NEWS

Fiat 500X: addio al 4x4

Pubblicato 05 agosto 2019

Scompare dai listini l’unica versione a trazione integrale della Fiat 500X, la 2.0 Multijet automatica. Con lei, esce di scena anche la 1.6 a benzina.

Fiat 500X: addio al 4x4

OBIETTIVO, MENO CO2 - La lotta ai gas serra sta portando un po’ tutti i costruttori a rivedere la propria gamma di veicoli, per abbassare le emissioni medie di anidride carbonica. Infatti, da gennaio 2020 in Europa il limite sulle emissioni medie delle gamma scende da 130 g/km a 95 g/km, con pesanti sanzioni (95 euro per ogni grammo di CO2 eccedente, applicato su ogni auto venduta) rispetto a quanto imposto dalle normative (l’unico “regalo” concesso ai costruttori per il primo anno riguarda il 5% della gamma, esentato da tale limite). E, così, scompaiono dai listini i motori più vecchi e sulle varianti meno efficienti. Nel caso della Fiat 500X la “scure” si è appena abbattuta sulle versioni 1.6 a benzina da 110 CV (emissione di CO2 dichiarata 154 g/km) e 2.0 Multijet da 150 CV (164 g/km). Peccato che, mentre la prima fosse quasi sovrapponibile alla 1.0 T3 da 120 CV (introdotta lo scorso settembre), la “duemila” a gasolio fosse rimasta l’unica versione a trazione integrale in vendita, dopo l’uscita di scena (nel 2018) della 1.4 turbo a benzina da 170 CV.

VIA ANCHE TRE ALLESTIMENTI - L’abbinamento al cambio automatico (peraltro uno dei più efficienti, grazie ai suoi nove rapporti) e alla trazione integrale, ha penalizzato versione col 2.0 a gasolio. Che, tra l’altro, era soggetta anche alla sovratassa di 1100 euro in vigore dallo scorso marzo in Italia. Il suo addio al mercato era quindi solo questione di settimane. Per chi vorrà una suv compatta “made in Melfi” a trazione integrale non resta quindi che la “cugina” Jeep Renegade, col nuovo 1.3 T4 da 179 CV (leggi qui il primo contatto) oppure con i 2.0 a gasolio da 140 o 170 CV, tutti abbinati al cambio automatico. Gli altri “tagli” alla gamma della Fiat 500X riguardano l’uscita di scena degli allestimenti 120°, Mirror e S-Design. Restano quindi la Urban, la City Cross, la Cross e la Business. Quest’ultima spicca per la dotazione: a quanto offerto dalla City Cross (cerchi in lega di 16”, fendinebbia, impianto Uconnect 7” con AndroidAuto ed Apple CarPlay, cruise control, mantenimento in corsia e riconoscimento dei limiti di velocità), per 850 euro in più aggiunge navigatore, sistema di accesso e avviamento “senza chiave”, “clima” automatico, sensori di parcheggio posteriori e regolazione lombare per il guidatore.

Fiat 500X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
436
193
108
115
204
VOTO MEDIO
3,5
3.51326
1056




Aggiungi un commento
Ritratto di Pavogear
6 agosto 2019 - 19:57
Ovviamente volevo scrivere motori 1.5, non morti
Ritratto di Alfiere
7 agosto 2019 - 10:10
1
Siamo d'accordo che le prestazioni siano importanti ma se il gap è di parecchi litri di carburante è un conto salato. Ripeto, senza contare BMW (che comunque andrebbe contata visto che il competitor nel mirino è e deve essere la countryman per Jeep), ma mazda, Toyota e pure hyundai\Kia fanno decisamente meglio rispetto al T4 150cv di 500X. Non sono i 180cv in se il problema, anzi è bello che sia solo FCA ad avere certe cose oltre a BMW, ma si dovrebbe fare meglio.
Ritratto di Pavogear
7 agosto 2019 - 10:22
Per i consumi sinceramente non so che dire. Sulla carta il motore è ottimo e lo dimostra su tutti i frangenti. Poi le cause di un consumo elevato, lasciando perdere lo stile di guida e concentrandosi solo sulla meccanica, possono non dipendere solo dal motore. Ora, mi fido delle prove vostre personali che chiaramente in un contesto reale danno un risultato più realistici rispetto ai dati ottenuti dai tester delle varie testate automobilistiche, però non sono sicuro che il problema sia nel motore in sé
Ritratto di flavio84
6 agosto 2019 - 22:09
Paragonare fiat a vw, è come dire che suor paola ha lo stesso fascino di michelle hunziker....
Ritratto di Pavogear
6 agosto 2019 - 22:15
Volkswagen non fa certo schifo suvvia, però è bravissima nel marketing. Nel giro di una ventina d'anni è riuscita a far credere a milioni di persone di essere il gruppo migliore al mondo anche se non lo è. In questo modo ha guadagnato talmente tanto che oggi può permettersi di offrire qualsiasi tipo di prodotto con qualsiasi marchio, anche se alla fine, eccellenze di Porsche e Lamborghini a parte, ha solamente qualche prodotto di qualità tra Volkswagen e Audi e nulla di più. Fiat invece tra fine anni '80 e inizio anni 2000, a parte rari casi come panda e punto e comunque limitati alle utilitarie, non ci ha capito proprio niente né di come fare auto né tantomeno di come fare marketing. Risultato? Oggi i prodotti che offre tutto il gruppo FCA non hanno praticamente nulla da invidiare alle concorrenti, ma la gente continua a pensare che la qualità delle vetture del gruppo sia scadente sotto tutti i punti di vista e il tuo commento ne è la prova
Ritratto di flavio84
7 agosto 2019 - 06:56
Ma no, lo interpreti male:detta cosi sembra che io sia un vw fan, ma cosi non è...da bambino in casa c erano solo fiat, dalla 128 alla punto, passando per ritmo e tipo, ci sono state proprio tutte, e tutte avevano solo un piccolo problema con la vernice:le compravi blu, le buttavi color ruggine!x il resto mai avuto nulla da ridire su affidabilità meccanica e costi di manutenzione. Di vw non ne ho mai avute, ma l idea che si ha del marchio, credo se la siano guadagnata già dai primi 2000 con la golf4, poi via via, il gioco vien da se!ora tutti pensano che vw sia il massimo, tu incluso!
Ritratto di Pavogear
7 agosto 2019 - 10:04
È che dall' ordine delle parole sembrava che fosse così. Comunque non credo affatto che Volkswagen sia il massimo, lo considero un buon gruppo che, come detto prima, ha qualche auto di qualità ma nulla di più e la golf IV la considero una grandissima auto, tant'è che anche a me piace molto e la trovo sicuramente migliore delle golf che sono venute dopo di lei. Comunque per il discorso ruggine sono d'accordo solo parzialmente: se da un lato è vero che molte Fiat, Alfa Romeo e Lancia tra gli anni '70 e gli anni '80 tendevano ad arrugginire, però dall'altro non posso riportare l' esperienza avuta da mio padre e da me: 128 che guidava da giovane e apparteneva a mia nonna, è stata sempre tenuta in garage e praticamente non presentava ruggine. Dopo mio papà si è preso una Giulietta con cui andava in montagna con strade allora piene di neve e sale e mai nulla. Dopo una Fiat tipo e ancora niente. Infine io oggi guido una punto del '97, che storicamente da quanto so è un modello che non è mai stato particolarmente attaccato da ruggine, e non presenta segni di ruggine. Dunque, per concludere, può darsi che effettivamente i telai delle Fiat e dei marchi del gruppo di quegli anni non fossero altrettanto resistenti alla ruggine come quelli degli altri gruppi, ma credo che la tanta ruggine sia stata anche perché purtroppo non tutti si potevano permettere di avere garage o anche solo di tenere l'auto curata come oggi, anche se ciò non giustifica la tenue resistenza offerta alla ruggine
Ritratto di Pavogear
8 agosto 2019 - 15:07
@sashimi-tatami va bene, hai ragione tu
Ritratto di Livio1952
6 agosto 2019 - 15:02
Comunque il 1,4 turbo di Vitara viaggia ad una media oltre i 17 km/litro. Sarà questione di piede ma ci faccio molto spesso km in autostrada a velocità 120/140. Il 1,0 turbo 3 cilindri sulla stessa auto pare abbia prestazioni simili, se non migliori. Non potrei mai guidare un ' auto della categoria come 500x , Troc, C3 autocross, Capture,etc con consumi medi inferiori ai 15/16 km/litro
Ritratto di Agl75
5 agosto 2019 - 21:47
Non credo che nessuno si stracci le vesti per questa riduzione di possibilità ma la FCA dovrebbe rivedere seriamente al marchio FIAT prima che raggiunga Lancia tra gli “angeli”
Pagine