale segmento C in un solo mese su un solo mercato. Questo è l'ordine di grandezza, per cui diluire il prodotto su più marchi non è detto che sia una buona soluzione, anzi, probabilmente non lo è. Declinare uno stesso modello su più brand ha senso quando riesci a caratterizzare il prodotto. Ma una vettura che è già fortemente caratterizzata non si presta bene a questo scopo. D'altra parte, guarda lo stesso esempio del gruppo VW: quale spider paragonabile ad una Miata è declinata come VW, Seat, Skoda, ecc? Nessuna. Si tratta di un lavoro che viene fatto su altri tipi di vetture.
Ritratto di SaverioS
7 gennaio 2015 - 10:31
Assembramento di fiattari
Ritratto di hulk74
8 gennaio 2015 - 11:36
Magari...
Ritratto di degrel0
7 gennaio 2015 - 10:59
approfittarne per rilanciare il marchio LANCIA?
Ritratto di Gino2010
7 gennaio 2015 - 13:24
oggi di abarth abbiamo la sola 500 ed i suoi fratelli,quando si tratta di un marchio glorioso.Sarebbe bello se abarth brillasse un giorno di luce propria.Fiat dovrebbe essere per vocazione un marchio popolare e generalista,non sportivo.Quindi la cosa più logica e che questo nuova spider sia solo abarth.E quindi marchionen la produrrà certamente solo fiat.
Ritratto di swiss air
7 gennaio 2015 - 14:46
Ottima operazione di marketing . Nessun investimento, nessun nuovo motore, niente di niente . Scriviamo Abarth e baule e cofano in alluminio e il gioco e fatto . La pesca e aperta . Grande Sergio, fantastico lanciatore di fumo negli occhi , sarà per questo che va così in sintonia con Renzi ???
Ritratto di Roberto Carnevale
7 gennaio 2015 - 23:34
Si i colori non sono gran chè e poi i sedili. Ma cosa ne sapete di come sarà veramente? E' meglio l'aspirato perchè sino a 6.000 giri tira che è una bellezza, invece un turbo 1,4, anche con 170 CV, è moscio a certi regimi. Ma cosa ci dovete fare con una spiderina (perchè tale sarà)? Forse ci si va solo a spasso con i capelli al vento e magari a rimorchiare, non certo a girare al Ring o Vairano. Ad andarci in giro per diletto occorre rispettare i limiti di velocità ed essere prudenti e farsi vedere (le Spider servono prevalentemente a questo o no?). Insomma un 1.4 turbo (magari quello della Giulietta Sprint da 150 CV) per la versione Fiat ed un motore più prestante (sui 200 CV) per la versione Abarth non sarebbero sufficienti? Qualcuno ha ipotizzato un 330 CV ma era sobrio? Poi perchè mai sarebbe comunque meglio la MX rispetto alla 124, solo perchè nascono dallo stesso pianale giap. ? Ed allora, ad esempio, la 500 e la Ka non nascono dallo stesso pianale? Mi dispiace per i fanatici fan ma la MX è solo una Spiderina riuscita che non avendo ancora concorrenza adeguata è considerata meglio di quello che realmente è. Tanto M. farà vedere la 124 solo quando deciderà che è ora. Criticare o magnificare sul nulla di certo sono solo chiacchiere. Punto e basta.
Ritratto di NeroneLanzi
8 gennaio 2015 - 11:23
Mi trovo in accordo in buona parte, ma forse il giudizio sulla Miata è un po' inclemente. E' vero, non esiste oggi nulla che possa considerarsi una sua concorrente. Ma questo io lo vedo come un merito per Mazda. Là dove nessuno credeva più nelle spider sportive dal brezzo abbordabile, loro hanno continuato a sforzarsi aggiornando un ottimo prodotto. Diciamo che non tiri fuori la spider più venduta della storia solo perchè i concorrenti si concentrano su segmenti più costosi, devono anche esserci dei presupposti in termini di contenuti. Poi ovviamente non sono tutte rose e fiori. Ad esempio la NC è stata spesso criticata dagli stessi appassionati per le motorizzazioni. E sicuramente è vero che molti di coloro che acquistano una Miata oggi lo fanno per andarci a passeggio (basta vedere la percentuale di 1.8 vendute rispetto alle 2.0), ma è anche vero che rimane un'ottima base di partenza, anche con elaborazioni non troppo invasive, per ottenere un mezzo performante ad un costo decisamente civile. In sintesi, per la 124 c'è la possibilità di ritagliarsi uno spazio come alternativa per entrambe le tipologie di clienti. Ovviamente la differenza si gioca essenzialmente in termini di motori (aspirato vs turbo) e di stile.
Pagine