NEWS

Mazda MX-5, il "contributo" della Fiat 124 Spider

22 giugno 2016

In un'intervista il vicepresidente della Mazda USA lascia intendere che senza l'accordo con la FCA probabilmente non ci sarebbe stata la nuova MX-5.

Mazda MX-5, il "contributo" della Fiat 124 Spider

O INSIEME O NIENTE - Negli Stati Uniti la nuova Fiat 124 Spider (foto sopra) è stata accolta piuttosto bene. Il fascino dello stile italiano ha colpito ancora e la stampa americana ne incensa i valori, che ritrova evidentemente anche sulla nuova “scoperta” della marca italiana. Ma al nuovo modello della Fiat vengono ascritti anche altri meriti, del tutto diversi e inusuali da sentire. Il vicepresidente della Mazda USA Robert Davis ha infatti dichiarato al DetroitNews che la casa giapponese si sarebbe decisa a dare luce verde per la produzione della nuova generazione della Mazda MX-5 (qui sotto, giunta alla quarta generazione e con 25 anni di esistenza) grazie alla partnership con la Fiat per la parallela fabbricazione della 124 Spider. Tanto che negli Usa, dove la spider giapponese si chiama Miata, qualcuno ha coniato il nomignolo “Fiata”.

LA CONDIVISIONE È UN MODELLO - Con oltre un milione di esemplari venduti nel suo quarto di secolo di carriera, la Mazda MX-5 è la vettura sportiva più venduta al mondo di ogni tempo. Ciò nonostante la sua produzione è comunque di piccole dimensioni (circa 15 mila unità l'anno) e questo impiegando una piattaforma sviluppata ad hoc e non utilizzata da nessun altro modello della Mazda. Dunque con costi pesanti viste le molte imposizioni in tema di sicurezza e protezione ambientale. Il modello di questa collaborazione ricorda quello di Toyota e Subaru che ha dato origine all GT86 e alla BRZ e quello tra Toyota e BMW che darà origine alla Z4 e alla Supra. Come si ricorderà in un primo momento la spider di marca italiana doveva essere un’Alfa Romeo, poi fu deciso in corso d’opera di trasformarla in un modello Fiat.

Mazda MX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
261
68
28
20
23
VOTO MEDIO
4,3
4.31
400




Aggiungi un commento
Ritratto di NeroneLanzi
22 giugno 2016 - 16:37
Ah per carità, ci sono anche quelli che prendono le NC, rifanno assetto, aspirazione, scarico, camme, poi "no, in pista non la porto perchè si consumano le pastiglie", per cui non mi stupisco di nulla. Sinceramente se uno è preoccupato per i consumi e vuole una vettura scoperta, per me è meglio che eviti sia ND che 124, ci sono molte 206cc usate a nafta disponibili sul mercato che sarebbero più adatte.
Ritratto di torque
22 giugno 2016 - 16:46
Certo, parere personalissimo, anche condivisibile. Può anche succedere però che ti innamori della Mazda, fai uno sforzo per comperartela, e se tra le sue qualità scopri che ci sono pure i consumi bassi li accogli a braccia aperte. Chi si preoccupa dei consumi mica gira solo con le Up! a metano, esistono anche altre esigenze: inutile fare i radicali, guarda ad esempio quante berline premium di segmento D girano in Italia e quante di queste sono a benzina. Eppure, meno di 40 mila euro non costano. Ma basta che pensi anche al fatto che Maserati si è piegata al diesel per tutta la sua gamma: se può preoccuparsi dei consumi uno che compra una Maserati da 90 mila euro, perché non deve poterlo fare chi compra una Mazda che costa un terzo? Solo perché la Mazda ha il tetto in tela? Ben venga un aspirato divertente e pure efficiente, senza nulla togliere (come già detto) all'ottimo MultiAir.
Ritratto di NeroneLanzi
23 giugno 2016 - 09:08
Le Ghibli diesel in verità non nascono tanto per una questione di consumi, servono principalmente per poter entrare nelle flotte aziendali (per policy in molte aziende non vengono ammessi i benzina, anche per ragioni di CO2). Il problema con le Miata è che i consumi ridotti sono sulla carta. Sono ottenibili certamente, sia con gli MZR che con gli Skyactiv. Ma per ottenerli devi fare o autostrada o hard parking. Il bello di una NC o di una ND in termini di piacere di guida, sta tutto oltre i 4 mila giri. Sotto sei in coma vegetativo profondo. Il mio MZR inizia ora a dare qualcosina, ma ora che non è più stock. Per il resto devi scegliere, o usi una Miata per lo struscio e ti godi i consumi, oppure ti godi l'auto.
Ritratto di hulk74
22 giugno 2016 - 18:23
Alla fine sono 2000 € se metti sconti e mazzi
Ritratto di IloveDR
22 giugno 2016 - 17:12
4
http://www.fcagroup.com/it-IT/media_center/FiatDocuments/2013/Gennaio/Mazda_e_Fiat_firmano_accordo_per_il_nuovo_spider_Alfa_Romeo.pdf..."Per Mazda, l’accordo rappresenta un’opportunità di migliorare l’efficienza delle proprie attività di sviluppo e produzione e ridare slancio al segmento delle spider a livello globale."...Mazda la MX-5 l'avrebbe comunque continuata a produrre, indipendentemente dall'accordo con FCA...questo articolo è una bufala o per meglio dire, semplice marketing, l'importante è parlarne...
Ritratto di napolmen4
22 giugno 2016 - 18:35
chi ti ha detto niente?..chi parla e' la mazda quindi accucciati....
Ritratto di SINESTRO
23 giugno 2016 - 09:10
3
caro Dr, te sei sempre stato un pallonaro, a prescindere...
Ritratto di IloveDR
23 giugno 2016 - 11:22
4
http://www.fcagroup.com/it-IT/media_center/FiatDocuments/2013/Gennaio/Mazda_e_Fiat_firmano_accordo_per_il_nuovo_spider_Alfa_Romeo.pdf
Ritratto di IloveDR
23 giugno 2016 - 11:25
4
Mazda e Fiat firmano accordo per il nuovo spider Alfa Romeo A seguito dell’annuncio congiunto del 23 maggio 2012, Mazda Motor Corporation (Mazda) e Fiat Group Automobiles S.p.A. (Fiat) hanno annunciato oggi la firma dell’Accordo Definitivo in base al quale Mazda produrrà una spider a due posti per Alfa Romeo. L’auto verrà prodotta nello stabilimento Mazda di Hiroshima in Giappone a partire dal 2015. Il nuovo spider Alfa Romeo sarà sviluppato per il mercato globale sulla base dell’architettura dell’MX-5 di prossima generazione. In base all’accordo, Mazda e Fiat svilupperanno due vetture a trazione posteriore e distinte nel design, quali icone chiaramente riconoscibili del proprio marchio. Ognuna delle due varianti Mazda e Alfa Romeo verrà equipaggiata con motorizzazioni specifiche per il marchio. Per Mazda, l’accordo rappresenta un’opportunità di migliorare l’efficienza delle proprie attività di sviluppo e produzione e ridare slancio al segmento delle spider a livello globale. A Fiat, consentirà di offrire un’interpretazione moderna e tecnologicamente avanzata del classico spider Alfa Romeo in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi del marchio entro il 2016. Torino/Hiroshima 18 gennaio 2013
Ritratto di SINESTRO
23 giugno 2016 - 12:38
3
quindi, l'articolo in questione su Alvolante è suffragato anche da questo che hai pubblicato sopra. Solo che qui c'è un po' più di enfasi.
Pagine