NEWS

Fiat 500 e Panda: arrivano le ibride leggere

Pubblicato 08 gennaio 2020

Fiat 500 e Panda Hybrid dispongono di un sistema ibrido leggero, nel quale il motore elettrico è abbinato all’inedito 1.0 a tre cilindri a benzina.

Fiat 500 e Panda: arrivano le ibride leggere

TANTI VANTAGGI - In attesa di vederle nelle concessionarie, dove arriveranno a febbraio 2020 con prezzi promozionali da 10.900 euro, sono ordinabili dal 10 gennaio le nuove Fiat 500 Hybrid e Fiat Panda Hybrid, dotate di un sistema ibrido leggero (o mild hybrid) per il contenimento di consumi ed emissioni: rispetto a quelle con il 1.2 a benzina da 69 CV, la casa torinese dichiara una riduzione del 30%. Le Fiat 500 Hybrid e Panda Hybrid non si muovono con la sola trazione elettrica, ma godono degli stessi vantaggi fiscali delle auto ibride e ibride plug-in, come la sosta gratuita nei parcheggi a pagamento e il permesso di circolare durante i blocchi del traffico (solo nei Comuni che lo prevedono). 

UNA SPINTA IN PIÙ - Il sistema mild hybrid è costituito dal moto-generatore elettrico (BSG, Belt Starter Generator) collegato al motore termico con una cinghia e integrato alla rete elettrica a 12 Volt. Il motore elettrico funziona da generatore nei rallentamenti e recupera l’energia che altrimenti verrebbe dispersa, alimentando la batteria agli ioni di litio da 11 ampere-ora (pari a circa 0,13 kWh) . Il motore elettrico fornisce 3,6 kW (cioè 5 CV) nelle accelerazioni e riavvia il motore termico dopo il suo spegnimento automatico mentre l’auto rallenta: al di sotto dei 30 km/h, con la marcia in folle (un indicatore nel cruscotto suggerisce quando farlo), il motore a benzina si spegne e le Fiat 500 e Panda Hybrid “veleggiano” sfruttando l’abbrivio.  

CAMBIO A 6 MARCE - Il motore termico è un nuovo tre cilindri senza turbo, con due valvole per cilindro, 999 cm3 di cilindrata, 70 CV a 6.000 giri e 92 Nm di coppia a 3.500 giri. Ad esso si abbina un nuovo cambio manuale a 6 marce. Il motore e il cambio sono alloggiati 4,5 cm più in basso rispetto alle altre Fiat 500 e Panda: ne guadagnano maneggevolezza e reattività, perché il baricentro delle citycar è più vicino al suolo.

SEDILI ECOLOGICI - Le Fiat 500 Hybrid e Fiat Panda Hybrid saranno disponibili inizialmente nella versione Launch Edition, che si distingue per i sedili rivestiti in tessuto ottenuto da plastica riciclata: il 10% è di origine marina, il 90% terrestre. Stipulando un finanziamento, inoltre, la Fiat si impegna a piantare un albero per ogni Hybrid venduta, a conferma della natura più ecologica di questi modelli.

Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
307
174
124
116
170
VOTO MEDIO
3,4
3.372615
891




Aggiungi un commento
Ritratto di desmo3
9 gennaio 2020 - 09:02
6
E perché mai non sarebbe il massimo?? Io ho un Multijet 75cv e se avessi la 6^ marcia potrei risparmiare tantissimo sopra i 90 km/h, perché con la 5^ salgo già sopra i 2.000 giri/min.
Ritratto di remor
8 gennaio 2020 - 21:40
almeno sul baricentro abbassato nessun appunto...
Ritratto di napolmen4
9 gennaio 2020 - 00:34
il motore e' nuovo...ha un rapporto di compressione 1:12 per dirne una...
Ritratto di oretaxa
8 gennaio 2020 - 19:40
Era l'ora! Dovrebbe essere obbligatorio su tutte le auto
Ritratto di remor
8 gennaio 2020 - 19:56
Non penso accadrà. Le auto italiane non fanno così tendenza nelle proprie scelte (vincenti o meno che siano a lungo termina); fossero state 2 citycar di un paese (quel paese, il solito) a noi confinante ad adottare questa tecnologia su una citycar allora un coro unanime: tutte quelle citycar che non l'avevano sarebbero state tacciate di assoluta arretratezza.... Facendolo invece le nostrane questo primo passo: molto più probabile invece che i più (commenti) si schiereranno verso un "non serve a niente", "inutile complicazione", "sarà inaffidabile", ecc.
Ritratto di oretaxa
8 gennaio 2020 - 20:21
Io non ho Fiat, ma una Skoda che dopo 12 anni va benissimo. Devo dire però che il gruppo VW nei segmenti A-B continua a proporre i soliti motori che non mi invogliano di certo a cambiare auto. Credo che Suzuki prima e ora Fiat contribuiranno a dare un'accelerata all'adozione su tutte le auto di questi dispositivi. Che funzionano, sia chiaro: Suzuki Baleno mild hybrid in città 17,5Km/l. Certo che se li montano su modelli pesanti non rendono, ma se rimaniamo sui 1100kg forniscono un indubbio vantaggio nei consumi.
Ritratto di remor
8 gennaio 2020 - 21:36
Da notare fra l'altro la particolarità che, come giustamente fatto notare, dopo suzuki (ignis ancor più che swift e baleno nel segmento in questione) in pratica è arrivata fiat a proporre l'ibrido su una citycar, ad esempio anticipando la stessa maestra in materia toyota che sulla aygo non lo ha l'ibrido, o idem gli altri esperti in materia quali kia/hyundai con la picanto e la i10
Ritratto di remor
8 gennaio 2020 - 22:05
non ti far ingannare dal genere western, gli indiani erano veramente in gamba (erano capaci ad andare a cavallo senza sella, fra l'altro, tirando contemporaneamente d'arco). questo naturalmente imho e con rispetto parlando
Ritratto di Oxygenerator
9 gennaio 2020 - 11:44
@ remor Si serve a poco. Solo una questione di vantaggio burocratico. Altre case han già le city car elettriche. Quando si vuol fare tendenza, bisogna arrivar per primi a fare le cose o concepirle come possibili prima degli altri. Quando si arriva buon ultimi, nelle tecnologie, per far tendenza ci vogliono almeno auto innovative o sistemi futuristici. Non una furbata burocratica.
Ritratto di remor
9 gennaio 2020 - 11:56
Penso siano secondi nel segmento, giusto dietro Suzuki. Non mi vengono in mente altra citycar ibride
Pagine