NEWS

Fiat Bravo 2016: le prime foto spia

27 febbraio 2015

Un lettore sorprende un prototipo su cui viene sviluppato il modello che debutterà tra il 2016 e il 2017: sarà costruito in Turchia.

Fiat Bravo 2016: le prime foto spia
SOTTO MENTITE SPOGLIE - Dalle foto spy fuori sembra una Fiat Punto, ma le proporzioni non tornano: è visivamente più lunga, con una bella manciata di centimetri aggiunti dalle porte posteriori in poi. Dentro, la plancia è ripresa pari pari dalla 500L, pur con un volante differente e, per finire il gioco delle differenze, la basetta su cui è alloggiato il vistoso pulsante “kill switch”, obbligatorio per i prototipi, è quella utilizzata per la flotta di 500 e 500L per il servizio di car sharing Enjoy. Sotto questo cocktail si cela l'erede della Fiat Bravo, sorpresa nei collaudi su strada dal nostro lettore Gianluca: un laboratorio viaggiante con una carrozzeria provvisoria (quella definitiva arriverà in seguito).
 
TRA 2016 E 17 - La prossima Fiat Bravo (non è certo che manterrà il nome del modello appena pensionato) verrà costruita in Turchia dallo storico partner Tofas, partecipata da Fiat Chrysler al 37,9%: un modo per contenere i costi e un indicatore sulla natura dell'auto. Non sarà una low cost, ma neppure punterà sullo stile come le 500 e derivate: giocherà le proprie carte sulla praticità e sullo sfruttamento dello spazio, inserendosi in una fetta di mercato segnata dalla presenza dell'inossidabile Volkswagen Golf. Nel piano industriale 2014-2018 di Fiat Chrysler, la Bravo era attesa a cavallo tra il 2015 e il 2016: verosimilmente debutterà un anno dopo, tra il 2016 e il 2017.
 
PIANALE DI FAMIGLIA - Saranno tre le varianti: berlina con cinque porte, berlina a quattro porte con la coda e famigliare (in questo caso, si tratterà di un ritorno, visto che l'ultima in ordine di tempo è stata la Stilo SW). Quest'ultima ben si presta, sulla carta, a realizzare una versione Trekking: il nome con cui, in casa FCA, vengono definite le versioni più “avventurose”, dalla Panda al Qubo fino al recente Doblò e alla 500L, dotate di scocca rialzata e allestimento che richiama le fuoristrada. La piattaforma costruttiva è nota: è quella delle Fiat 500L, 500X e Jeep Renegade, il che fa ipotizzare che almeno i motori meno potenti di questa famiglia siano impiegati sulla prossima Bravo.
 
Notice to the editors: do not publish this pictures without a direct link to this page.
Fiat Tipo 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
259
188
131
92
114
VOTO MEDIO
3,5
3.492345
784




Aggiungi un commento
Ritratto di M93
27 febbraio 2015 - 18:28
Giusta decisione quella di non abbandonare un segmento importante come quello delle vetture medie, ma mi auguro che il prodotto sia competitivo e che venga sostenuto e promosso nel tempo da FCA, diversamente da quanto accaduto con la Bravo. Secondo quanto riportato in rete, beninteso tutto da dimostrare come tale, sarà una vettura (con relative varianti) più pragmatica e concreta rispetto al passato, anche in virtù dei vari mercati a cui sarà indirizzata. Vedremo nei e con i fatti quale sarà il risultato finale.
Ritratto di Boys
27 febbraio 2015 - 18:30
1
Non penso sia la futura Bravo.. o almeno spero non sia questa ... di auto banali ce ne sono in giro tante...
Ritratto di notasoccerplayer
27 febbraio 2015 - 19:08
4
Difficile fare valutazioni su un muletto visibilmente frankenstein. Fiat per i muletti usa pezzi presi quà e là da altre vetture - vedasi berlina segmento D Alfa che è una Ghibli tagluzzata quà e là. Comunque con la Bravo del 2007 Fiat ha sprecato un'occasione. Speriamo che la nuova media sia degna di tale nome, spero si ispiri concettualmente alla Tipo che era una segmento C che faceva mangiare la polvere alla concorrenza sotto parecchi aspetti.
Ritratto di rikykadjar
27 febbraio 2015 - 20:43
3
Speriamo sia di qualità accettabile
Ritratto di Livio Lucaroni
27 febbraio 2015 - 20:54
Allora alla Fiat non hanno proprio capito niente. Chi sarà così fesso da comprare una macchina costruita in Turchia che non sarà ne low cost e non punterà nemmeno su stile e qualità!?
Ritratto di Sepp0
27 febbraio 2015 - 21:03
...le Opel fatte in Cina o le VW fatte in Serbia o le BMW/Mercedes fatte chissà dove. Guarda che a chi compra una macchina, il dove viene fatta interessa meno di zero.
Ritratto di osmica
28 febbraio 2015 - 00:38
Di che vetture parli?
Ritratto di Livio Lucaroni
28 febbraio 2015 - 20:29
Interessa meno di zero se il prezzo è competitivo, ma se costa tanto quanto come se fosse fabbricata in patria, allora è un buon motivo per non comprarla dato che oltre a non essere competitiva come prezzo non crea neanche occupazione nel nostro paese. Che io sappia certi modelli della Opel sono costruiti in Ungheria e alcune VW (la Up per esempio) vengono fabbricate in Slovacchia.
Ritratto di lucios
28 febbraio 2015 - 13:44
4
....comprano gli i-phone prodotti in cina. Cosa c'entra il marchio col luogo dove viene prodotto? Basta seguire le direttive progettuali sia di processo che di prodotto!
Ritratto di francu
28 febbraio 2015 - 07:09
fiat vende bene la linea a 3 volumi anche se non e' importata in italia ,in quanto le 3 volumi nel seg. C da noi non si vendono,oramai e' a fine carriera e visto che deve far uscire un nuovo modello ,ha pensato ha sviluppare una seg.C non solo a 3 volumi ma anche una versione adatta al mercato nostro.non sara una low cost,avra tutto quello che serve come le altre generaliste,poi magari in alcuni mercati ci saranno versioni piu povere,abitando a 60 km dalla serbia la 500x in serbia esiste una versione che costa 11200 euro come primo prezzo ma anche l'equipaggiamento e' inferiore
Pagine