NEWS

Fine carriera per le DS4 e DS5

13 luglio 2018

La casa francese ha posto fine alla produzione dei due modelli ed entro fine 2018 smetterà di venderle.

Fine carriera per le DS4 e DS5

DUE MODELLI CON POCO APPEAL - La DS Automobiles ha deciso di porre fine alla vendita dei modelli DS4 (foto qui sopra) e DS5 (foto qui sotto), la cui produzione negli stabilimenti di Mulhouse e Sochaux era già stata fermata già nello scorso mese di maggio. Lo stop sarà attuato entro la fine dell’anno. La decisione è stata presa a fronte degli scarsi risultati di vendita. Il gruppo PSA sta lavorando alla definizione di una nuova strategia del marchio, sempre con l’ambizione di trovare una collocazione nel mercato delle vetture di prestigio, con relativo programma produttivo. La DS4 e la DS5 erano state lanciate nel 2011, rispettivamente a marzo e a novembre di quell’anno, entrambe senza incontrare o favori del mercato per una evidente carenza di attrattiva e di personalità specifica.

NUOVI ORIZZONTI - Resta in listino la DS3, con la variante decapottabile. Il modello ha ormai dieci anni di vita ma continua a essere venduto, anche se si prevede un imminente intervento di semplificazione dell’offerta. I nuovi piani in via di definizione da parte della PSA hanno come punto di partenza la DS7 Crossback che rappresenta il primo modello totalmente ed esclusivamente DS, cioè senza legami con la gamma Citroën. Dal suo lancio le vendite della marca sono cresciute del 14%. 

LA DS 7 CROSSBACK - La casa è ottimista circa gli sviluppi delle vendite della DS7 Crossback anche per l’imminente allargamento della gamma motori, con l’arrivo di una versione turbodiesel da 180 CV e una a benzina da 225 CV. Ciò mentre con l’anno prossimo ci saranno anche un diesel meno potente e una versione ibrida plug-in da 300 CV che proporrà anche la trazione 4x4.

A PARIGI LA NUOVA DS3 CROSSBACK - I modelli a seguire dovrebbero essere la DS3 Crossback, una piccola suv attesa per il prossimo salone di Parigi di quest’anno. Secondo le indiscrezioni, la DS3 Crossback inoltre aprirà alle vetture ad “emissioni zero”, con una versione 100% elettrica. L’iniziativa rientra nella strategia annunciata dalla casa secondo cui entro il 2025 tutti i suoi modelli avranno la proposta elettrica.

Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
14 luglio 2018 - 10:30
Citroën dovrebbe fare auto avanzate e comode come le Citroën, Peugeot belle, eleganti e classiche Peugeot (be dai sta iniziando), Opel anche auto grosse e imponenti come da tradizione. DS non si riesce a capire proprio dove possa andare. Capirei di più (anche per PSA) ricreare marchi come Delage o Facel Vega per puntare davvero sul lusso. Delage per esempio partirebbe da dove Citroën, Peugeot, Opel neanche arrivano a livello di prezzo e mercato...
Ritratto di M93
14 luglio 2018 - 10:35
Due auto dal punto di vista costrittivo e qualitativo ben fatte, ma non certo premium tout-court: DS4 l’ho sempre trovata goffa esteticamente, mentre DS5 era più interessante, ma il restyling l’ha banalizzata. A tutto poi si deve aggiungere una percezione non del tutto definita del brand (prima sub-brand) DS, che imho perdura anche attualmente. Di certo, commercialmente parlando, per il marchio è una strada in salita.
Ritratto di FiestaLory
14 luglio 2018 - 10:39
Quoto M93
Ritratto di Rav
14 luglio 2018 - 10:39
2
La DS4 ha sempre avuto poco senso, bastava abbellire la linea della classica C4 e il gioco era fatto. Per la DS5 il posto in una nicchia era prevedibile. Devo dire che è stata un ottimo esercizio di stile, diversa dalle Citroen e particolare. Forse più particolare della nuova bella DS7 perchè non assomigliava a nessuna. Ma comunque DS lo preferivo quand'era ancora legato a Citroen.
Ritratto di Giuliopedrali
14 luglio 2018 - 14:01
Sinceramente inutile creare doppioni, meglio ri-creare marchi, che coprano un altro mercato, in questo caso più di lusso, non importa se con nomi nuovi come DS appunto o nomi famosi, in Francia per esempio Delage, da noi Isotta Fraschini tanto per dire... E se il prodotto è buono PSA o FCA possono coprire altri settori. Anche Lancia è andata così perché alla fine era un po' un doppione di Fiat.
Ritratto di manuel1975
14 luglio 2018 - 17:20
le nuove ds sono state delle fesserie meglio se riproponevano una squalo in stile moderno come hanno fatto con 500 la fiat
Ritratto di Giuliopedrali
14 luglio 2018 - 18:01
In ogni caso il concessionario DS qui della zona non crede minimamente nelle DS anche quando gli è arrivata la SUV "accontenta tutti" DS7. Ha detto: questa avrà un successo pari a zero! (Se lo dice lui...) Crede molto più nelle nuove DR che vende insieme a Citroën.
Ritratto di Fr4ncesco
14 luglio 2018 - 20:14
Perché non cambia concessione allora?
Ritratto di Giuliopedrali
15 luglio 2018 - 10:28
Non so. Credo però che tutti i concessionari che tengono anche DS ci credano molto poco visti i risultati. Il punto è che neanche la DS7 ha cambiato minimamente la sua percezione. In alcuni mercati europei (a parte la Francia) mi sembra dopo il nulla iniziale sia già in calo...
Ritratto di AMG
14 luglio 2018 - 20:01
la ds4 era ridicola già dal primo giorno... e a che prezzo!
Pagine