NEWS

Fiat 500X: addio al 4x4

Pubblicato 05 agosto 2019

Scompare dai listini l’unica versione a trazione integrale della Fiat 500X, la 2.0 Multijet automatica. Con lei, esce di scena anche la 1.6 a benzina.

Fiat 500X: addio al 4x4

OBIETTIVO, MENO CO2 - La lotta ai gas serra sta portando un po’ tutti i costruttori a rivedere la propria gamma di veicoli, per abbassare le emissioni medie di anidride carbonica. Infatti, da gennaio 2020 in Europa il limite sulle emissioni medie delle gamma scende da 130 g/km a 95 g/km, con pesanti sanzioni (95 euro per ogni grammo di CO2 eccedente, applicato su ogni auto venduta) rispetto a quanto imposto dalle normative (l’unico “regalo” concesso ai costruttori per il primo anno riguarda il 5% della gamma, esentato da tale limite). E, così, scompaiono dai listini i motori più vecchi e sulle varianti meno efficienti. Nel caso della Fiat 500X la “scure” si è appena abbattuta sulle versioni 1.6 a benzina da 110 CV (emissione di CO2 dichiarata 154 g/km) e 2.0 Multijet da 150 CV (164 g/km). Peccato che, mentre la prima fosse quasi sovrapponibile alla 1.0 T3 da 120 CV (introdotta lo scorso settembre), la “duemila” a gasolio fosse rimasta l’unica versione a trazione integrale in vendita, dopo l’uscita di scena (nel 2018) della 1.4 turbo a benzina da 170 CV.

VIA ANCHE TRE ALLESTIMENTI - L’abbinamento al cambio automatico (peraltro uno dei più efficienti, grazie ai suoi nove rapporti) e alla trazione integrale, ha penalizzato versione col 2.0 a gasolio. Che, tra l’altro, era soggetta anche alla sovratassa di 1100 euro in vigore dallo scorso marzo in Italia. Il suo addio al mercato era quindi solo questione di settimane. Per chi vorrà una suv compatta “made in Melfi” a trazione integrale non resta quindi che la “cugina” Jeep Renegade, col nuovo 1.3 T4 da 179 CV (leggi qui il primo contatto) oppure con i 2.0 a gasolio da 140 o 170 CV, tutti abbinati al cambio automatico. Gli altri “tagli” alla gamma della Fiat 500X riguardano l’uscita di scena degli allestimenti 120°, Mirror e S-Design. Restano quindi la Urban, la City Cross, la Cross e la Business. Quest’ultima spicca per la dotazione: a quanto offerto dalla City Cross (cerchi in lega di 16”, fendinebbia, impianto Uconnect 7” con AndroidAuto ed Apple CarPlay, cruise control, mantenimento in corsia e riconoscimento dei limiti di velocità), per 850 euro in più aggiunge navigatore, sistema di accesso e avviamento “senza chiave”, “clima” automatico, sensori di parcheggio posteriori e regolazione lombare per il guidatore.

Fiat 500X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
437
192
108
115
204
VOTO MEDIO
3,5
3.514205
1056




Aggiungi un commento
Ritratto di neuro
6 agosto 2019 - 13:18
hanno tolto il 4wd alla 500x per le emissioni CO2 e alla Renegade no? dite che la Renegade è già a norma dei 95 g/km CO2? mi sembra impossibile.
Ritratto di Livio1952
6 agosto 2019 - 16:30
Guarda che credo che il parametro dei 95 gr /km di CO2 siano una media da raggiungere su tutti i modelli un vendita. Ecco perché si passa a togliere dal commercio per abbassare tale parametro.
Ritratto di Road Runner Superbird
6 agosto 2019 - 14:10
Scelta discutibile. La versione integrale la differenziava da molte rivali, ed era un valore aggiunto per molti mercati con condizioni ambientali più ostiche.
Ritratto di Gianni.ark
6 agosto 2019 - 15:16
E' giunta l'ora di fare un buon motore a metano da usare su tutta la gamma...
Ritratto di schizzo650
6 agosto 2019 - 15:44
FCA non aveva soldi da investire nelle power unit basta pensare gli ultimi motori sono stati progettati in Brasile e non tengono conto dei consumi esagerati, non adatti per il nostro mercato, le strategie del gruppo sono alla frutta, se non va in porto la fusione con Renault, la vedo veramente dura...
Ritratto di Wikowako
6 agosto 2019 - 18:39
Peccato che già Fiat prima di diventare FCA avesse mollato ad Opel-GM la ex Fiat Powertrain, che ha progettato ottimi motori diesel per Opel, tra cui il 2.000cc da 170CV e 400 Nm che monta la Insignia e che è stato ben valutato da tutte le riviste di settore e l'ottimo 1600cc (monoturbo e biturbo) che solo l'accordo con PSA ha fatto sì che non abbia un futuro nei prossimi modelli. Fiat negli anni ha smantellato la propria capacità progettuale, dedicandosi maggiormente ad astute manovre finanziarie. Non è una logica industriale, ma la logica del profitto a qualsiasi costo.
Ritratto di schizzo650
6 agosto 2019 - 15:47
Senza prodotti, si salvano con la Panda mossa ancora dal motore fire, onestamente la vedo dura arrivare così all'anno prossimo settembre di cassaintegrazione continua...
Ritratto di Nicolas Thalmann
6 agosto 2019 - 22:22
Non capisco! I tedeschi fanno la VW T-Rock da 105 a 190 cv, con 4 motion. Ci sono tanti versioni. E ci sono anche le variante Seat, Skoda e Audi. Ho una Tipo che va benissimo, però aspetto impazientemente la nuova Punto, un crossover Fiat per fare concorrenza alla VW Tiguan, l’Alfa Tonale è particolarmente l’Alfa Giulia SW
Ritratto di Mattia Bertero
6 agosto 2019 - 22:44
3
Non c'è niente da capire perché la verità è lampante: FCA non ha soldi da investire in Fiat altrimenti i modelli che mancano li avrebbero già fatti. E poi ci vuole anche una bella strategia di marketing.
Ritratto di NITRO75
7 agosto 2019 - 09:21
Commercialmente parlando, non ho mai capito perchè non abbiano fatto il 1600 mjet 120 cv con la trazione integrale, magari con cambio manuale. Il problema del 1600, purtroppo, è legato alla scarsa resistenza del comparto frizione che in molti esemplari ha dato problemi già dai 5000 km. Eppure altri costruttori ci riescono, ad esempio Suzuky propone il 1000 sulla Vitara con la trazione integrale.
Pagine