NEWS

Fiat 500X: addio al 4x4

Pubblicato 05 agosto 2019

Scompare dai listini l’unica versione a trazione integrale della Fiat 500X, la 2.0 Multijet automatica. Con lei, esce di scena anche la 1.6 a benzina.

Fiat 500X: addio al 4x4

OBIETTIVO, MENO CO2 - La lotta ai gas serra sta portando un po’ tutti i costruttori a rivedere la propria gamma di veicoli, per abbassare le emissioni medie di anidride carbonica. Infatti, da gennaio 2020 in Europa il limite sulle emissioni medie delle gamma scende da 130 g/km a 95 g/km, con pesanti sanzioni (95 euro per ogni grammo di CO2 eccedente, applicato su ogni auto venduta) rispetto a quanto imposto dalle normative (l’unico “regalo” concesso ai costruttori per il primo anno riguarda il 5% della gamma, esentato da tale limite). E, così, scompaiono dai listini i motori più vecchi e sulle varianti meno efficienti. Nel caso della Fiat 500X la “scure” si è appena abbattuta sulle versioni 1.6 a benzina da 110 CV (emissione di CO2 dichiarata 154 g/km) e 2.0 Multijet da 150 CV (164 g/km). Peccato che, mentre la prima fosse quasi sovrapponibile alla 1.0 T3 da 120 CV (introdotta lo scorso settembre), la “duemila” a gasolio fosse rimasta l’unica versione a trazione integrale in vendita, dopo l’uscita di scena (nel 2018) della 1.4 turbo a benzina da 170 CV.

VIA ANCHE TRE ALLESTIMENTI - L’abbinamento al cambio automatico (peraltro uno dei più efficienti, grazie ai suoi nove rapporti) e alla trazione integrale, ha penalizzato versione col 2.0 a gasolio. Che, tra l’altro, era soggetta anche alla sovratassa di 1100 euro in vigore dallo scorso marzo in Italia. Il suo addio al mercato era quindi solo questione di settimane. Per chi vorrà una suv compatta “made in Melfi” a trazione integrale non resta quindi che la “cugina” Jeep Renegade, col nuovo 1.3 T4 da 179 CV (leggi qui il primo contatto) oppure con i 2.0 a gasolio da 140 o 170 CV, tutti abbinati al cambio automatico. Gli altri “tagli” alla gamma della Fiat 500X riguardano l’uscita di scena degli allestimenti 120°, Mirror e S-Design. Restano quindi la Urban, la City Cross, la Cross e la Business. Quest’ultima spicca per la dotazione: a quanto offerto dalla City Cross (cerchi in lega di 16”, fendinebbia, impianto Uconnect 7” con AndroidAuto ed Apple CarPlay, cruise control, mantenimento in corsia e riconoscimento dei limiti di velocità), per 850 euro in più aggiunge navigatore, sistema di accesso e avviamento “senza chiave”, “clima” automatico, sensori di parcheggio posteriori e regolazione lombare per il guidatore.

Fiat 500X
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
437
192
108
115
204
VOTO MEDIO
3,5
3.514205
1056




Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
6 agosto 2019 - 09:43
niente gas?
Ritratto di 82BOB
6 agosto 2019 - 14:20
2
Niente gpl, niente metano, niente di trasformabile...
Ritratto di Michiflanoalila
6 agosto 2019 - 23:01
Da noi trasformano le 1.0 da 120cv cavalli a GPL con prezzi molto convenienti. E anche le jeep. Da subito come sono uscite con questa motorizzazione
Ritratto di 82BOB
6 agosto 2019 - 23:33
2
Il gpl aftermarket ha ancora buon mercato, il metano invece no, per via dell'iniezione diretta... :-(
Ritratto di GeorgeN
6 agosto 2019 - 09:44
Nel frattempo la fiat lancia una promo di 500x a 16.700 euro con il 1.6... Per svuotare i piazzali...
Ritratto di 19andrea81
6 agosto 2019 - 09:44
La wv Golf con il 1.6 tdi da 90cv non esiste più per lo stesso motivo. La BMW M2 ha preso il motore della M4 perché e un motore più efficiente ....
Ritratto di str
6 agosto 2019 - 11:59
Chissa come fa l'Audi, la Porsche o la Lamborghini a proporre motori sempre più potenti. Siamo nell'epoca della magia, come al tempo di chi cercava la pura reversibilità.
Ritratto di Diego 1967
6 agosto 2019 - 12:25
che cervelli ...eliminare il 1600 invece di aggiungerci il GPL come fa la Dacia con la Duster.....ma come fanno a stare in piedi .....
Ritratto di Wikowako
6 agosto 2019 - 12:43
Non ho letto tutti i post finora pubblicati, ma in quelli letti non vedo che qualcuno abbia segnalato il vero problema: perché il 2.000cc turbodiesel di FCA sfora le emissioni, quando quelli dei concorrenti non lo fanno? E le sfora su una macchina di medie dimensioni e senza essere particolarmente spinto, quando altri non le sforano coi loro 2000cc turbodiesel da quasi 200CV montati su transatlantici a 4 ruote. Lavorare per ottimizzare l'elettronica no? E come quei comuni, che invece di attappare le buche sulle strade, mettono il cartello col limite a 30 km/h.
Ritratto di Marco_Tst-97
7 agosto 2019 - 01:47
Bisogna vedere alla prova dei fatti quanto le emissioni dichiarate dai concorrenti siano veritiere...
Pagine