NEWS

Fiat 500X: addio al 4x4

Pubblicato 05 agosto 2019

Scompare dai listini l’unica versione a trazione integrale della Fiat 500X, la 2.0 Multijet automatica. Con lei, esce di scena anche la 1.6 a benzina.

Fiat 500X: addio al 4x4

OBIETTIVO, MENO CO2 - La lotta ai gas serra sta portando un po’ tutti i costruttori a rivedere la propria gamma di veicoli, per abbassare le emissioni medie di anidride carbonica. Infatti, da gennaio 2020 in Europa il limite sulle emissioni medie delle gamma scende da 130 g/km a 95 g/km, con pesanti sanzioni (95 euro per ogni grammo di CO2 eccedente, applicato su ogni auto venduta) rispetto a quanto imposto dalle normative (l’unico “regalo” concesso ai costruttori per il primo anno riguarda il 5% della gamma, esentato da tale limite). E, così, scompaiono dai listini i motori più vecchi e sulle varianti meno efficienti. Nel caso della Fiat 500X la “scure” si è appena abbattuta sulle versioni 1.6 a benzina da 110 CV (emissione di CO2 dichiarata 154 g/km) e 2.0 Multijet da 150 CV (164 g/km). Peccato che, mentre la prima fosse quasi sovrapponibile alla 1.0 T3 da 120 CV (introdotta lo scorso settembre), la “duemila” a gasolio fosse rimasta l’unica versione a trazione integrale in vendita, dopo l’uscita di scena (nel 2018) della 1.4 turbo a benzina da 170 CV.

VIA ANCHE TRE ALLESTIMENTI - L’abbinamento al cambio automatico (peraltro uno dei più efficienti, grazie ai suoi nove rapporti) e alla trazione integrale, ha penalizzato versione col 2.0 a gasolio. Che, tra l’altro, era soggetta anche alla sovratassa di 1100 euro in vigore dallo scorso marzo in Italia. Il suo addio al mercato era quindi solo questione di settimane. Per chi vorrà una suv compatta “made in Melfi” a trazione integrale non resta quindi che la “cugina” Jeep Renegade, col nuovo 1.3 T4 da 179 CV (leggi qui il primo contatto) oppure con i 2.0 a gasolio da 140 o 170 CV, tutti abbinati al cambio automatico. Gli altri “tagli” alla gamma della Fiat 500X riguardano l’uscita di scena degli allestimenti 120°, Mirror e S-Design. Restano quindi la Urban, la City Cross, la Cross e la Business. Quest’ultima spicca per la dotazione: a quanto offerto dalla City Cross (cerchi in lega di 16”, fendinebbia, impianto Uconnect 7” con AndroidAuto ed Apple CarPlay, cruise control, mantenimento in corsia e riconoscimento dei limiti di velocità), per 850 euro in più aggiunge navigatore, sistema di accesso e avviamento “senza chiave”, “clima” automatico, sensori di parcheggio posteriori e regolazione lombare per il guidatore.

Fiat 500X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
437
192
108
115
204
VOTO MEDIO
3,5
3.514205
1056




Aggiungi un commento
Ritratto di Giovanni Rana
7 agosto 2019 - 11:24
Per ridurre le emissioni preghiamo proseguire con l'adeguamento di questi veicoli "StuffVe" inutilmente impostati per safari e altre missioni polari: Riduzione diametro e larghezza ruote. Abbassamento soglia Riduzione sezione frontale
Ritratto di Livio1952
12 agosto 2019 - 10:50
Se una 500 x fosse utilizzabile per safari e fuori strada reali, cascherebbe il mondo. Giusto per dare una maggiore sicurezza in condizioni stradali più difficili, il fuori strada serio lasciamolo ai fuoristrada.
Ritratto di bridge
7 agosto 2019 - 17:52
1
Ci vorrebbe una 1.6 Multijet 4X4.
Ritratto di lovedrive
7 agosto 2019 - 21:16
ed 120cv benzina manuale
Ritratto di Paolo3371
8 agosto 2019 - 22:53
Ma ci rendiamo conto che FIAT è sul viale del tramonto? Gamma vecchia, ristilizzata e non adeguata alle concorrenti europee e asiatiche. La scomparsa della 2.0 diesel trazione integrale - per meri scopi commerciali - rappresenta un ulteriore smacco al Marchio italo-anglo-olandese. Che bei tempi gli anni delle 126,127, 128, 132 e Panda by Giugiaro
Ritratto di Paolo3371
8 agosto 2019 - 22:55
Totale mancanza di rispetto all'Italia e agli italiani. Complimenti!
Ritratto di Marco_Tst-97
9 agosto 2019 - 09:07
Eh, tutto questo per la dismissione di una motorizzazione per nulla venduta come la 1.6 a benzina e per aver tolto dalla gamma le versioni a trazione integrale per la quale ci sono le Jeep Renegade, che evidentemente creavano conflitto interno di vendite! Ma dai, la stai facendo più grossa di quanto sia.
Ritratto di andrea999
9 agosto 2019 - 10:44
Ma xchè il 1.6Mjt non può avere il 4x4 ? Ha 320Nm di coppia. Il problema di questa auto è il peso non i motori , la 4x4 pesava 1500Kg , la duster pesa 200Kg di meno...
Ritratto di Marsalach
12 agosto 2019 - 09:47
1
Il prossimo aggiornamento si deve fare al team prodotti e strategie. Per una scusa o per un'altra man'mano levano tutti i prodotti. Come costruttore di auto questi non solo non azzeccano le loro scommesse, ma vanno in dietro in dietro come il cordaro. In questo caso eliminano la variante 4x4 - forse la più giusta per questa vettura. E poi si lamentano, che i loro prodotti non trovano consensi sul mercato: Fai il SUV che non ha - nemmeno come optional - il 4x4? Ormai loro sono pravi a trovare solo le ragioni per chiudere i battenti. E prima o poi lo faranno. Anche quando hanno acquistato Alfa o Lancia prima andavano bene, poi ... arrivano altre occasioni che si chiamano Jeep, Chrysler, RAM, Dogde. Chrysler già ci siamo, per Jeep ed altri servono altri giramenti di vite. Se la testa non sa fare, le mani non funzionano. Il vero vantaggio di una fusione di Fiat o FCA - come volete - è che arrivi magari una dirigenza, che sono metalmeccanici e non dottori in legge e spese in marketing. Ogni tre serie speciali avverrebbero messo insieme una variante nuova. Coupe, Familiare, 4x4, etc. Il crollo dell'Alfa con una meravigliosa Giulia va addebitato al fatto, che la Giulia non ha la versione familiare. Mentre una A4 vende 9 su 10 vetture come familiare! Il discorso non si discosta tanto per BMW Serie 3 o la Mercedes C, per non parlare di altri segmenti, che condividono anche le Maserati. Anche li vale lo stesso. Alla fine devi vendere quello che vuole il mercato, uguale il blasone che ti senti dietro. E quando non vendi, devi cambiare - no il nome, o la versione più sensata. Per questo via questo team di strategie da imbecilli - per prima pero il Francese! Forse quello è un mago del doppio gioco!
Ritratto di Marco_Tst-97
12 agosto 2019 - 10:03
Le vendite relative alla A4 che citi sono ristrette al piccolo e in assoluto per nulla indicativo mercato italiano. All'estero le SE quasi non se le ca..no. Tra le Fiat gli unici modello ad essere stati tolti dal mercato sono la 124, cannibalizzata dalla versione Abarth ben più centrata, e le versioni 4x4 e benzina aspirata della 500X, di cui le prime cannibalizzavano probabilmente le, sempre prodotte in Italia, Jeep Renegade, e le seconde se le comprano solo coloro che, ora come ora, punteranno invece alla ben più vispa versione con il 1.0 turbo. FCA sicuramente negli ultimi anni ha pagato, a livello di prodotto, una concentrazione verso il guadagno netto, dovuta però a condizioni economiche proibitive per poter offrire prodotti competitivi. Come conseguenza l'anno zero è da considerarsi il 2018, e non come anno di nuovi lanci, ma come anno per ricominciare ad avere un vero piano industriale che non abbia al centro i guadagni netti (far caso che gli altri piani industriali, quelli dell'epoca Marchionne, mettevano proprio in primo piano come obiettivi principali i ricavi per il gruppo, quindi erano principalmente piani finanziari), ma che presenti invece alcune proposte concrete e date approssimative per modelli che si pensava fossero caduti nel dimenticatoio, come la Alfieri e la 500 elettrica. Per sapere SE riusciranno poi a dimostrare di poter seguire tale programma bisognerà attendere la prima data utile indicata, quella per il lancio della 500 elettrica da presentare entro l'autunno venturo.
Pagine