NEWS

Fiat: quali modelli nel prossimo futuro?

Pubblicato 23 agosto 2019

Dopo la 500 elettrica nel 2020, nel 2021 dovrebbe essere la volta della nuova Panda e poi della 500 Giardiniera. Previste anche le eredi di 500X e Tipo.

Fiat: quali modelli nel prossimo futuro?

PORTE CONTROVENTO - Il manager francese Olivier François, a capo della Fiat, sta lavorando per rilanciare il marchio e trovargli una nuova identità, legata soprattutto alle city car e alle utilitarie per le quali è da sempre famoso il costruttore del Lingotto. François ha fatto il punto della situazione nel corso di un’intervista con il magazine inglese Autocar, in cui sono emersi dettagli interessanti sui prossimi modelli. La prima nuova Fiat ad arrivare sul mercato sarà la 500 elettrica, nel corso del 2020, basata su un pianale specifico e costruita a Mirafiori. Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova utilitaria a batteria sarà dotata di piccole portiere posteriori controvento (come la BMW i3), per facilitare l’accesso ai posti dietro. 

ARRIVA LA GIARDINIERA - La nuova Fiat Panda, invece, dovrebbe arrivare nel 2021 e sarà ispirata al prototipo Fiat Centoventi (nelle foto), molto apprezzato da pubblico e critica per le numerose soluzioni innovative. Due anni dopo, quindi nel 2023, dovrebbe essere la volta della versione elettrica della nuova Panda, con una batteria modulare come quella della Centoventi. Se 500 e Panda resteranno il fulcro della gamma Fiat, anche per gli altri modelli sono attese novità. Secondo le indiscrezioni la Fiat 500L non dovrebbe avere un’erede diretta, mentre la 500X sì: la Fiat ne realizzerà una seconda generazione. Al posto della 500L dovrebbe arrivare la 500 Giardiniera, una 500 con carrozzeria famigliare a 5 porte, ma dalle dimensioni maggiori (segmento C per intendersi). Anche la Tipo avrà un’erede, ma dovrebbe essere una vettura un po’ diversa, trasformandosi in una suv-crossover.





Aggiungi un commento
Ritratto di Unknown
23 agosto 2019 - 20:57
Devi capire che in Italia la maggior parte delle segmento B nuove vengono acquistate come auto modaiole e di tendenza, in allestimenti “chic” e cifre folli, cose che non succederebbero mai con un’ipotetica Nuova Punto. Prima di tutto per una questione di marchio, poi per un discorso fisiologico: un’auto che si pone al di sotto di una vettura come la Tipo, che bada al sodo, non può essere certo “di tendenza”. Alla fine, in Fiat l’utilitaria di tendenza ce l’hanno (la 500), il crossover ce l’hanno (500X) e una clientela dalle scarse pretese ed esigenze può tranquillamente rivolgersi ad una Panda o ad una Tipo, in caso ci fosse la necessità di più spazio.
Ritratto di Luzo
23 agosto 2019 - 21:51
si si chic a 9900......quelle si vendono
Ritratto di Unknown
23 agosto 2019 - 22:17
A 9900 trovi qualche Panda, Punto, Ypsilon a km0 e con allestimenti basic che più basic non si può. La maggior parte delle utilitarie moderne NUOVE che si vedono in giro sono quasi tutte in allestimenti full, ST Line, Vignale, GT Line e altre baggianate, ovviamente con motorizzazioni ai limiti del ridicolo.
Ritratto di tramsi
23 agosto 2019 - 23:20
Non è affatto vero che "la maggior parte delle utilitarie moderne nuove che si vedono in giro sono in allestimenti lusso: di Clio e Fiesta normali ne hanno strastrastravenduto, oltretutto a prezzi concorrenziali.
Ritratto di Unknown
23 agosto 2019 - 23:43
Le utilitarie di adesso si vendono in allestimenti quasi sempre "completi": ST Line, GT e altre baggianate sono solo esempi. Il discorso è che se 10 anni fa trovare in strada la Polo basic con i cerchi in plastica e niente radio era la normalità, al giorno d'oggi è mooolto raro trovare una Polo basic che più basic non si può. Quelle che si trovano in giro sono quasi tutti allestimenti completi (a livello di dotazione), dal momento che in questo segmento di mercato la richiesta è quella di un prodotto sfizioso e al passo con i tempi, come già stradetto ampiamente...
Ritratto di tramsi
24 agosto 2019 - 00:31
Ho risposto altrettanto ampiamente, ma fai il sordo...
Ritratto di Leonal1980
24 agosto 2019 - 11:10
4
ti assicuro che le polo R-line che si vendono, sono davvero poche. per la maggiore trendline (che non fanno più da poco) e comfortline che ad oggi è la base. per la maggiore benzina mpi da 65 e 80 Cv, infatti ci sono tempi di attesa maggiori di180gg
Ritratto di Unknown
24 agosto 2019 - 12:32
Il fatto che l’allestimento Trendline della Polo non lo importino più in Italia (che è ben diverso dal non fare più) dovrebbe farvi riflettere sul perchè oggi le utilitarie basic non godono più del successo che godevano un 10-15 anni fa. Chi prende un’utilitaria oggi la prende il più possibile completa, che possa svolgere il ruolo di unica auto da famiglia in certi casi, cosa che una volta, complici delle caratteristiche differenti, non succedeva mai e poi mai. Ma siccome i piccoletti che ci sono qui dentro devono sparare a zero contro un marchio piuttosto che un altro, vedendo poi negli altri mancanza di oggettività quando mettono in mano i fatti, è palese che certi discorsi non ha nemmeno senso farli.
Ritratto di Al Volant
25 agosto 2019 - 11:52
La fonte di questa informazione ? Se è il tuo occhio, dovresti considerare che può essere un caso fortuito nel tuo quartiere o palazzo. Certe affermazioni andrebbero documentate. Personalmente il mio occhio vede solo clio - fiesta - 208 in allestimenti base-intermedi.. Tra l'altro la clio è diversi mesi che è in unico allestimento Moschino. Il discorso è che quelle auto si acquistano generalmente con prezzi tra i 10k massimo 15k, è quella la discriminante del mercato italiano ( ed infatti i dati di vendita lì sono inequivocabili ), cioè l'italiano non spende più di 15k a prescindere dagli allestimenti, quindi magari le case giocano su questo mettendo qualcosa in più come dotazione, ma non è una scelta preliminare del cliente, e di sicuro non dettata da moda.
Ritratto di oretaxa
26 agosto 2019 - 16:12
Ma dove? Oggi la cifra psicologica è 10.000 euro.
Pagine