NEWS

Fiat Punto: stop alla produzione e nessuna sostituta

5 agosto 2018

Dallo stabilimento FCA di Melfi è uscito l’ultimo esemplare della Punto alla quale la Fiat non darà un’erede diretta.

Fiat Punto: stop alla produzione e nessuna sostituta

EVENTO STORICO - Non mancheranno le considerazioni politico-strategiche sulla decisione della FCA, ma oggi la notizia è che negli stabilimenti Fiat di Melfi è stata definitivamente fermata la linea di assemblaggio della Fiat Punto. I prossimi mesi vedranno le ultime vendite e quindi l’uscita dal listino Fiat. Un evento che a dirlo non pare vero, tanto il marchio e il modello sono stati protagonisti nella categoria di auto a cui appartiene la Punto. Ma tant’è. Il gruppo FCA ha fatto le sue scelte (rivolte a una produzione ritenuta più redditizia) in cui non c’è spazio per modelli per il grande pubblico, inevitabilmente dai prezzi contenuti e quindi considerati poco profittevoli. Questa è la cruda realtà, che rinvia al futuro la risposta su com’è che le altre case omologhe alla Fiat (quelle europee, per intenderci) abbiano continuato e continuino a dedicarsi alle utilitarie e alla produzione generalista. 

MODELLO SIMBOLO - La notizia della fine della Fiat Punto è di quelle importanti perché il modello ha avuto una grande storia, rappresentativa della storia moderna della Fiat. La Fiat Punto fu lanciata nel 1993. Raccoglieva l’eredità della Fiat Uno che era stata un grande successo, capace di risollevare le sorti della casa arrivata a un punto di prefallimento. La Punto seppe subito conquistare gli automobilisti italiani ed europei, grazie alle sue caratteristiche di fondo, alla sua ampia gamma e ai suoi puntuali aggiornamenti. Iniziò con il motore 4 cilindri di 1108 cc da 54 CV, che fu subito affiancato dal più nuovo 1242 cc, poi la turbodiesel e la diesel. E la versione Selecta, la Cabrio e le motorizzazioni a gas. Senza dimenticare la clientela più sportiva, a cui furono destinate le versioni con il motore 1.4 Turbo GT da 133 CV, fino all’allestimento agonistico da oltre 200 CV. Insomma una vera e propria proposta globale, da far dire davvero che c’era una Punto per tutti.

CONTINUA EVOLUZIONE - Nel 1997 ci fu un aggiornamento della Fiat Punto prima generazione, con l’arrivo anche di un nuovo motore a 16 valvole da 85 CV. Nel 1999 fu la vota della seconda generazione (nella foto qui sopra), ristilizzata nel 2003 con una gamma motori più ricca: 1.2, 1.4 e 1.8 a benzina, affiancati dal Multijet a gasolio 1.3 in diverse proposte di potenza, e il più grande 1.9 JTD. Il 2005 vide l'esordio della terza generazione, denominata Fiat Grande Punto, che per qualche anno si affiancò alla serie precedente denominata per l'occasione Classic. Altra tappa fondamentale è il 2009 quando la Grande Punto fu ristilizzata per la prima volta e prese il nome di Punto Evo, per poi tornare a chiamarsi solo Punto nel 2013 in occasione del secondo restyling: questa è la vettura arrivata sino a oggi (visibile nella foto più in alto). 

NATA, CRESCIUTA E FINITA IN BASILICATA - Sede della produzione della Fiat Punto è sempre stato lo stabilimento di Melfi, in Basilicata, progettato e realizzato appositamente per la Punto, con nuove soluzioni logistiche nell’organizzazione produttiva. Da lì sono usciti circa 3,2 milioni di Fiat Punto prima serie; 2,96 milioni della seconda serie e 2,67 milioni della terza serie. E nei prossimi mesi verranno i consuntivi definitivi. Da parecchi mesi il ritmo delle vendite e della produzione era sceso, inevitabilmente, anche se qualche settimana fa lo stabilimento di Melfi dovette fare degli straordinari per poter far fronte alla forte domanda innescata dalle convenienti offerte promozionali per il modello. Nel 2017 in Italia sono state immatricolate 37.259 Fiat Punto. I numeri di produzione raccontano meglio di ogni altra cosa la grande storia della Fiat Punto.

PRODUZIONE FIAT PUNTO E GRANDE PUNTO

 

Fiat Punto

Fiat Grande Punto

1995

666.705

 

1996

563.601

 

1997

656.283

 

1998

568.590

 

1999

552.260

 

2000

604.312

 

2001

521.886

 

2002

439.170

 

2003

406.789

 

2004

320.761

 

2005

208.171

78.480

2006

92.327

340.032

2007

85.562

323.216

2008

37.483

224.192

2009

60.465

274.781

2010

31.695

236.588

2011

 

224.565

2012

 

138.454

2013

 

116.341

2014

 

91.402

2015

 

90.030

2016

 

61.415

Fiat Punto
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
161
107
86
70
92
VOTO MEDIO
3,3
3.339145
516


Aggiungi un commento
Ritratto di 82BOB
6 agosto 2018 - 11:55
Da odiatore di SUV, ma anche no... e il discorso VW l'avevo già tirato in ballo nei post dedicati... Non fanno differenziazione (prezzi, finiture, look, dotazione... anche se belle, le auto del gruppo VW sono tutte troppo simili e sovrapponibili)! Se a marchio FIAT vendessero un SUV anti-Duster sarebbe anche sensato, proponendolo magari a metano e a GPL! Ma il problema di non avere l'erede per la Punto resta...
Ritratto di SPORTKA
5 agosto 2018 - 19:38
1
Io avrei visto bene una joint venture con la Suzuki. Dato che quest'ultima monta su S-Cross e Vitara il 1.6 Multijet, perchè non usare i pianali della Swift per sviluppare una nuova Punto?
Ritratto di grande_punto
5 agosto 2018 - 19:45
3
Qualche anno fa si parlava di una nuova Punto nel 2015 insieme a Mazda, sarebbe stata un'ottima idea..
Ritratto di Fr4ncesco
5 agosto 2018 - 20:58
Ottime le scocche Suzuki, leggere e robuste.
Ritratto di 82BOB
6 agosto 2018 - 11:56
Una collaborazione per l'ibrido low-cost magari, più che per i pianali...
Ritratto di NeroneLanzi
6 agosto 2018 - 19:22
Non montano più il 1.6
Ritratto di grande_punto
5 agosto 2018 - 19:43
3
Una delle cavolate più colossali mai fatte da Fiat... Addio Punto...
Ritratto di Unknown
5 agosto 2018 - 20:09
Sbagliatissimo quanto dici. Il segmento B, per avere degli utili, deve avere dei numeri di vendita spaventosi, vale il concetto "poco margine, tanto guadagno". Roba che con la Punto non era certo possibile fare, visto che al di fuori dell'Italia vendeva ben poco (nei paesi emergenti, dove le richieste divergono, c'è la Argo). Del resto, il segmento B non ha certo bisogno di nuovi arrivi, visto che i modelli ben affermati in tutto il mondo non gli mancano. Alla fine, con la Tipo che è una sorta di utilitaria più grossa e spaziosa, e con le 500X/500L che seguono come si deve la tendenza del momento in fatto di carrozzerie, il segmento B rimane comunque compensato per Fiat.
Ritratto di grande_punto
5 agosto 2018 - 20:38
3
Unkown, ti sembra normale lasciare un vuoto nel segmento B Fiat, segmento che tra 127, 600 eccetera ha praticamente inventato?... E adesso, chi deve comprare utilitarie, compra le varie Polo, Fiesta, Clio eccetera (come ho fatto io dopo ben 3 Punto).
Ritratto di Unknown
5 agosto 2018 - 20:55
Cosa vuol dire? Allora anche la Land Rover ha dovuto abbandonare un pezzo forte come il Defender, che ha praticamente inventato il segmento delle fuoristrada. Se ad oggi, purtroppo, le richieste di mercato cambiano e il segmento B, oltre che già affermato, inizia a dare pochi utili, se si vogliono tagliare le spese il più possibile, tanto vale compensarlo in altri modi.
Pagine