NEWS

Ford: il piano di ristrutturazione per il mercato europeo

11 gennaio 2019

La Ford Europa prevede di avviare una profonda trasformazione per recuperare competitività. Previsto un forte taglio della forza lavoro.

Ford: il piano di ristrutturazione per il mercato europeo

PERDITE INGENTI - La Ford Europa ha in programma una profonda ristrutturazione aziendale per sopperire alle ingenti perdite riscontrate nel 2018. Secondo quanto riportato da diverse fonti giornalistiche, solo nel terzo trimestre del 2018 la divisione europea della Ford avrebbe perso 245 milioni di euro. Uno degli obiettivi strategici della casa automobilistica americana è quello di ridurre la complessità dell’attuale gamma di prodotti: è infatti previsto il ridimensionamento delle produzioni dei veicoli che hanno determinato le perdite e un incremento dei volumi produttivi dei veicoli che garantiscono maggior redditività. Inoltre, La Ford si concentrerà maggiormente sui mercati che garantiscono una maggior sostenibilità, in termini di costi operativi. 

STOP A C-MAX E GRAND C-MAX - La casa americana ha dichiarato di voler interrompere la produzione della C-Max e della Grand C-Max; le due monovolume hanno patito un deciso cambio di rotta del mercato, orientato principalmente su altri modelli di veicoli come le crossover e le suv. La Ford si concentrerà appunto su queste tipologie di veicoli; a quanto si apprende da fonti interne all’azienda, la Ford Ecosport, la Kuga e la Edge hanno superato il quarto di milione di unità vendute nel 2018. Sul fronte delle importazioni, la casa americana ha annunciato l’ingresso nel mercato europeo di un’altra suv, la cui identità sarà svelata ad aprile 2019; nel 2020, invece, sarà presentato un modello inedito ispirato alla Mustang, che la Ford ha definito “performance utility”.

PIÙ VEICOLI COMMERCIALI - La Ford prevede di rafforzare la propria leadership in Europa incrementando l’offerta dei veicoli commerciali. Secondo quanto dichiarato dalla casa americana, Ford è il primo marchio europeo di veicoli commerciali in termini di volumi di vendite; più di un veicolo Ford su quattro venduti in Europa è un veicolo commerciale.

PROGRESSIVA ELETTRIFICAZIONE - La casa americana prevede di includere una variante a basso impatto ambientale per i modelli Ford a partire dalla prossima generazione della Focus. L’obiettivo è di rendere disponibile una versione mild hybrid, full hybrid, ibrida plug-in o 100% elettrica per tutti i modelli.

RIDUZIONE DEI COSTI - Un altro intervento che la Ford intende mettere in atto consiste nella riduzione del costo del lavoro attraverso un taglio delle eccedenze di personale. Secondo quanto dichiarato dalla casa americana, una revisione della forza lavoro costituisce un passaggio fondamentale per ridurre i costi e rendere l’azienda più efficiente. Inoltre, Ford sta pianificando una revisione strategica della partnership con la Sollers, una azienda russa produttrice di automobili, attualmente responsabile della produzione, importazione e distribuzione di tutti i prodotti a marchio Ford in Russia.  Altra operazione finalizzata al taglio dei costi è l’interruzione della produzione di trasmissioni automatiche nello stabilimento Aquitaine Industries di Bordeaux, in Francia, prevista per il mese di agosto del 2019. 

L’INTESA CON LA VOLKSWAGEN - La collaborazione della Ford con la Volkswagen (di cui si sente parlare da tempo ma non ancora confermata), secondo fonti interne alla casa americana sarebbe determinate per recuperare terreno sulle nuove tecnologie e l’innovazione, quindi sullo sviluppo di veicoli elettrici, ibridi e a guida autonoma. Un altro obiettivo molto importante sarebbe il contenimento dei costi; nelle previsioni sul lungo periodo, la Ford mira al raggiungimento di un margine operativo del 6%.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
11 gennaio 2019 - 13:57
In questo decennio c'è stata una presenza massiva di modelli Ford sul mercato e sono tra i modelli più diffusi su strada, ciò a quanto pare non si traduce in guadagni ma a disperdere le risorse, e ci va bene se hai il monopolio o fai cartello, ma il mercato libero va cosi! Cannavacciuolo quando deve mettere in riga un ristorante problematico la prima cosa che fa è ridurre il menu e introdurre nuovi contenuti, cosa che praticamente farà la Ford. Ci vedrei bene un SUV a metà strada tra Ecosport e nuovo Kuga, da chiamare magari Maverick e una sedan su base Mustang tipo Kia Stinger.
Ritratto di 19andrea81
11 gennaio 2019 - 14:07
Elettrificazione dalla prossima generazione di Focus ??? La tra 6 anni?????
Ritratto di Gwent
11 gennaio 2019 - 14:34
È stata una scelta loro, Ford fa ibride già da dieci anni ma le ha sempre riservate agli USA.
Ritratto di Reallyfly
11 gennaio 2019 - 15:13
bhe la Mondea ibrida c'è da un pò, da settembre ci sarà anche il Custom ibrido
Ritratto di Angi0203
11 gennaio 2019 - 15:22
e questo nonostante il risultato dal 2016 in media sia positivo: https://www.autonews.com/automakers-suppliers/ford-resigned-underwhelming-profit-even-after-europe-cuts. Ma restando molto sotto il "magico" 8% di margine la produzione non è sopravvivibile. Uno cerca di immaginare come raggiungere un 8% di margine con la Panda ... praticamente impossibile.
Ritratto di Giuliopedrali
11 gennaio 2019 - 15:37
Ford dovrebbe rispolverare la fantasia come ha fatto spesso nella sua storia.
Ritratto di PETROLHEAD_08
11 gennaio 2019 - 18:47
Il problema è proporre gamme motori limitate e imporre il 3 ovunque. Errore grave
Ritratto di venezia60
11 gennaio 2019 - 18:59
gran macchina ford c max magari incompresa, ma solida,concreta, spiace della decisione di ford europa, ma cosi' va il mondo automobilistico.......
Ritratto di FRANCESCO31
11 gennaio 2019 - 21:02
se non ci sono posti di lavoro e/o le nuove tecnologie distruggono lavoro, potremmo cacciare gli immigrati del 3° mondo e scaricare la crisi su di loro ! ! !
Ritratto di 82BOB
12 gennaio 2019 - 07:10
Concordo con molti di voi: con questa moda dei SUV stanno ingiustamente togliendo dal mercato wagon e monovolume! Fare versioni più "simpatiche" di C-Max, tipo crossover aiuterebbe a rendere più redditizie queste tipologie di vetture, garantendo ai futuri clienti vetture spaziose! Peccato per i tagli al personale che si stanno estendendo a varie case automobilistiche...
Pagine