NEWS

Fiat Argo: tutto sulla nuova utilitaria

1 giugno 2017

Lunga 400 cm, la Fiat Argo ha motori fino a 139 CV e alza gli standard qualitativi della Fiat in Brasile.

Fiat Argo: tutto sulla nuova utilitaria

NUOVO APPROCCIO - L’utilitaria Mobi e il pick-up Toro hanno sancito un deciso cambio di rotta per la divisione brasiliana della Fiat, che intende curare maggiormente la qualità di bordo anziché privilegiare solo la robustezza. Questo approccio viene ripreso anche dall'utilitaria Fiat Argo, lunga 400 cm, su cui l’azienda ripone grandi aspettative dopo aver scontato un deciso e preoccupante calo delle vendite. La Argo è del tutto nuova e verrà costruita nell’impianto che la Fiat possiede a Betim, dove ha investito grossi capitali per aggiornare le strutture e modernizzare l’intero processo costruttivo. Il miglioramento è visibile fin dalla carrozzeria: ha forme più scolpite e zone lavorate meglio rispetto a modelli di qualche anno fa, segno che la fabbrica sta raggiungendo standard qualitativi più vicini agli impianti europei. La Fiat ha lavorato inoltre sui dettagli e scelto luci diurne a led, non ancora diffuse sui modelli venduti in Brasile.

TECNOLOGIE AL VERTICE - La plancia della Fiat Argo si rifà alla Tipo ed è sviluppata su due livelli: nella parte superiore c’è lo schermo da 7 pollici in stile tablet, rivestito con un inserto plastico ad effetto nero lucido, mentre in quella inferiore si trovano i comandi per la climatizzazione e la presa Usb per ricarica lo smartphone. L’abitacolo è fra i più ampi della categoria, stando alle informazioni provenienti dalla Fiat, secondo cui il baule misura 300 litri ed i sedili sono comodi anche per passeggeri di alta statura. Il sistema multimediale Uconnect prevede le connettività Apple CarPlay e Android Auto. L’equipaggiamento della Fiat Argo comprende inoltre il sistema d’ingresso senza chiavi, uno schermo multifunzione nel quadro strumenti da 3,5 pollici, il climatizzatore automatico e lo specchietto retrovisore interno che si scurisce da solo. In termini di sicurezza sono previsti il controllo di stabilità, l’assistente alle partenze in salita e il controllo di trazione.

LA OPENING PER 1000 - I motori della Fiat Argo sono i benzina della nuova famiglia FireFly: il 3 cilindri 1.0 da 77 CV e il 4 cilindri 1.3 da 109 CV il cui arrivo è confermato anche sui modelli europei. C'è poi il noto 4 cilindri 1.8 da 139 CV previsto anche in abbinamento al cambio automatico EAT6 a sei rapporti e alla versione sportiva HGT, con ruote in lega da 16 pollici, dettagli di colore rosso sulla carrozzeria, sospensioni dalle tarature sportive e terminale di scarico cromato. I primi 1.000 esemplari verranno proposti nel ricco allestimento Opening Edition, con ruote in lega ad effetto brunito e verniciatura bicolore: la carrozzeria sarà blu Portofino, il tetto e gli specchi neri. La Fiat ha confermato che la Argo non arriverà sul mercato europeo.

Aggiungi un commento
Ritratto di gilrabbit
8 giugno 2017 - 12:25
Non è questione di autoreferenziazione ne autocelebrazione. Vorrei con i fatti far capire a chi scrive solo per punto preso sia esso politico o di bandiera che ciò non deve influire sul giudizio di un'auto sopratutto in un contesto storico del quale non abbiamo conoscenza. Per fare analisi occorre spazio e dialogo mentre per dire che la Fiat Uno era una ca@ata che si perdeva gli sportelli per la strada basta mettere in fila due righe. Ancora c'è chi su questo forum vede la Fiat come la famiglia Agnelli che ha sfruttato tanti poveri operai e tanti aiuti di stato e pertanto anche se costruiscono Ferrari fanno comunque cag@ate: C'è chi guida una Golf da anni senza aver provato altro e dice che è l'aiuto migliore del mondo denigrando il resto. Ora, e permettimi un'autocelbrazione, visto che guido da quando avevo i calzoncini corti e visto che ho guidato tutto e di più, posso affermare che la Golf non è ne la migliore ne la peggiore e che al mondo, rispettando sempre le scelte di ognuno, c'è anche altro e non mi vedrai mai scrivere che questa o quell'auto perdevano i pezzi per la strada anche se ne ho trovate molte. Questa è la mia visione nel pieno rispetto delle idee altrui.
Ritratto di gilrabbit
8 giugno 2017 - 12:25
Non è questione di autoreferenziazione ne autocelebrazione. Vorrei con i fatti far capire a chi scrive solo per punto preso sia esso politico o di bandiera che ciò non deve influire sul giudizio di un'auto sopratutto in un contesto storico del quale non abbiamo conoscenza. Per fare analisi occorre spazio e dialogo mentre per dire che la Fiat Uno era una ca@ata che si perdeva gli sportelli per la strada basta mettere in fila due righe. Ancora c'è chi su questo forum vede la Fiat come la famiglia Agnelli che ha sfruttato tanti poveri operai e tanti aiuti di stato e pertanto anche se costruiscono Ferrari fanno comunque cag@ate: C'è chi guida una Golf da anni senza aver provato altro e dice che è l'aiuto migliore del mondo denigrando il resto. Ora, e permettimi un'autocelbrazione, visto che guido da quando avevo i calzoncini corti e visto che ho guidato tutto e di più, posso affermare che la Golf non è ne la migliore ne la peggiore e che al mondo, rispettando sempre le scelte di ognuno, c'è anche altro e non mi vedrai mai scrivere che questa o quell'auto perdevano i pezzi per la strada anche se ne ho trovate molte. Questa è la mia visione nel pieno rispetto delle idee altrui.
Ritratto di urba
5 giugno 2017 - 17:51
beh io nel 1983 di anni ne avevo 21 e forse per la giovane età non mi accorsi "di quanto si era alzata l'asticella". la uno, che per motivi economici ho posseduto era una macchina ignobile, anche per i suoi tempi. dopo due anni era marcia e cadevano gli sportelli. E comunque ricordo il primo perkins montato sulla giulia diesel: una supercar!!!!!!!!!
Ritratto di gilrabbit
6 giugno 2017 - 09:50
La Giulia diesel non fa storia e fu solo un passo obbligato dovuto al boom del diesel tanto per mettere in listino un motore diesel: Al contrario la Opel col motore 2000 montato su Rekord e Ascona ha fatto più danni di una guerra. Non parliamo poi dei motori Ford che per metterli in moto giravamo tutti con la bomboletta dell'etere solforico. Comunque siamo ad un periodo prima del 1983 dove le uniche diesel valide erano Mercedes (motore di origine Fiat) e le 131 e 132 con i 2500 Sofim che fanno viaggiare ancora furgoni Ducato anche di 25 anni metre non mi sembaa di vedere in giro qualche vecchio Transit o simili. Quanto alla Uno dire che era ignobile con ruggine e sportelli caduti è una falsita e basta guardare Autoscout digitando Fiat Uno per vedere quante ce ne sono usate in vendita ancora marcianti e senza danni. Per controprova basta digitare il nome di altre auto dell'epoca per cadere nel più vuoto deserto.
Ritratto di urba
6 giugno 2017 - 10:51
carissimo, abbiamo evidentemente visioni distanti degli stessi fatti. ma a me uno sportello si è staccato davvero. fiesta e golf dello stesso periodo ancora ce ne sono e se poi parliamo del sofim (quello montato sul 242) beh non credo che nessuno applauda. E se aguzzi la vista transit con i capelli bianchi ce ne sono eccome, col parimenti scandaloso diesel da 69 cv! Basta alzare gli occhi, per un attimo solo per un attimo, da Autoscout.......
Ritratto di gilrabbit
12 giugno 2017 - 10:22
...non vendo auto ne sono un fan del gruppo Fca. Guido auto e lo fraccio da anni. Ho guidato tutto da una Austin Allegro in su e in giù e noin ho mai avuto pregiudizi su nulla. La mia auto sarà sempre quella che al momento offre il miglior rapporto qualità prezzo e la Uno del 1983 lo era anche se io non l'ho mai acquistata.
Ritratto di impala
3 giugno 2017 - 06:08
la Uno quando è uscita a fatto invecchiare tutta la concorrenza ... questa è la verità, era un auto molto innovativa
Ritratto di Dirk
3 giugno 2017 - 15:14
E al suo ideatore il Sig. Romiti gli diede il buon servito. Quanti errori In Fiat ora FCA.
Ritratto di Tatra70
3 giugno 2017 - 17:18
Scusate, ma per dire che uno e punto erano scadenti o siete nati dopo l'80 oppure non siete cresciuti in italia. Veramente non c'era paragone, nella clio non ci entravi dietro, la 205 se non gti era ferma, la fiesta era di cartone e la polo era veramente la macchina dei flistones.
Ritratto di gilrabbit
6 giugno 2017 - 10:00
Spieghiamo a costoro cosa fu il mitio 900 cc aste e bilanceri che dagli anni 60 in poi ha fatto viaggiare l'italia intera. Spieghiamo a costoro che ha creato il Fire il miglior motore di tutti i tempi nella sua categoria. Spieghiamo chi ha fornito il motore diesel alle prime Mercedes 180 e 190 e chi ha insegnato ad usare l'iniezione diretta in campo automobilistico (Croma ID) o il Common Rail che oggi fa girare tutti i diesel del mondo. Facciamo vedere a costoro le immagini della BMW 700 (clone della 850 coupè) o come giravano i tedeschi nel 1960 (Isetta) e spieghiamo anche a costoro chi ha fornito alla fallimentare Volkswagen, ridotta a produrre qualche Maggiolino o 70 e amenità simili, l'auto per risollevarsi che era una 128 con disegno Giugiaro. Spieghiamolo anche se tanto non capiscono.
Pagine