NEWS

Fiat 124 Spider: la italo-giapponese

05 gennaio 2015

Dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine del 2015 la piccola Fiat 124 Spider, che condivide l'ossatura con la nuova Mazda MX-5.

Fiat 124 Spider: la italo-giapponese
SARÀ 124 SPIDER - Frutto degli accordi tra la Mazda e il gruppo FCA Fiat Chrysler, l’erede della mitica Fiat 124 Spider degli anni 60 verrà costruita, in parte, in Giappone sul pianale della nuova Mazda MX-5. Il nome dovrebbe essere 124 Spider, visto che è stato registrato recentemente presso l'ufficio brevetti americano. La cosa ancora incerta è se sarà Fiat 124 o Abarth 124. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, la FCA potrebbe decidere di dare al marchio Abarth questo modello in esclusiva. Oppure l'altra ipotesi, forse quella più plausibile, è che sia applicata la stessa politica adottata con la 500, con una versione “normale” Fiat e una più “pepata” a marchio Abarth. Nel disegno qui sopra abbiamo ipotizzato quale sarà l'aspetto della spider italo-giapponese.
 
MOTORI FIAT - La certezza è invece il nuovo pianale a trazione posteriore sviluppato dai giapponesi per la prossima generazione della MX-5. Nessuno al di fuori della Mazda ha ancora guidato la nuova spiderina, ma la nuova base tecnica ha tutte le carte in regola per soddisfare i più esigenti in termini di guidabilità e piacere di guida vecchio stile. La Fiat dovrebbe apporre il proprio sigillo con una personalizzazione delle tarature di sterzo e sospensioni della 124 Spider, oltre che con i propri motori. Probabilmente sotto il cofano ci sarà il ben noto 1.4 turbo a benzina MultiAir che, nelle configurazioni Abarth, arriva ad erogare fino a 190 CV e in quello Fiat-Alfa Romeo fino a 170 CV. Questi ultimi più che sufficienti per conferire prestazioni di rilievo visto il peso contenuto della nuova 124 Spider. Le dimensioni compatte (lunghezza attorno ai quattro metri) e il peso contenuto (cofano e parafanghi in alluminio) promettono agilità e buone prestazioni.


Aggiungi un commento
Ritratto di swiss air
8 gennaio 2015 - 11:28
La differenza sostanziale tra Miata/124 e il resto delle spider si giocherà così 1) posso, quindi Mercedes BMW o Audi , vorrei ma non posso , Miata/124 . Il successo del mezzo , sarà anche dato dalla quantità di vorrei ma non posso .
Ritratto di NeroneLanzi
8 gennaio 2015 - 11:52
E questo è appunto quello che ti dirà chiunque non abbia mai posseduto una Miata.
Ritratto di swiss air
8 gennaio 2015 - 12:27
Quindi la strategia di marketing e catturare vorrei ma non posso ?? Aumentando il numero di clienti 2 modelli quasi uguali hanno forse un senso . Ma rimanendo invariato il numero di clienti, potrebbe succedere che Mazda perda il 50% del mercato e FCA faccia + 200% , ma il numero di clienti resta uguale , quindi successo o divisione ???? Immagino già i titoli dei giornali specializzati 124 grande successo, poi vai a leggere le vendite 2000 in totale in un anno , che sono 2000 più di prima, però prima erano zero , quindi successo di cosa ???
Ritratto di NeroneLanzi
8 gennaio 2015 - 13:10
Mah, non so nel settore in cui lavori tu come funzioni il concetto di concorrenza. Diciamo che nell'automotive se, per ipotesi, entri in un segmento in cui non sei presente, con una macchina con una marginalità accettabile e acquisisci clientela (dal nulla, dalla concorrenza, dalla befana, poco importa, basta che non siano clienti che avrebbero altrimenti scelto un altro tuo prodotto a più alta marginalità), allora hai fatto un buon lavoro. Punto. Come clientela, hai a disposizione, per gli Stati Uniti e per l'Europa, tutti i clienti tipici Miata. Più, più che altro in Italia, hai a disposizione la clientela che Mazda non raggiunge per banali motivi di dimensione della rete e di possibilità di spesa. Poi, ci sono molte persone che sentono il bisogno di compensare qualche mancanza con un marchio che loro ritengono degno, anche se magari poi si ritrovano con una TA a nafta, ma per loro va benissimo, tanto non useranno mai una spider in chiave sportiva. Altri invece preferiscono avere una macchina che sia un minimo affilata e magari, se proprio vogliono colmare il delta spending, ritengono che 6 o 7 k€ siano spesi meglio in un set di coilover decenti, gomme adeguate, colli, camme e mappatura che non in 3 badge di plastica e sedili riscaldati. All'auto mancherà sempre il logo "giusto", ma lì è questione di cosa si intende per "piacere di guida". Ognuno lo interpreta a modo suo. E personalmente credo che chi ha la preoccupazione del logo faccia benissimo a non scegliere una vettura come la Miata.
Ritratto di swiss air
8 gennaio 2015 - 13:33
Teoria interessante , ma affermò semplicemente che può cannibali zare clienti solo a Mazda . Il nome 124 non è a caso . Fatto più per l'estero dove la vecchia 124 spider era famosa . In Italia il problema non si pone . Per me con l'avvento della 124 Nazda non ne vende più una . Continuara a guadagnare dai pianali che vende a Sergio, che praticamente venderà una DR a prezzo di spider. Tutti coloro che acquistano altre spider ( quelke cge ganno ancge il mitore) continueranno a non comprare FCA . Forse in percentuale bassa potranno pensare alla 4c ( se non la provano )
Ritratto di andrea120374
8 gennaio 2015 - 00:06
2
Sempre peggio, dovrebbero dedicarsi solo a quello che riescono a fare meglio, citycar e veicoli commerciali il resto notte fonda.
Ritratto di SaverioS
8 gennaio 2015 - 11:59
Réunion di fiattari...
Ritratto di NeroneLanzi
8 gennaio 2015 - 12:10
Fammi capire, riscrivi il commento uno volta al giorno finchè qualcuno non ti si fila?
Ritratto di SaverioS
8 gennaio 2015 - 13:54
Coda di paglia??
Ritratto di NeroneLanzi
8 gennaio 2015 - 14:33
Boh, essendo un dipendente FCA, non è un problema per me, puoi anche darmi del "fiattaro" qualunque cosa significhi (mi sembra un gergo da elementari, ma visto come impieghi il tuo tempo non ci vedo in effetti nulla di strano)
Pagine