NEWS

Fiat 500 e Panda: arrivano le ibride leggere

Pubblicato 08 gennaio 2020

Fiat 500 e Panda Hybrid dispongono di un sistema ibrido leggero, nel quale il motore elettrico è abbinato all’inedito 1.0 a tre cilindri a benzina.

Fiat 500 e Panda: arrivano le ibride leggere

TANTI VANTAGGI - In attesa di vederle nelle concessionarie, dove arriveranno a febbraio 2020 con prezzi promozionali da 10.900 euro, sono ordinabili dal 10 gennaio le nuove Fiat 500 Hybrid e Fiat Panda Hybrid, dotate di un sistema ibrido leggero (o mild hybrid) per il contenimento di consumi ed emissioni: rispetto a quelle con il 1.2 a benzina da 69 CV, la casa torinese dichiara una riduzione del 30%. Le Fiat 500 Hybrid e Panda Hybrid non si muovono con la sola trazione elettrica, ma godono degli stessi vantaggi fiscali delle auto ibride e ibride plug-in, come la sosta gratuita nei parcheggi a pagamento e il permesso di circolare durante i blocchi del traffico (solo nei Comuni che lo prevedono). 

UNA SPINTA IN PIÙ - Il sistema mild hybrid è costituito dal moto-generatore elettrico (BSG, Belt Starter Generator) collegato al motore termico con una cinghia e integrato alla rete elettrica a 12 Volt. Il motore elettrico funziona da generatore nei rallentamenti e recupera l’energia che altrimenti verrebbe dispersa, alimentando la batteria agli ioni di litio da 11 ampere-ora (pari a circa 0,13 kWh) . Il motore elettrico fornisce 3,6 kW (cioè 5 CV) nelle accelerazioni e riavvia il motore termico dopo il suo spegnimento automatico mentre l’auto rallenta: al di sotto dei 30 km/h, con la marcia in folle (un indicatore nel cruscotto suggerisce quando farlo), il motore a benzina si spegne e le Fiat 500 e Panda Hybrid “veleggiano” sfruttando l’abbrivio.  

CAMBIO A 6 MARCE - Il motore termico è un nuovo tre cilindri senza turbo, con due valvole per cilindro, 999 cm3 di cilindrata, 70 CV a 6.000 giri e 92 Nm di coppia a 3.500 giri. Ad esso si abbina un nuovo cambio manuale a 6 marce. Il motore e il cambio sono alloggiati 4,5 cm più in basso rispetto alle altre Fiat 500 e Panda: ne guadagnano maneggevolezza e reattività, perché il baricentro delle citycar è più vicino al suolo.

SEDILI ECOLOGICI - Le Fiat 500 Hybrid e Fiat Panda Hybrid saranno disponibili inizialmente nella versione Launch Edition, che si distingue per i sedili rivestiti in tessuto ottenuto da plastica riciclata: il 10% è di origine marina, il 90% terrestre. Stipulando un finanziamento, inoltre, la Fiat si impegna a piantare un albero per ogni Hybrid venduta, a conferma della natura più ecologica di questi modelli.

Fiat Panda
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
307
175
124
116
170
VOTO MEDIO
3,4
3.37332
892




Aggiungi un commento
Ritratto di Oxygenerator
9 gennaio 2020 - 13:24
@ remor Chiunque io conosca parla di necessità di nuovi modelli fiat lancia alfa. Chiunque. Tranne in questo blog strano dove ci sono persone che negano l’evidenza a tutto spiano. La Yaris a differenza delle altre è un full hybrid in vendita da tre generazioni. È ovvio che se queste sono le novità fca ( per carità sempre meglio che niente ) non andremo molto lontano.
Ritratto di remor
9 gennaio 2020 - 14:15
Speriamo, in tal senso, bene in questa nuova alleanza con PSa, almeno per quanto riguarda Fiat e Lancia (Alfa secondo me dal seg.D in, eventualmente, su meriterebbe progetti a se stanti o al limite condivisi con Maserati; dalla Francia c'è poco da attingere)
Ritratto di elitropi cristian
8 gennaio 2020 - 21:42
Come si puó leggere,il prezzo promozionale é a partire DA € 10,900. La versione con allestimento Barbonline... Le altre versioni con un monimo di optional,ci dovete caricare +/- € 3000,00
Ritratto di remor
8 gennaio 2020 - 22:15
Penso molti le fiat le prendano anche in versioni ultrabasic (ad esempio la classica punto street prima che uscisse di produzione, di cui qua è pieno) perché alla fine in territorio italico fanno abbastanza tendenza, nel senso come lo fu ad esempio la 2cv o la r4 in francia, che magari anche il benestante ce l'aveva spoglia/nuda&cruda e non si faceva problemi a recarcisi al ristorante o al teatro
Ritratto di remor
9 gennaio 2020 - 06:51
Si iniziassero a comprare le Giulia, ora che è un marchio in partnership con un loro gruppo nazionale (in verità mi sembra che lì la berlina italiana abbia sempre relativamente venduto)
Ritratto di Oxygenerator
9 gennaio 2020 - 13:30
La giulia si fatica a venderla anche scontata qua da noi, con i nostri nazionalisti social popolari. Figuriamoci in Francia, dove i nostri prodotti non sono molto considerati e non solo li.
Ritratto di Roomy79
8 gennaio 2020 - 22:27
1
Se davvero escono a 10.900 e hanno almeno la base per il giorno d’oggi (clima, radio con usb e bluetooth, telecomando porte) allora ci siamo. Se quello e il prezzo per la versione coi vetri a manovella e l’apertura a chiave c’e un problema...
Ritratto di dubbioso
9 gennaio 2020 - 12:09
Hanno cambiato anche i test per i passeggeri. Con la panda se ti schianti ed hai due bambini dietro si fracassano la testa.
Ritratto di Oxygenerator
10 gennaio 2020 - 09:46
@ Alex Li Purtroppo i progetti che si lasciano invecchiare troppo, poi finiscono per avere queste problematiche. 5 stelle nel 2007. Son passati 12 anni. 12 anni sono troppi per un’auto. Oltre ad aver cambiato anche i test per passeggeri e pedoni come giustamente ricorda il dubbioso nel post
Ritratto di Jumputer
9 gennaio 2020 - 06:34
Gli ADAS sono fondamentali. Queste auto le dai in mano alle mogli con figli e ai neopatentati. Speriamo ce li mettano (ma dubito) come sulla Aygo versione 2019. Sono fondamentali come cinture e poggiatesta prima, airbag, abs e ESP poi e diventeranno a breve obbligatori. Per mia figla quando sarà il momento della prima auto la cercherò con gli ADAS (almeno frenata automatica). Se si ragiona da genitori si ragiona , credo, così, Quindi fra 5 anni un'aygo 2019 avrà più valore di una panda 2020 senza ADAS mini o mild hyrid che sia... questo chiaramente per me. Anche perchè il guadagno in risparmio di consumo di questi mild-hybrid è minimale.
Pagine