NEWS

Fiat Bravo 2016: le prime foto spia

27 febbraio 2015

Un lettore sorprende un prototipo su cui viene sviluppato il modello che debutterà tra il 2016 e il 2017: sarà costruito in Turchia.

Fiat Bravo 2016: le prime foto spia
SOTTO MENTITE SPOGLIE - Dalle foto spy fuori sembra una Fiat Punto, ma le proporzioni non tornano: è visivamente più lunga, con una bella manciata di centimetri aggiunti dalle porte posteriori in poi. Dentro, la plancia è ripresa pari pari dalla 500L, pur con un volante differente e, per finire il gioco delle differenze, la basetta su cui è alloggiato il vistoso pulsante “kill switch”, obbligatorio per i prototipi, è quella utilizzata per la flotta di 500 e 500L per il servizio di car sharing Enjoy. Sotto questo cocktail si cela l'erede della Fiat Bravo, sorpresa nei collaudi su strada dal nostro lettore Gianluca: un laboratorio viaggiante con una carrozzeria provvisoria (quella definitiva arriverà in seguito).
 
TRA 2016 E 17 - La prossima Fiat Bravo (non è certo che manterrà il nome del modello appena pensionato) verrà costruita in Turchia dallo storico partner Tofas, partecipata da Fiat Chrysler al 37,9%: un modo per contenere i costi e un indicatore sulla natura dell'auto. Non sarà una low cost, ma neppure punterà sullo stile come le 500 e derivate: giocherà le proprie carte sulla praticità e sullo sfruttamento dello spazio, inserendosi in una fetta di mercato segnata dalla presenza dell'inossidabile Volkswagen Golf. Nel piano industriale 2014-2018 di Fiat Chrysler, la Bravo era attesa a cavallo tra il 2015 e il 2016: verosimilmente debutterà un anno dopo, tra il 2016 e il 2017.
 
PIANALE DI FAMIGLIA - Saranno tre le varianti: berlina con cinque porte, berlina a quattro porte con la coda e famigliare (in questo caso, si tratterà di un ritorno, visto che l'ultima in ordine di tempo è stata la Stilo SW). Quest'ultima ben si presta, sulla carta, a realizzare una versione Trekking: il nome con cui, in casa FCA, vengono definite le versioni più “avventurose”, dalla Panda al Qubo fino al recente Doblò e alla 500L, dotate di scocca rialzata e allestimento che richiama le fuoristrada. La piattaforma costruttiva è nota: è quella delle Fiat 500L, 500X e Jeep Renegade, il che fa ipotizzare che almeno i motori meno potenti di questa famiglia siano impiegati sulla prossima Bravo.
 
Notice to the editors: do not publish this pictures without a direct link to this page.
Fiat Tipo 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
262
188
131
92
114
VOTO MEDIO
3,5
3.498095
787




Aggiungi un commento
Ritratto di Pablo
2 marzo 2015 - 15:28
Non dicono niente....il luogo di produzione purtroppo dice tutto.... : invece di dar lavoro agli italiani e far lavorare uno stabilimento come quello di Cassino o Pomigliano ....siamo alle solite purtroppo !!!!
Ritratto di Roberto Carnevale
2 marzo 2015 - 17:08
Vabbè, ma insomma, mi sembra che stiano facendo cose logiche (come da programmi). Produrre modelli generalisti in luoghi dove i costi sono più bassi (in questo caso: Turchia). Solo così si potrà ottenere un prodotto di buona qualità ad un prezzo concorrenziale. Sarà così anche per la erede della Punto. Del resto M. ha sempre dichiarato che in Italia, a parte Panda, si dovrà concentrare la produzione di Super car (Ferrari e Maserati), Premium (Alfa) e semipremium (Renegade e 500X). delocalizzare è obbligatorio se si vogliono fare profitti (altrimenti si chiude). Produrre in Italia modelli in concorrenza con la eccessiva offerta generalista Europea sarebbe un vero suicidio. Insomma,produci in Turchia e cerchi vendere in tutto il mondo (non solamente in Italia). Poi giudicare un'auto che non c'è, mi sembra un gioco tanto per parlare a vanvera e dare sfoggio di presunta sapienza. Chi vivrà vedrà, e poi potrà semmai commentare.
Ritratto di zio
2 marzo 2015 - 19:05
seeeeeeee aspetta fino al 2020 intanto i clienti migrano verso altre marche ,io cliente fiat da anni , oggi cosa compri o la 500 corta lunga extralunga ,suv ma una piffero di berlinetta 5p o una wagon la vogliamo fare ?
Ritratto di zio
2 marzo 2015 - 19:05
seeeeeeee aspetta fino al 2020 intanto i clienti migrano verso altre marche ,io cliente fiat da anni , oggi cosa compri o la 500 corta lunga extralunga ,suv ma una piffero di berlinetta 5p o una wagon la vogliamo fare ?
Ritratto di zio
2 marzo 2015 - 19:05
seeeeeeee aspetta fino al 2020 intanto i clienti migrano verso altre marche ,io cliente fiat da anni , oggi cosa compri o la 500 corta lunga extralunga ,suv ma una piffero di berlinetta 5p o una wagon la vogliamo fare ?
Ritratto di ClaudioBi
2 marzo 2015 - 22:08
Difficile che possa attrarre un nuovo modello "patchwork" formato dall'assemblaggio di pezzi di altri modelli. Cruscotto della 500L come nota l'articolo, ma soprattutto la parte posteriore facilmente sembrerà da subito vecchia perché pressoché identica alla Grande Punto, modello anch'esso ormai datato. Sarà un'occasione persa?
Ritratto di Lo Stregone
3 marzo 2015 - 17:14
la solita minestra (ed anche riscaldata).
Ritratto di Fiat.
5 marzo 2015 - 09:24
SECONDO ME NON È ALTRO CHE LA PUNTO WEEK ,INTRODOTTA NEL MERCATO TURCO ,MAGARI CON NOME DIVERSO.... TROPPI ELEMENTI ...DA SEGMENTO B . LA VASCIA NERA SUL PARABREZZA ANTERIORE MOLTO AMPIA A COPRIRE UN AMPIO CUSCROTTO ,LOGICAMENTE DIVERSO DA PUNTO, MOLTO PIÙ BASSO.....
Pagine