NEWS

Fiat: quali modelli nel prossimo futuro?

Pubblicato 23 agosto 2019

Dopo la 500 elettrica nel 2020, nel 2021 dovrebbe essere la volta della nuova Panda e poi della 500 Giardiniera. Previste anche le eredi di 500X e Tipo.

Fiat: quali modelli nel prossimo futuro?

PORTE CONTROVENTO - Il manager francese Olivier François, a capo della Fiat, sta lavorando per rilanciare il marchio e trovargli una nuova identità, legata soprattutto alle city car e alle utilitarie per le quali è da sempre famoso il costruttore del Lingotto. François ha fatto il punto della situazione nel corso di un’intervista con il magazine inglese Autocar, in cui sono emersi dettagli interessanti sui prossimi modelli. La prima nuova Fiat ad arrivare sul mercato sarà la 500 elettrica, nel corso del 2020, basata su un pianale specifico e costruita a Mirafiori. Secondo le ultime indiscrezioni, la nuova utilitaria a batteria sarà dotata di piccole portiere posteriori controvento (come la BMW i3), per facilitare l’accesso ai posti dietro. 

ARRIVA LA GIARDINIERA - La nuova Fiat Panda, invece, dovrebbe arrivare nel 2021 e sarà ispirata al prototipo Fiat Centoventi (nelle foto), molto apprezzato da pubblico e critica per le numerose soluzioni innovative. Due anni dopo, quindi nel 2023, dovrebbe essere la volta della versione elettrica della nuova Panda, con una batteria modulare come quella della Centoventi. Se 500 e Panda resteranno il fulcro della gamma Fiat, anche per gli altri modelli sono attese novità. Secondo le indiscrezioni la Fiat 500L non dovrebbe avere un’erede diretta, mentre la 500X sì: la Fiat ne realizzerà una seconda generazione. Al posto della 500L dovrebbe arrivare la 500 Giardiniera, una 500 con carrozzeria famigliare a 5 porte, ma dalle dimensioni maggiori (segmento C per intendersi). Anche la Tipo avrà un’erede, ma dovrebbe essere una vettura un po’ diversa, trasformandosi in una suv-crossover.





Aggiungi un commento
Ritratto di Elix69
23 agosto 2019 - 19:02
Consiglio alla redazione: mettete un limite massimo di lettere da poter scrivere. Please!!!
Ritratto di BRIXIO85
23 agosto 2019 - 19:42
Ueh, Fahrenheit 451... dov'è il problema? Io semplicemente i post lunghi li salto a piè pari.
Ritratto di Elix69
23 agosto 2019 - 20:51
Quindi lei non leggerebbe se stesso......
Ritratto di BRIXIO85
23 agosto 2019 - 21:24
Bravo.
Ritratto di Elix69
23 agosto 2019 - 22:32
Ho la pelle d'oca..... Saluti (definitivi)
Ritratto di Elix69
23 agosto 2019 - 22:36
Altro umile consiglio alla redazione: test psichiatrici all'iscrizione! :)))
Ritratto di Stefano allterrain
23 agosto 2019 - 19:16
Io non ho titolo per suggerire alcunché ma vedo marchi "popolari" che sfornano auto nuove a getto continuo (PEUGEOT, SKODA, SEAT....) e soprattutto senza bisogno di anticiparle 2 o 3 anni prima. La Tonale se mai verrà, quando verrà saremo stufi di averla vista in mille anticipazioni. Non c'è volontà di investire, ovvero strategie da dilettanti. O forse le strategie vere sono celate....ossia quelle di uscire dai mercati poco redditizi! Povere ecchie FIAT. LANCIA. ALFA
Ritratto di Blade Runner
23 agosto 2019 - 19:41
Finalmente una giusta. L'auto italiana è morta, tranne forse Ferrari, tanto vale chiudere e mettersi l'anima in pace che assistere a questo accanimento terapeutico di modelli annunciati e defunti prima ancora di nascere. RIP
Ritratto di tramsi
23 agosto 2019 - 20:21
Le anticipazioni (di modelli mai nati ma dati per certi - Giulietta a trazione posteriore, Giulia coupè, etc. - e modelli che vedremo, forse, tra anni) e i mai rispettati piani industriali sono autentiche manovre di borsa, esclusivamente funzionali ad attrarre l'attenzione del pubblico e degli investitori.
Ritratto di BRIXIO85
23 agosto 2019 - 21:48
@Stefano allterrain Per favore... non confondiamo tra costruttori d'auto e meri speculatori che potrebbero trattare ananassi e non cambierebbe una beata faνa. La Tonale? È quello che sanno fare meglio: mockup da saloni e sagre varie, oltre alle celeberrime e curatissime presentazioni in powerpoint. Ma quanti modelli celati da quegli ormai patetici veli abbiamo visto in quelle slide? Se avessero realmente "alzato i veli" la gamma FCA (versante Europa occidentale) sarebbe almeno pari a quella di PSA (VAG è decisamente out of reach). Mi pare che la presa per i fondelli sia chiara, o c'è forse bisogno d'un rinforzino? E mi pare che tu abbia centrato perfettamente il punto.
Pagine