NEWS

Fiat: quali modelli nel prossimo futuro?

Pubblicato 23 agosto 2019

Dopo la 500 elettrica nel 2020, nel 2021 dovrebbe essere la volta della nuova Panda e poi della 500 Giardiniera. Previste anche le eredi di 500X e Tipo.

Fiat: quali modelli nel prossimo futuro?

PORTE CONTROVENTO - Il manager francese Olivier François, a capo della Fiat, sta lavorando per rilanciare il marchio e trovargli una nuova identità, legata soprattutto alle city car e alle utilitarie per le quali è da sempre famoso il costruttore del Lingotto. François ha fatto il punto della situazione nel corso di un’intervista con il magazine inglese Autocar, in cui sono emersi dettagli interessanti sui prossimi modelli. La prima nuova Fiat ad arrivare sul mercato sarà la 500 elettrica, nel corso del 2020, basata su un pianale specifico e costruita a Mirafiori. Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova utilitaria a batteria sarà dotata di piccole portiere posteriori controvento (come la BMW i3), per facilitare l’accesso ai posti dietro. 

ARRIVA LA GIARDINIERA - La nuova Fiat Panda, invece, dovrebbe arrivare nel 2021 e sarà ispirata al prototipo Fiat Centoventi (nelle foto), molto apprezzato da pubblico e critica per le numerose soluzioni innovative. Due anni dopo, quindi nel 2023, dovrebbe essere la volta della versione elettrica della nuova Panda, con una batteria modulare come quella della Centoventi. Se 500 e Panda resteranno il fulcro della gamma Fiat, anche per gli altri modelli sono attese novità. Secondo le indiscrezioni la Fiat 500L non dovrebbe avere un’erede diretta, mentre la 500X sì: la Fiat ne realizzerà una seconda generazione. Al posto della 500L dovrebbe arrivare la 500 Giardiniera, una 500 con carrozzeria famigliare a 5 porte, ma dalle dimensioni maggiori (segmento C per intendersi). Anche la Tipo avrà un’erede, ma dovrebbe essere una vettura un po’ diversa, trasformandosi in una suv-crossover.





Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
23 agosto 2019 - 20:16
Chi cerca una segmento B non prende la Tipo, viceversa la comprerebbero tutti quelli che, invece, comprano Clio, Polo, Fiesta e compagnia.
Ritratto di Unknown
23 agosto 2019 - 20:59
Davvero credi che ci sia qualcuno che compra l’auto in base al segmento di mercato? Ahahahahah non lo fa manco Paolo Massai.
Ritratto di tramsi
23 agosto 2019 - 21:12
Quel che ho scritto è corretto, prova a confutarlo.
Ritratto di Mattia Bertero
23 agosto 2019 - 22:12
3
Io l'ho sempre fatto, ho sempre comprato auto scegliendo il segmento in cui volevo comprare qualcosa, perché, in quei momenti, mi serviva un'auto di certe determinate dimensioni.
Ritratto di Leonal1980
24 agosto 2019 - 11:10
4
anche io
Ritratto di 82BOB
25 agosto 2019 - 09:19
2
Quindi dimensioni, motorizzazioni e tipologia di vettura non incidono al pari del prezzo sulla scelta di un auto? Unknown mi sa che stai delirando... Il segmento è, nella stragrande maggioranza dei casi, il punto di partenza per la scelta di una vettura...
Ritratto di Al Volant
25 agosto 2019 - 12:01
Io sono più propenso a pensare che la famiglia tipo abbia un budget, ed in base a quello filtri l'auto che più si avvicina alle proprie esigenze. ( non a caso stravince Duster ad esempio..) Ovviamente intendo per acquisto in contanti, quando subentra un finanziamento, suppongo sia come dici tu.
Ritratto di Unknown
25 agosto 2019 - 14:46
Forse non è chiaro il discorso che nel settore automobilistico regna un’ignoranza assurda. L’italiano medio non sa neanche cosa sono i segmenti di mercato, tranne appunto qualche appassionato. Peraltro, ad oggi, è sempre più difficile catalogare le auto in base ai segmenti di mercato: c’è chi lo fa per le dimensioni, chi per il prezzo, chi per i contenuti, non è mica così scontato. Due sono gli elementi principali che il cliente medio guarda: IL PREZZO e LA LINEA (e a certe cifre il marchio, ma non è il caso dei 15k discussi in questi commenti). Punto. Del segmento non gliene può fregare una mazza, anzi ti dirò di più: non ne sa manco l’esistenza. Per molti la differenza che ci può essere tra una X1 ed una X6, per fare un esempio, è che una è la biemmeeewù più piccola e più alta, l’altra è quella grossa con la coda schiacciata verso il basso. Altro che segmenti di mercato...
Ritratto di tramsi
25 agosto 2019 - 15:05
Stai nuovamente sviando il discorso: Per "auto di quel segmento" indendevo PALESEMENTE scrivere "di quella tipologia", ovviamente. Non è ragionevole scrivere che chi vuole può prendere una Tipo o una Panda o una 500X, tanto più che anche le concorrenti offrono le alternative più disparate, ma anche e comunque auto di quella TIPOLOGIA e, stando ai numeri, le vendono. Quanto poi alla risibilità di semento B ben allestite, io ne ho una "ben allestita", l'ho scelta e ne sono estremamente soddisfatto. Ovviamente, ho dovuto rivolgermi a un costruttore estero. Tu comprende?
Ritratto di Unknown
25 agosto 2019 - 16:15
Direi che non serve assolutamente a niente andare avanti, dal momento che si hanno idee diverse. Di spendere 80 commenti in un forum di auto per catalogare le macchine per prezzo e dimensioni penso sia imbarazzante, per cui il gioco non vale assolutamente la candela... Rimani pure dell’idea che la Punto era fondamentale per vendere in Italia e in qualche altro staterello semi emergente e goditi la tua scatoletta “ben allestita”.
Pagine