NEWS

La plastica si ricicla (anche) nei sedili

Pubblicato 07 febbraio 2020

Con le nuove Fiat 500 e Panda Hybrid arriva per la prima volta sulle automobili il tessuto ottenuto riciclando la plastica ripescata dal mare.

La plastica si ricicla (anche) nei sedili

RIVESTIMENTO ECOLOGICO - Con il lancio delle varianti mild hybrid della Fiat 500 e della Fiat Panda la casa italiana ha ridotto consumi ed emissioni di due modelli molto popolari (in particolare, la Panda è da anni l’auto più venduta in Italia). Ma gli interventi per rendere più ecosostenibili le citycar torinesi hanno riguardato anche l’abitacolo. Le versioni speciali Launch Edition utilizzano infatti un rivestimento dei sedili in plastica riciclata.

COME È FATTO - Tutto deriva dall’accordo tra la Fiat e Seaqual Initiative, organizzazione spagnola impegnata dal 2018 nel recupero e nel riciclo della spazzatura gettata nel mare. Dai fondali marini arriva il 10% della plastica utilizzata per produrre il filato Seaqual Yarn, utilizzato per i sedili delle due utilitarie. Il restante 90% è sempre in plastica riciclata, raccolta però a terra. Attraverso la produzione di questo materiale, utilizzato, oltre che da Fiat, da aziende come Ikea, Epson e Jack Wolfskin, Seaqual Initiative ha finora liberato il mare da oltre 500 tonnellate di plastica; per il 2020, l’obiettivo è di raccoglierne oltre 450. Per ogni tonnellata raccolta, si stima che ne vengano rimosse dai fondali altre 6/10 di spazzatura di diverso tipo.

> IL PRIMO CONTATTO DELLA FIAT 500 HYBRID

> IL PRIMO CONTATTO DELLA FIAT PANDA HYBRID

Fiat 500
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
428
164
85
70
109
VOTO MEDIO
3,9
3.85514
856


Aggiungi un commento
Ritratto di Al Volant
7 febbraio 2020 - 19:43
Io al mare vedo spesso assorbenti di plastica galleggiare..Vabbè.. Queste targhe GA non mi piacciono..Certo dopo che ho visto la targa FR 000 CC ... La più bella sarà GO 000 AL oppure GO 000 DO !
Ritratto di Bacca
11 febbraio 2020 - 09:24
peccato che la O non verrà mai usata per le targhe, spiace
Ritratto di Pavogear
7 febbraio 2020 - 21:02
Bellissima questa iniziativa. A mio avviso è una scelta molto più ambientalista questa rispetto a quelle comunemente sbandierate di qua e di là e che alla fine sono inutili complicazione del problema
Ritratto di zero
8 febbraio 2020 - 17:37
Già. Ma siccome trova spazio su prodotti FCA, si trasforma magicamente in nel solito paradiso dei troll. Andando al merito della questione, la notizia merita davvero attenzione: 500 tonnellate di plastica già raccolte, altre 450 tonnellate entro il 2020, da 6 a 10 tonnellate di rifiuti rimossi dal mare per ogni tonnellata di plastica raccolta in acqua... Vuol dire dalle 5700 alle 9500 tonnellate di spazzatura sottratta al mare e alla sua fauna. Io spero che l'impiego di questi materiali si diffonda massicciamente presso tutti i costruttori, per far crescere ulteriormente questi numeri.
Ritratto di otttoz
7 febbraio 2020 - 21:32
Chissà come vengono gestiti i residui nocivi della verniciatura delle Tipo fabbricate in Turchia
Ritratto di Blablabla
7 febbraio 2020 - 23:10
Te le fanno bere a te.
Ritratto di littlesea
8 febbraio 2020 - 09:13
Eh già...perché tu credi che nelle altre fabbriche sparse per il mondo il trattamento sia diverso...Povero te!
Ritratto di Thresher3253
8 febbraio 2020 - 09:34
Allo stesso modo con cui gestiscono i fumi tossici a Taranto.
Ritratto di Gatsu
7 febbraio 2020 - 22:04
2
Ottima iniziativa, complimenti
Ritratto di Signor_P
7 febbraio 2020 - 22:28
Meglio tardi che mai... sono 15 anni che nella mia ditta riciclano reti da pesca per produrre filati e tessuti...
Pagine