NEWS

Ford Fiesta: come si ottengono sedili comodi e resistenti

31 ottobre 2017

I sedili sono la base del comfort di una vettura. Ecco perché il loro sviluppo è tanto importante: vediamo come fanno alla Ford.

Ford Fiesta: come si ottengono sedili comodi e resistenti

PROVE ORIGINALI - Per mettere alla prova l’affidabilità di un’auto i costruttori devono inventarsi prove di affaticamento molto gravose, destinate cioè ad impegnare la vettura intensamente per un tempo molto breve, per simulare un uso di anni. La Ford ha creato ad esempio un inusuale circuito di prova all’interno del suo centro di sviluppo a Lommel, in Belgio, riproducendo buche, ciottoli, crepe e dissuasori in maniera da sottoporre le sospensioni a test gravosi e vedere come reagiscono in queste circostanze. Lo stesso fa con i sedili della nuova Ford Fiesta, messi alla prova da un robot, che in tre settimane si è “seduto” 25.000 volte sui sedili e ha simulato 10 anni di continui sali e scendi (guarda video qui sotto).

ROBUSTEZZA E COMODITÀ - Il robot ha le sembianze di un braccio meccanico e si chiama Robutt, gioco di parole fra robot e butt (fondo schiena). Il manichino ha le sembianze di una persona di media corporatura e viene fatto “salire” e “scendere” dal sedile in continuazione, per vedere se la struttura interna e le cuciture non si usurano con il tempo. In precedenza i tecnici compivano le stesse prove con cilindri in metallo. La Ford effettua altre misurazioni con persone di vario peso e corporatura, per rilevare i vari modi di sedere al volante e registrare i movimenti dell’imbottitura e la sua morbidezza, fondamentale per non affaticare la schiena durante i viaggi più lunghi. La Ford utilizzerà Robutt anche sui prossimi modelli.

Ford Fiesta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
87
75
40
18
24
VOTO MEDIO
3,8
3.75
244
Aggiungi un commento
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
4 novembre 2017 - 13:19
Mi sono espresso male, nel senso che intendevo l'introduzione dei predetti motori nel segmento B (sulla Fiesta l'ecoboost è stato introdotto successivamente).
Ritratto di Tetsuyha
3 novembre 2017 - 14:27
3
1) i "pochi anni fa" stiamo già parlando di 30 anni almeno. 2) se non hai studiato meccanica potrei stare qui delle ore a spiegarti cos'è la coppia e ancora non sapresti cos'è. per farla breve ti serve proprio per evitare le scalate e non dover salire di giri per fare un semplice sorpasso... e non sempre basta. Per intenderci un buon motore è quello capace di erogare più coppia possibile in un ampio margine di rotazione del motore. Quindi se un propulsore mi eroga tutta la coppia in alto (7000rpm nel caso della RX-8) non mi serve a una cippa, come tutta erogata in basso (2500 forse nel caso della Fiesta), ma va bene se mi va fra i 2000-4000 rpm, ovvero nella zona più usata.
Ritratto di Tetsuyha
3 novembre 2017 - 14:34
3
Mi sono dimenticato di aggiungere una cosa molto importante: la tecnologia che c'era 30 anni fa sfruttava un motore endotermico forse al 25-30% delle sue potenzialità... adesso le cose sono forse leggermente cambiate (35-40% esagerando). La coppia motrice è sempre esistita (fa parte della fisica, non è una "moda"!) solo che un po' di anni fa non era ampiamente sfruttata come è possibile farlo adesso.
Ritratto di Fr4ncesco
1 novembre 2017 - 15:05
Quelle dello stesso gruppo e nemmeno. Poi cambia tutto, assetto, organi meccanici, abitabilità interna, motore. Il feedback che restituiscono è del tutto differente.
Ritratto di grande_punto
1 novembre 2017 - 18:07
3
AUTO BELLISSIMA. Ford a mio parere è una delle migliori marche europee, fa auto affidabili, robuste e comode!
Ritratto di Tetsuyha
3 novembre 2017 - 14:54
3
peccato che la Ford sia americana...
Ritratto di grande_punto
3 novembre 2017 - 17:40
3
Ford Europra risiede in Germania..
Ritratto di Tetsuyha
3 novembre 2017 - 18:51
3
questa notizia mi devasta -.-'
Ritratto di Lanzasams
1 novembre 2017 - 20:22
Ford con questa nuova Fiesta sembra aver cambiato rotta, le precedenti erano qualitativamente di basso livello. Sono curioso di andarla a vedere e toccare con mano.
Ritratto di twinturbo
1 novembre 2017 - 22:45
Da un po' il segmento è alquanto sottosegmentato. La Fiesta già dalla precedente, grazie all' adozione del 1.0 turbo (che poi in molti hanno emulato) e alle buone doti stradali, si era un po' proiettata verso l' alto in termini di prezzo (rispetto per esempio già a una Clio). Ora sembra avere anche interni all' altezza del resto e forse punta ancora più in alto (come altre tedesche)? Per intenderci, una base da 86cv (0-100 dichiarato in 14 sec) fa di listino 14750 a cui aggiungere altri 750e per averla 5 porte. Totale 15500e. La Rio base 84cv (0-100 dichiarato in 12.9sec) viene 13100e. Poi non so al netto degli sconti, ma comunque potenziali 2400e di differenza...
Pagine