Fiat, mai più produttore generalista

10 marzo 2015

Marchionne, a Ginevra, ha precisato quello che già era nell'aria: il marchio Fiat non sarà più impegnato nella produzione “di massa”.

Fiat, mai più produttore generalista
ESPLICITO - Lo si era ben capito dai programmi che negli ultimi anni sono stati avanzati dal gruppo FCA, ma ha fatto comunque effetto l’affermazione fatta al salone di Ginevra da Sergio Marchionne (qui sopra) secondo cui nei piani futuri del gruppo FCA non è prevista una marca Fiat “generalista”, cioè con una produzione di tanti modelli per coprire tutte le categorie di auto, come per esempio Renault, Ford, Opel e altre.
 
LA STRADA TEDESCA - Marchionne ha spiegato la strategia con la scelta del gruppo FCA di privilegiare una filosofia guidata dalle possibilità di profitto. Per argomentare l’orientamento Marchionne ha anche fatto presente che le tre marche del lusso tedesche nel 2014 in Europa hanno venduto più della Fiat: Audi 726.059; BMW 676.410: Mercedes 652.373, contro le 586.271 unità della marca Fiat, che nelle statistiche è tallonata dalla Skoda con 582.140 vetture.
 
STOP AI NUMERI DI MASSA - Con questa situazione, la Fiat va verso una gamma non più completa come quelle delle marche generaliste. “La Fiat andrà a dismettere l’immagine di produttore di massa - ha affermato Marchionne - per assumerne una concentrata su ciò che sa fare meglio”. 
 
A DOMINARE SARÀ IL NOME 500 - In pratica i cavalli di battaglia della marca saranno la Panda e la famiglia 500 (500, 500L e 500X). La fase di trasformazione vedrà poi protagoniste la nuova Fiat Bravo, che sarà prodotta dal 2016 in Turchia, e l'erede della Fiat Punto: quest'ultima, dopo tante incertezze, si dovrebbe fare, ma non è ancora chiaro che “tipo” sarà.
 
NEL SEGNO DELLA JEEP E DELL’ALFA - In pratica, ha concluso Marchionne, la marca Fiat non inseguirà più volumi di vendita e quote di mercato come un tempo. Ciò che il gruppo realizzerà nei prossimi 5-10 anni sarà un riposizionamento e una riconfigurazione del gruppo FCA nel mercato all'insegna dell'espansione del marchio Jeep, già in corso, e il lancio anch’esso globale dell’Alfa Romeo come marchio sportivo di prestigio.


Aggiungi un commento
Ritratto di M93
10 marzo 2015 - 21:14
Concordo: di fatto Fiat non è più un marchio generalista in senso stretto da tempo. Questa nuova strategia ha comunque una sua logica e, se attuata a dovere, potrebbe essere davvero la carta vincente: meno prodotti ma più curati (nonchè qualitativamente migliori) e con una redditività superiore. Come hai ben detto, vedremo all'atto pratico come tale strategia verrà tradotta nei fatti. Un saluto. Marco
Ritratto di domycol
10 marzo 2015 - 20:30
bello vendere una Fiat al prezzo di una BMW.... :D Sogna.... siamo dietro a BMW, Audi e Mercedes. Ma ha visto la vasta gamma hanno queste aziende???? e come andare in guerra contro una corazzata con solo due uomini! La Punto per come la vedo io sarà la 500 5p, scommettiamo?
Ritratto di EasterRuben
10 marzo 2015 - 20:35
Non dice che Fiat diventerà premium, dice che non butterà soldi in progetti che non le potranno fruttare nulla. Mai più auto come Croma, per capirci. O sbaglio io?
Ritratto di Sepp0
10 marzo 2015 - 20:42
...il discorso è chiaro: meno auto vendute, ma con più margine. In questo senso mi stupiscono l'erede di Bravo e Punto, a meno che non risparmino un botto producendole in Turchia non vedo come potranno essere particolarmente redditive. Ma se ne sa ancora troppo poco per speculare in maniera sensata.
Ritratto di Paglianti
10 marzo 2015 - 20:52
meglio se il titolo si fosse fermato alla prima riga, senza metterci la seconda.
Ritratto di Highway_To_Hell
11 marzo 2015 - 10:02
mi sa che ti toccherà puppare per un bel po' di anni ancora... Che ci vuoi fare, la vita è ingiusta...
Ritratto di Cayman_S
11 marzo 2015 - 12:51
2
Audi Mercedes e BMW che vendono più di Fiat nonostante le tre tedesche vendano esclusivamente auto di lusso costruite come si deve, mentre Fiat vende esclusivamente auto per chi non arriva a fine mese. E nonostante la crisi ecc.. ecc.. i 3 marchi di lusso tedeschi vendono più del marchietto Fiat ridotto a fare una gamma totale di 500 in tutte le salse che oramai non fila nessuno più di striscio. Ma il top è quando una sportivissima casa automobilistica di una certa fascia di prezzo come Porsche vende più di quella baracca (perché chiamarla casa automobilistica è impensabile) di Alfa Romeo, allora si arriva alla conclusione, che non è la vita che è ingiusta, ma che quando costruisci bene e di qualità le auto puoi vendere più Porsche da 100'000 euro che Alfa Romeo Mito da 15'000 euro.
Ritratto di Fr4ncesco
11 marzo 2015 - 13:18
2
"Fiat vende esclusivamente auto per chi non arriva a fine mese". I ricchi restano sempre ricchi, nonostante la crisi. La crisi la subisce il ceto medio, quello che compra le auto generaliste, motivo per cui le auto di lusso vendono sempre. Non c'è da stupirsi se BMW e compagnia bella vendono di più. Poi ci sono quelli che non arrivano a fine mese che anzichè comprare un auto nuova ne prendono una usata, ovviamente tedesca, perchè gli altri dicono che le tedesche sono migliori e può fare il fìgo con quattro anelli sul cofano. Ovviamente non ne capisce molto di auto, perchè come minimo valuterebbe anche altri marchi. Poi infine ci sono gli "italiani", che sempre e comunque sono filo-qualcosa e anti-italiani e che hanno contribuito in buona parte alla situazione attuale italiana. Poi vabbè, c'è anche chi da secoli fa sempre lo stesso modello di successo e qualche SUV da vendere ai cinesi e con alle spalle un forte gruppo automobilistico (per i motivi sopra citati) che vende più di AR.
Ritratto di Cayman_S
12 marzo 2015 - 11:53
2
Perché le Porsche sono la perfezione automobilistica (e ne possiamo parlare SOLAMENTE se hai posseduto una Porsche) AR non vende perché non ha cosa vendere, e a parte qualche fan convintissimo e ignorante nessuno normale potrebbe mai comprare una Giulietta o una Mito invece di una tedesca (o comunque una straniera). Poi non c'è alcun dubbio che comprare (per es.) ora un Audi A4 2.0 TDI del 2009 con 70'000 km costa come comprare una Fiat Punto nuova. Ed è inutile dire che è 1000 volte meglio l'Audi della Punto "nuova". Che poi posteggiate una di fianco all'altra la Punto sembrerebbe pure più vecchia. E ad ogni Fiat o Alfa Romeo nuova c'è una tedesca usata (poco) che allo stesso prezzo è 1000 volte meglio. Non a caso l'unica nazione dove vengono considerate le varie 500L, Punto, Lancia, Alfa Romeo ecc... È appunto l'Italia ma solo per una questione patriotica, perché nel resto del mondo la gente con gli stessi soldi compra auto nettamente migliori.
Ritratto di Fr4ncesco
12 marzo 2015 - 13:41
2
Premettendo che ognuno può parlare di quello che vuole, perchè dubito che chiunque abbia posseduto tutte le auto di cui parla (altrimenti si iscrive su un forum dedicato alla propria vettura piuttosto che su un sito come questo), nessuno discute le indubbie qualità delle Porsche (sportive), ma c'è anche chi le vede come Maggiolini schiacciati e a cui non piace il sound del boxer. Una questione di gusti insomma. Così come chi preferisce la Mito e la Giulietta a qualsiasi altra auto, dove non capisco dove le altre siano nettamente inferiori, semplicemente perchè ho una visione a 360° e valuto le auto in base a ciò che sono e non a quello che scrive qualche utente su internet. Sono belle e piacevoli da guidare e la qualità è in linea con la concorrenza, come il resto delle italiane, che ovviamente vendono il grosso qui perchè siamo in Italia e le Case automobilistiche vendono da sempre principalmente nei mercati domestici. Preferisci un' A4 ad una Punto, ok, anche io preferisco altro alla Punto perchè ho constatato con mano che è piena di difetti (rispetto ad altre Fiat) ma il paragone stilistico lo trovo fuori luogo, perchè una Punto è molto più personale ed esteticamente moderna di un'A4, che invece ha uno stile anni 2000, quello dalla linee tese e "minimal" successivo alle linee morbide anni 90 e poi onestamente al prezzo di un'A4 ci sono modelli più appaganti. Questione di gusti, il resto diventa poco logico e presuntuoso quando a prescindere si afferma che tutte le italiane fanno schifo, che è meglio la concorrenza e che le Fiat sono auto per poveracci.
Pagine