NEWS

Fine carriera per le DS4 e DS5

13 luglio 2018

La casa francese ha posto fine alla produzione dei due modelli ed entro fine 2018 smetterà di venderle.

Fine carriera per le DS4 e DS5

DUE MODELLI CON POCO APPEAL - La DS Automobiles ha deciso di porre fine alla vendita dei modelli DS4 (foto qui sopra) e DS5 (foto qui sotto), la cui produzione negli stabilimenti di Mulhouse e Sochaux era già stata fermata già nello scorso mese di maggio. Lo stop sarà attuato entro la fine dell’anno. La decisione è stata presa a fronte degli scarsi risultati di vendita. Il gruppo PSA sta lavorando alla definizione di una nuova strategia del marchio, sempre con l’ambizione di trovare una collocazione nel mercato delle vetture di prestigio, con relativo programma produttivo. La DS4 e la DS5 erano state lanciate nel 2011, rispettivamente a marzo e a novembre di quell’anno, entrambe senza incontrare o favori del mercato per una evidente carenza di attrattiva e di personalità specifica.

NUOVI ORIZZONTI - Resta in listino la DS3, con la variante decapottabile. Il modello ha ormai dieci anni di vita ma continua a essere venduto, anche se si prevede un imminente intervento di semplificazione dell’offerta. I nuovi piani in via di definizione da parte della PSA hanno come punto di partenza la DS7 Crossback che rappresenta il primo modello totalmente ed esclusivamente DS, cioè senza legami con la gamma Citroën. Dal suo lancio le vendite della marca sono cresciute del 14%. 

LA DS 7 CROSSBACK - La casa è ottimista circa gli sviluppi delle vendite della DS7 Crossback anche per l’imminente allargamento della gamma motori, con l’arrivo di una versione turbodiesel da 180 CV e una a benzina da 225 CV. Ciò mentre con l’anno prossimo ci saranno anche un diesel meno potente e una versione ibrida plug-in da 300 CV che proporrà anche la trazione 4x4.

A PARIGI LA NUOVA DS3 CROSSBACK - I modelli a seguire dovrebbero essere la DS3 Crossback, una piccola suv attesa per il prossimo salone di Parigi di quest’anno. Secondo le indiscrezioni, la DS3 Crossback inoltre aprirà alle vetture ad “emissioni zero”, con una versione 100% elettrica. L’iniziativa rientra nella strategia annunciata dalla casa secondo cui entro il 2025 tutti i suoi modelli avranno la proposta elettrica.

Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
15 luglio 2018 - 08:17
4
Tentativo piuttosto utopistico di entrare in un settore, quello delle premium, tosto in cui competere e dove i tedeschi la fanno da padrone. Queste auto devono rasentare la perfezione e la qualità, lo stile DS non era proprio all'altezza. Un po' come lo è stato Lancia. L'unica cosa di premium era il prezzo e il mercato le ha punite. PSA si impegnasse a migliorare la qualità costruttiva e interna dei modelli generalisti, visto che con le prime OPEL/PSA qualche passo indietro c'è stato.
Ritratto di GeorgeN
15 luglio 2018 - 09:25
la ds5 una delle auto più belle e interessanti del panorama automobilistico... spero che ci sarà un erede degna di nota come lei....
Ritratto di money82
15 luglio 2018 - 10:49
1
Ma come si può pensare di proporre un prodotto "di lusso" con quelle cromature posticce? Un compratore medio un minimo di analisi la fa sull' auto, mettiamo che esteticamente poteva piacerti? Però poi dovevi fare i conti con il prezzo (una ds5 media sta sui 40k), le finiture (solo il logo nel volante dava un senso di inadeguatezza ed economicità), la tenuta dell' usato (inesistente)...ma perchè comprarla?
Ritratto di probus78
15 luglio 2018 - 14:26
Io penso che solo Volvo al momento potrebbe cercare di competere con la triade tedesca... Ds sta facendo mass market imbellettato e piuttosto pacchiano
Ritratto di alex_rm
15 luglio 2018 - 17:04
Volvo non è al livello dei tedeschi ne tantomeno a livello di Jaguar e Alfa
Ritratto di probus78
15 luglio 2018 - 21:11
Può darsi. Cmq sta facendo enormi progressi anche nello stile. Alfa fa 2 eccellenti prodotti con Stelvio e Giulia ma null altro. Jaguar ho i miei dubbi sia al top con pianali vecchiotti e pesanti sta producendo SUV che di fatto rimarchiano prodotti land rover... E fuori dall Europa vende poco o niente. Resto Dell opinione che al momento ai tedeschi chi si avvicina di più è proprio la Volvo. Lexus forse è addirittura una tacca sopra ma Sconta un atteggiamento solo europeo un po' snob verso il marchio
Ritratto di MirtilloHSD
15 luglio 2018 - 14:28
4
La DS4, specie in versione Crossback, mi piaceva. Certo che certi dettagli, come i vetri dietro fissi, proprio non furono di grande stile. Contribuì anche il prezzo non proprio basso. La DS5 mi piacque assai meno. Spero che verrano lanciate ottime sostitute. Mirtillo
Ritratto di Boys
15 luglio 2018 - 15:13
1
Troppo care, quindi poche vendite a prescindere dai gusti personali..
Ritratto di telemak heba
15 luglio 2018 - 16:25
Ne ho avuto la ds 5 anni 1955 uscita in serie limitata 300 macchine, in tutto il mondo anno 2015, che dire una favola questa macchina, dopo 26 mesi ne aveva 250000 km l’ho venduta bene, per la stessa serie limitata ds 5 prestige( 200 macchine in tutto il mondo), ne ho in 7 mesi 80000 km è una macchina super di lusso e va come una bmw 530d, nn è stata capita come macchina, ma direi come comfort e superiore alle tedesche
Ritratto di Giuliopedrali
16 luglio 2018 - 08:56
Si ma è ovvio che Citroën avrebbe dovuto creare un marchio che copra la fascia superiore di Citroën o ancora più in alto. Invece ha offerto Citroën di pregio con due brand. Come Abarth sta a Fiat, DS sta a Citroën, mentre dovrebbe avere modelli completamente diversi e che iniziano (come categoria) dove Citroën finisce.
Pagine