NEWS

Fiat Tipo: in arrivo la wagon e la 5 porte

14 gennaio 2016

Il debutto nelle concessionarie della Fiat Tipo nelle due nuove varianti di carrozzeria è previsto per aprile. Invariati i motori rispetto alla berlina.

Fiat Tipo: in arrivo la wagon e la 5 porte
INSIEME A GINEVRA - Le versioni station wagon e 5 porte della Fiat Tipo saranno presentate in contemporanea al Salone di Ginevra all'inizio di marzo per essere nelle concessionarie poche settimane dopo. Per quel che riguarda la variante a 5 porte l’ampio portellone è incorniciato da montanti posteriori non massicci; i fanali sono orizzontali, come nella berlina con la coda appena lanciata.
 
GRANDE SPAZIO - Per le famiglie che hanno bisogno di ancora più spazio la Fiat proporrà la versione station wagon della Tipo. Le forme (qui sopra nella nostra ricostruzione) sono filanti ma “classiche”, con la fiancata alta e solcata da nervature e il tetto discendente verso la parte posteriore. È lecito aspettarsi una buona abitabilità anche dietro e una capacità di carico prossima ai 1600 litri con il divano reclinato.
 
I MOTORI DELLA BERLINA - Per entrambe le nuove Fiat Tipo l'abitacolo sarà dotato gli stessi comandi, razionalmente disposti nella plancia, della variante col baule separato già a listino; il sistema multimediale può avere lo schermo di 5” con supporto al sistema Uconnect, per collegare all’impianto lo smartphone. I motori sono gli stessi della versione già in vendita: a benzina, il 1.4 da 95 CV o il 1.6 da 110; a gasolio, i 1.3 Multijet da 95 CV e 1.6 da 120. Cambio automatico a richiesta; di serie, quello manuale a cinque sta; o a sei marce.
Fiat Tipo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
203
138
93
60
92
VOTO MEDIO
3,5
3.511945
586


Aggiungi un commento
Ritratto di tipografo1971
17 gennaio 2016 - 09:22
io penso che il problema non sta nelle plastiche dure, ma nella qualità generale dell'auto "al tatto" . . . quando ho preso contatto con la tipo esposta in salone ho toccato un pò tutta la plancia, le plafoniere . . . è imbarazzante quanto si muovano le varie parti e quanto "scricchiolano" . . . per non parlare poi del tunnel centrale e della soglia di ingresso della bauliera che si muovono vergognosamente . . . e parlo di un'auto immacolata nel salone . . . Te lo immagini cosa significa dopo che avrà percorso anche solo 20.000 km ? Poi come detto è davvero orrendo il meccanismo di apertura del portellone . . . nel 1996 sulla Nissan Primera già era a cerniere ripiegabili con pistoni, questo invece è un meccanismo indecente e a molla ! Secondo me è un'auto da pensionati, che fanno pochi km all'anno e non badano a queste cose . . . la conferma è che nel salone l'età media la abbassavo io e ne ho 46 . . . ah ah ah (si fa per scherzare è !)
Ritratto di Zebedeo
16 gennaio 2016 - 23:14
Decisamente meglio rispetto alla tre volumi !
Ritratto di Giovannona Coscialunga
17 gennaio 2016 - 08:25
Molto bella...qualità / prezzo buona. Venderà molto in Europa.
Ritratto di lucios
17 gennaio 2016 - 08:59
4
Attendo la 5 porte, che tra le 3 penso si quella destinata più a grandi numeri, con la speranza che la qualità ci sia e che non costi tanto.
Ritratto di PUNTOGT
17 gennaio 2016 - 09:06
Continuo ad avere molti ma molti dubbi sui numeri e il successo di FCA. guardando i listini dei marchi...sono imbarazzanti: ALFA la mito e la giulietta...roba da antiquariato. FIAT a parte Panda e 500....il nulla. La TIPO va bene per i taxi turchi. LANCIA non esiste più. MASERATI un fuoco di paglia e JEEP numeri insignificanti. Ma li vedono quelli di FCA i listini del gruppo VW, PSA, RENAULT, NISSAN, OPEL ECC ECC ECC
Ritratto di RIOC
17 gennaio 2016 - 17:36
Già, ma per fortuna che in ogni caso esistono ancora persone non esterofile all'ennesima potenza, e magari pur guardando i vari listini entrano in una concessionaria e comprano Italiano. Io guido da 38 anni, ed ho avuto svariate esperienze di auto, e mi chiedo allora, se la Fiat fa davvero così schifo, come mai le maggiori soddisfazioni me le sono tolte con auto Italiane. A cominciare dal cinquino, per passare alla panda, poi, sulla 124, curvando verso la Alfa 33, passando all'infelice esperienza con una auto costruita in Germania, virando poi su una 156,per finire con l'appoggiare il posteriore su una mito, auto, del giurassico. E diciamo anche col guidare spesso la panda 4x4 della consorte, e panda 1200 del figlio. Se escludo l'esperienza straniera (non dico la marca per rispetto) quella che definisco tutt'oggi un orribile catenaccio, tanto mi ha fatto patire. In barba ai listini alle plastiche, agli scricchiolii, auto Italiane, solo grandissime soddisfazioni. L'auto straniera, costruita in Germania, marca piuttosto nota e importante, era in assoluto quella costruita peggio, e fonte di una miriade di scricchiolii, e rumori strani. Una auto, deve si piacere, ma deve essere sopratutto affidabile. Nessuna di tutte queste auto, mai, a parte il "zavaglio" mi ha mai costretto a tornare a casa col carro attrezzi.
Ritratto di PUNTOGT
17 gennaio 2016 - 19:11
124, alfa 33, 156.....stai parlando di auto di 30 anni fa. Oltretutto il mio discorso non riguardava l'affidabilità ma i numeri sparati da Marchionne prima su Lancia e poi su Alfa relativi alle stime di vendita e rivelatosi poi totalmente diversi (se non ricordo male di Lancia si parlava di 300 mila unità....e sono arrivati a 70 mila). Stesso discorso per Alfa
Ritratto di otttoz
18 gennaio 2016 - 21:00
non vedo prezzi relativi all'optonal cambio automatico e se sarà possibile ottenerlo per il benzina...
Pagine