NEWS

Fine carriera per le DS4 e DS5

13 luglio 2018

La casa francese ha posto fine alla produzione dei due modelli ed entro fine 2018 smetterà di venderle.

Fine carriera per le DS4 e DS5

DUE MODELLI CON POCO APPEAL - La DS Automobiles ha deciso di porre fine alla vendita dei modelli DS4 (foto qui sopra) e DS5 (foto qui sotto), la cui produzione negli stabilimenti di Mulhouse e Sochaux era già stata fermata già nello scorso mese di maggio. Lo stop sarà attuato entro la fine dell’anno. La decisione è stata presa a fronte degli scarsi risultati di vendita. Il gruppo PSA sta lavorando alla definizione di una nuova strategia del marchio, sempre con l’ambizione di trovare una collocazione nel mercato delle vetture di prestigio, con relativo programma produttivo. La DS4 e la DS5 erano state lanciate nel 2011, rispettivamente a marzo e a novembre di quell’anno, entrambe senza incontrare o favori del mercato per una evidente carenza di attrattiva e di personalità specifica.

NUOVI ORIZZONTI - Resta in listino la DS3, con la variante decapottabile. Il modello ha ormai dieci anni di vita ma continua a essere venduto, anche se si prevede un imminente intervento di semplificazione dell’offerta. I nuovi piani in via di definizione da parte della PSA hanno come punto di partenza la DS7 Crossback che rappresenta il primo modello totalmente ed esclusivamente DS, cioè senza legami con la gamma Citroën. Dal suo lancio le vendite della marca sono cresciute del 14%. 

LA DS 7 CROSSBACK - La casa è ottimista circa gli sviluppi delle vendite della DS7 Crossback anche per l’imminente allargamento della gamma motori, con l’arrivo di una versione turbodiesel da 180 CV e una a benzina da 225 CV. Ciò mentre con l’anno prossimo ci saranno anche un diesel meno potente e una versione ibrida plug-in da 300 CV che proporrà anche la trazione 4x4.

A PARIGI LA NUOVA DS3 CROSSBACK - I modelli a seguire dovrebbero essere la DS3 Crossback, una piccola suv attesa per il prossimo salone di Parigi di quest’anno. Secondo le indiscrezioni, la DS3 Crossback inoltre aprirà alle vetture ad “emissioni zero”, con una versione 100% elettrica. L’iniziativa rientra nella strategia annunciata dalla casa secondo cui entro il 2025 tutti i suoi modelli avranno la proposta elettrica.

Aggiungi un commento
Ritratto di FiestaLory
16 luglio 2018 - 12:25
L'unica speranza che ha Ds di non sparire è proporre un modello carismatico che riprenda la personalità della Dea. All'orizzonte non se ne vede. La Ds7 potrà avere dei contenuti validi, ma sembra evidente agli occhi di tanti che seguono l'automotive che sia un modello sbagliato, o almeno sbagliato da proporre ora. Avrebbe potuto essere una proposta fra tante all'interno di una buona e articolata gamma, non può essere, e non può trainare, La Gamma.
Ritratto di Giuliopedrali
16 luglio 2018 - 13:28
La personalità della Dea dovrebbero averla tutte le Citroën (so che non è uno scherzo...). DS per quello è inutile, a parte che è quasi impossibile. Invece creare un marchio per l'alto di gamma o riprenderlo dal passato quello è possibile e razionale (visto anche che è ciò che manca del tutto in Francia) avendo le finanze giuste...
Ritratto di Dr.Torque
16 luglio 2018 - 14:49
L'operazione DS mi ha fatto inorridire dall'inizio. Un nome così glorioso sfruttato per un banale gioco di marketing. Ci vogliono i contenuti tecnici per distinguersi, non basta un logo e un po' di velluto buttato qua e là. Ora Citroen deve rimboccarsi le maniche ed esprimere quella personalità di cui è capace senza ricorrere a marchi subalterni. Di Opel francamente importa segha.
Ritratto di Giuliopedrali
16 luglio 2018 - 16:48
Invece Opel ha molta importanza perché è molto mainstream, non ha mai mostrato particolari originalità che devono avere per forza Citroën o DS. In più è considerato un marchio germanico nei paesi tedeschi (e quindi all'estero....) e britannico in UK con Vauxhall. Adatto ad auto di grandi dimensioni e piuttosto trasversale: per una clientela tradizionale e non giovanissima ma adatto in particolare al'elettrico...
Ritratto di mika69
16 luglio 2018 - 17:39
A cosa servissero poi..... mah.
Pagine